24 settembre 2018
“AMERICA”

Una scoperta divisa a metà.

I libri di storia ci insegnano che la scoperta del Continente Americano si deve a Cristoforo Colombo, l’esploratore italiano che il 3 agosto del 1492 dalla Spagna salpò con 90 marinai a bordo delle tre famose caravelle, la Nina, la Pinta e la Santa Maria.

Dopo due mesi di navigazione, le tre caravelle approdano sulle sponde di un’isola facente parte alle Bahamas, a cui Colombo diede il nome di “San Salvador”, convinto di essere riuscito nell’audace impresa di circumnavigare il globo e raggiungere l’Asia.

Come ben sapiamo Colombo si sbagliava, non aveva conosciuto un luogo conosciuto, ma ne aveva scoperto uno nuovo. Il primo ad accorgersene fu  un altro navigatore italiano, Amerigo Vespucci, di cui il “Nuovo mondo” assunse il nome “America”.

Il racconto ufficiale di come le “Americhe” sono entrate nella nostra storia, ha perciò come protagonista l’avventuroso e sbadato Cristoforo Colombo.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

22 settembre 2018
Funghi

Cosa bisogna sapere sui funghi. Il periodo di raccolta, generalmente va dal mese di Giugno a fine Ottobre (a seconda della zona e del tipo di fungo).

A livello amatoriale e spesso un motivo di evazione dalla routine quotidiana, da condividere con amici o famiglia. Raccogliere i funghi significa addentrarsi nella nature più selvatica all’interno dei boschi, silenziosi, a volte spettrali (come quando le nebbie  autunnali rendono i paesaggi spettacolari e paurosi). La raccolta segue regole ben precise, a volte scritte da vere e proprie leggi da rispettare, invece , i cercatori più esperti tramandano”i trucchi e segreti” .

La mattina molto presto, è il momento migliore della giornata, quando il bosco è ancora umido della rugiada notturna, la raccolta è una attività che va fatta sempre nel pieno rispetto della natura. Il cercatore uasa tanti piccoli accorgimenti per proteggere se stesso e l’ambiente, in primo luogo, l’abbigliamento che si indossa (molto importante), gli scarponi che devono resistere all’acqua, e tenere l’umidità lontano dai piedi, a seconda del periodo dell’anno è importante munirsi di giacca sportiva o K-way, per evitare di prendersi un raffreddore.

E’ immancabile il bastone per il sostegno e ilcestino di vimini in cui riporre i funghi appena raccolti (no i sacchetti di plastica o simili), una cosa buona è il sacco che si mette in spalla o come anticamente chiamato “Gerla” che lascia le mani libere, e molto utile un piccolo coltellino, ne esistono di specifici per la raccolta dei funghi.

Importante, per poter andare a raccogliere funghi, bisogna munirsi del tesserinoapposito, che viene rilasciato dagli enti preposti (comunità montane, uffici comunali di competenza),

Comunque tutti siamo tenuti a seguire, risettare e preservare la natura che ci circonda.

La raccolta dei funghi va effettuata possibilmente con persone che conoscono e raccolgono solo quelli idonei  per essere cucinati e mangiati, se non siete certi è meglio non raccoglierlo pernon incappare in situazioni pericolose come si vede nell’articolo premere qui

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

19 settembre 2018
La Mappa di Colombo

La Mappa di Cristoforo Colombo

Un curioso articolo sulla che ci illumina sul ritrovamento di una mappa che probabilmente guidò Cristoforo Colombo verso il nuovo mondo. Per saperne di più cliccare qui.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

18 settembre 2018
Invecchiamento

INVECCHIARE NON E’ UGUALE  PER TUTTI:

Alcuni si sentono già vecchi passati i 30 anni, altri hanno si sentono di fare sempre cose nuove e sono pieni di iniziative, da fare invidia persino ai nipoti e a altre persone.

Per approfondire premere QUI.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

16 settembre 2018
“Palazzo Madama”

Una visita a palazzo Madama è un suggestivo viaggio nel tempo: dalle fondazioni di età romana alle torri medievali, sino al trionfo del barocco dello scalone Juvarriano. Le origini del palazzo risalgono infatti al castrum romano, ma il vero nome si deve alle Madame reali Cristina di Francia e Maria Giovanna di Savoia, promotrici del progetto di rimodernamento culminato con la costruzione del grandioso scalone e dell’elegante facciata, opera di Filippo Juvarra. Nell’ottocento, alla vita di corte subentrò la politica: vi si insediò il primo Regio Senato ed  qui che viene proclamata la nascita del Regno d’Italia, dal 1934 è sede del Museo Civico d’Arte Antica.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

13 settembre 2018
“La favola di un vino”

-L’Erbaluce di Caluso-  E’ un vino bianco la cui produzione si svolge particolarmente sulle colline intorno a Caluso, centro del Canavese (Piemonte), Le prime notizie del vitigno Erbaluce; risalgono al lontano XVII secolo, questo suo nome deriva dal colore che assumono gli acini in autunno con i riflessi rosati e caldi che si fanno più intensi nelle parti più esposte al sole.

