7 agosto 2019
UN MURALES PER SABINO E MAURIZIO

In Piazza Montale il ricordo dei ragazzi delle Vallette.

Le passerelle che sono state abbattute portavano lo striscione in ricordo dei ragazzi scomparsi.

Il loro ricordo vivrà nel cuore del quartiere in Piazza Montale, sulla facciata del palazzo ATC di Torino.

E’ stato realizzato un murales coprendo l’intonaco cadente, il presidente ATC ha rilasciato l’autorizzazione sul proprio edificio e ha regalato la vernice per la realizzazione del murales.

All’inaugurazione erano presenti la consigliera Merj Gagliardi della circoscrizione 5 e il presidente Marco Novello.

Gli artisti che hanno eseguito il murales sono Ruben e Berny, di Monkejs Evolution.

Un lodevole contributo degli amici delle vallette.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

10 luglio 2019
“Fuori produzione Maggiolino”

Da Luglio in Italia uscirà fuori produzione il “MAGGIOLINO”

La macchina della Volkwagen che negli anni 900 ha creato un mito.

Ne circolano ancora molto nel Messico.

L’idea era nata per creare una macchina a basso costo per poter essere acquistata da più cittadini possibili.

Il primo esemplare è datato 1937: Dopo 80 anni si storia, va in pensione.

Per approfondire premete: “QUI”

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

4 luglio 2019
“Buone Vacanze”

Cari amici, ieri Mercoledì 3 Luglio 2019 è stata l’ultima volta che ci siamo incontrati in sala riunione Blog.

Vorrei augurare a tutto il gruppo delle serene e splendide vacanze.

I nostri incontri settimanali riprenderanno regolarmente Mercoledì 4 Settembre 2019.

Un abbraccio a tutti Franco!!!

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

29 giugno 2019
Credenze popolari

C’erano una volta tre alberi, che crescevano l’uno accanto all’altro nel bosco.Erano amici. E come tutti gli amici, anche loro chiacchieravano tanto. E come tutti gli amici, anche loro erano molto diversi, nonostante crescessero nello stesso posto e fossero tutti all’incirca della stessa altezza.
Il primo albero amava la bellezza. Il secondo albero amava l’avventura. E il terzo albero amava Dio.
Un giorno, gli alberi parlavano di ciò che sarebbero voluti diventare da grandi.
«Quando sarò grande, vorrei essere un baule intagliato, di quelli dove si conservano i tesori, pieno di gioielli scintillanti», disse il primo albero.
Il secondo albero pensava a cose del genere. «Quando sarò grande, vorrei essere un potente veliero», disse. «Insieme al capitano, un grande esploratore, scoprirò nuove terre.»
Nel frattempo, il terzo albero scuoteva i rami. «Io non vorrei essere trasformato in niente», disse. «Vorrei restare esattamente qui dove sono e diventare ogni anno sempre più alto.
Vorrei diventare l’albero più alto della foresta. E quando gli uomini mi guarderanno, li farò pensare a Dio.»
Passarono gli anni e un giorno nella foresta arrivarono tre boscaioli.«
Finalmente!», gridò il primo albero, quando il primo boscaiolo lo abbatté. «Ora il mio sogno di diventare un baule di tesori si realizzerà.»
«Splendido!», gridò il secondo albero, quando il secondo boscaiolo lo abbatté. «Ora il mio sogno di diventare un veliero si potrà realizzare.»
«Oh no!», gridò il terzo albero, quando il terzo boscaiolo lo abbatté. «Ora non potrò parlare agli uomini di Dio.»
I boscaioli portarono via i tre alberi. E per due di loro il futuro era carico di promesse. Ma non ci volle molto perché tutti e tre dovessero seppellire i loro sogni. Anziché essere trasformato in un bel baule di tesori, il primo albero diventò una brutta mangiatoia per animali. Anziché un agile veliero, il secondo albero diventò un semplice peschereccio. E del terzo albero non fecero niente. Fu tagliato in assi, che furono lasciate in una pila nel giardino del falegname.La vita continuò. Gli anni passarono. E piano piano, i tre alberi impararono a convivere con i loro sogni infranti.Poi, una notte, la vita del primo albero cambiò repentinamente. Nacque un bambino, con tutta evidenza non un bambino comune. Gli angeli cantarono, pastori vennero a visitarlo. Indovina quale mangiatoia usò come culla la madre del bambino? Quando il primo albero capì che cosa era successo, il suo cuore si riempì di gioia. «I miei sogni si sono realizzati», disse. «Non sono stato riempito d’oro e di gioielli, ma ho portato il più prezioso tesoro del mondo.»Passarono molti altri anni, in tutto circa 30, e un giorno, infine, anche la vita del secondo albero cambiò. Era fuori, in mezzo al mare, quando si scatenò una tempesta terribile. Il vento soffiava violentemente e le onde erano tanto alte che la barchetta era persuasa di affondare. Ma a quel punto accadde qualcosa di incredibile. Uno degli uomini che essa trasportava, si alzò. «Taci, calmati!», disse al vento e alle onde. Ed essi obbedirono. Quandoil secondo albero afferrò ciò che era accaduto, anche il suo cuore si riempì di gioia. «I miei sogni si sono realizzati», disse. «Non ho trasportato un grande esploratore, ma ho trasportato il Creatore del cielo e della terra.»Non molto tempo dopo, anche la vita del terzo albero subì un cambiamento.Arrivò un falegname e lo portò via. Con sua grande costernazione, però, non fu lavorato per farne qualcosa di bello. Non ne fecero neppure qualcosa di utile. Invece, ne fu fatta una grezza croce di legno. «Questo è il tipo di croce sulla quale i soldati crocifiggono i criminali», pensò l’albero, sconvolto. E in effetti fu trasportato sul luogo dell’esecuzione. Là, in cima ad una collina fu inchiodato sopra le sue travi un uomo condannato a morte. Per la verità sarebbe dovuto essere il giorno più brutto della vita dell’albero, ma l’uomo inchiodato sulla croce non era un comune criminale che doveva pagare la pena dei suoi delitti. Era un innocente, Gesù Cristo, figlio di Dio, che moriva per i peccati del mondo. E quando il terzo albero capì ciò che era successo, il suo cuore esultò di gioia. «I miei sogni si sono realizzati», disse. «Non diventerò l’albero più alto del bosco, ma sarò la croce che farà pensare gli uomini a Gesù Cristo.»La morale di questa storia è che quando le cose non sembrano andare come tu vorresti, sempre sappiamo che Dio ha un piano per te. Se si ha fiducia in Lui, Egli vi darà grandi doni. Ciascuno degli alberi ha ottenuto ciò che voleva ma non solo nel modo in cui aveva immaginato. Noi non sempre conosciamo i piani di Dio per noi. Sappiamo solo che le sue vie non sono le nostre vie, ma le sue vie sono sempre migliori. ”