Ma la leggenda racconta; che un tempo queste colline erano popolate da Ninfee e divinità, venerati dagli uomini. L’Alba e il Sole, innamorati ma destinati a non incontrarsi mai, grazie a un eclissi  e all’intercessione della Luna, nacque la Ninfa Albaluce la cui bellezza e grazie spinse l’uomo a offrirle ogni sorta di doni e omaggi, privatosi di ogni sostentamento l’uomo ricercò nuove terre fertili deviando il corso del lago, che però travolse il tutto seminando morte. Il dolore fu tale che dalle lacrime  di Albaluce stillate in terra, nacquero tralci di vite  dai dolci frutti, l’uva bianca dal nome di Erbaluce.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

13 settembre 2018
“Gite Giornaliere”

La Cooperativa sociale L’ Elica ON.LUS, propone gite giornaliere rivolte ai cittadini residenti nella Circoscrizione 5 .

Giovedì 6 Settembre alle ore 16.00 presso la Sala Consiglio del Centro Civico di Via Stradella 192, si terrà un incontro di presentazione sul programma e sulle modalità di iscrizione.

Le iscrizioni saranno possibili tutti i martedì a partire dall’ 11 Settembre 2018 dalle 9.00 alle 10.00 presso la sala al piano terra della Circoscrizione 5 fino ad esaurimento posti.

 (657.25 KB)Manifesto (657.25 KB)

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

11 settembre 2018
CANNABIS naturale / sintetica

I benefici della marijuana in ambito medico, sono noti da millenni e includono effetti analgesici sul dolore cronico o di malati terminali, attenuazione degli effetti di malattie autoinfiammatorie e alcuni disturbi legati alle demenze, benefici contro l’artrite, i tremori del Parkinson e gli effetti collaterali nel trattamento dell’ansia e dello stress.

CANNABIS NATURALE

Esiste una correlazione tra fumare cannabis e una fame smodata. In effetti il cervello riceve gli stimoli provenienti dalnaso, che fa si che la sensibilità agli odori risulti amplificata, aumentando di fatto l’appetito.

Oggi si parla molto della marijuana, che cos’è e perché fa paura.

Esiste quella naturale, ma anche quella sintetica, ed è quest’ultima  che ha i cannabinoidi ed ha effetti sulla salute molto pericolosi, oggi se ne torna a parlare, dopo alcuni episodi di overdose e contaminazioni.

I cannabinoidi sintetici popolano da tempo il commercio illegale, ma come sopra citato i recenti episodi hanno riportato il tema all’attenzione comune. Negli Stati Uniti, nel mese di Agosto (71 persone sono state trovate in overdose  della sostanza che commercialmente viene chiamata K2). L’aministrazione a dovuto diffondere l’allarme, per una partita di marijuana sintetica contaminata con una sostanza usata nel veleno per topi.

Anche quando non fa notizia, quella sintetica comporta rischi e effetti collaterali gravi ( circa 30 volte rispetto alla cannabis naturale). A favorirne la diffusione sono i costi relativamente contenuti, gli effetti più marcati, l’emanazione di un odore meno riconoscibile e meno rintracciabile nelle urine.

A una somiglianza apparente, la miscela di erbe essicate che costituiscono la cannabis sintetica, somiglia alla marijuana naturale ma è intrisa di sostanze prodotte in laboratorio e lasciate assorbire.

COME AGISCONO, vi sono diverse centinaia di cannabinoidi sintetici, e tutti stimolano i recettori che servono a captare le quantità minime di cannabinoidi, cioè analgesici naturali, prodotti dal corpo umano. La sostanza psicotropa contenuta nei “fiori di cannabis sativa” permette un maggiore rilascio di “dopamina”, il neuro messaggio del piacere.

Vi è un legame tra il consumo di cannabis e schizofrenia.

L’intensità e la durata dell’effetto non sono controllabili, e pertanto ogni individuo ha degli effetti inprevedibili. rispetto la marijuana naturale, manca il cannabidiolo che stempera gli effetti psicoattivi, bloccando il rilascio di dopamina, (una sorta di freno) invece assenti nelle miscele di laboratorio.

Gli effetti collaterali includono ansia, psicosi, paranoia, tachicardia, rischio di conati di vomito (un sintomo paradossale, la marijuana terapeutica previene gli attacchi di nausea). Nei casi più gravi assenza e fissicità dello sguardo, movimenti ripetuti  e meccanici (come degli Zombie), danni ai muscoli e reni, e gravi problemi respiratori.

Essendo un prodotto nato in laboratorio, l’intento iniziale era studiare i suoi effetti, finito fuori controllo si è diffuso in circuiti illegali (e non c’è modo di conoscere l’esatta composizione). In Italia, almeno 1 giovane su 10, tra i 15/19 anni hanno consumato cannabinoidi sintetici, almeno una volta.

Esiste una varietà molto potente, è la “Sinsimilla”, si ricava impedendo alle infiorescenze delle piante femmine  di cannabis di essere impollinate. La pianta rimane senza semi e produce un alto contenuto di resina con alta concentrazione di THC. (tetraidrocannabinolo) una sostanza psicotropica che provoca euforia.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

6 settembre 2018
“Emozioni” (Canzone)

Un omaggio a grande Cantautore Lucio Battisti per l’anniversario del ventesimo anno della sua morte.

Le sue composizioni, la sua musica e  le sue canzoni saranno sempre intramontabili.

Riascoltarle saranno sempre “EMOZIONI”

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

3 settembre 2018
sempre più amici

Rripropongo il video fatto da Franco, è un aiuto a non dimenticarci

Nuovo-Gruppo-Blog (cliccarci sopra)

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------