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

27 giugno 2019
Ristrutturazione del Giardino lineare della “Spina Reale”

La durata dei lavori prevista è di circa 2 mesi e riguarderà  la parte del giardino lineare sopraelevato della cosidetta “Spina Reale” di Via Stradella a Torino, nel tratto da Via Lucento a Via Cantoira (circa la metà dell’intero giardino lineare). I lavori prevedono la sistemazione dei muretti delle vasche/aiuole presenti nel giardino, con parziale rifacimento dei manufatti.
La parte restante del giardino verrà sistemata in un secondo momento.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il seguente link.

http://www.comune.torino.it/verdepubblico/2019/avvio-lavori-giardino-lineare-spina-reale.shtml

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

22 giugno 2019
I nuovi denari (virtuali)

Oggi, si parla molto di nuove monete, da usare nel mondo virtuale, ma con una incidenza pratica.

Sicuramente queste monete virtuali, nei prossimi ventanni saranno le protagoniste mondiali.

La moneta BITCOIN, è elettronica, pertanto virtuale, è tenuta in piedi da complicati algoritmi. Serve per scambiare denaro tra gli utenti senza passare tramite banca, per il trasferimento dei bitcoin è sufficente la rete e a vere un wallet, ovvero un portafoglio virtuale su Personal computer o piattaforma in rete.

La  CRIPTOVALUTA, è una valuta paritaria decentralizzata e digitale. Sono monete virtuali che usano una rete per eseguire transazioni finanziarie protette. Non è necessario avere un conto di cambio o usare un portafoglio speciale.

ULTIMA ARRIVATA

La CRITOVALUTA dal nome LIBRA creata da  Facebook, cliccare qui

Non mi dilungo su come si acquistano o vendono e da chi, sia che si tratti di un privato, oppure da siti specializzati.
Oggi non ho capito la loro utilità, se non la facilità con cui puoi perdere soldi veri.
Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

21 giugno 2019
Mezzogiorno a messina

FAR CONOSCERE ATTRAZIONI della Sicilia.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

15 giugno 2019
* RAMADAN *

Da qualche settimana a Torino si e svolto il RAMADAN per i praticanti della religione mussulmana, addentriamoci un po’ per capirne qualcosa. RAMADAN: periodo sacro per gli islamici con radici antiche e rituali. Eco le origini e le regole con qualche curiosità:    RAMADAN è il nome del nono mese dell’anno del mese lunare mussulmano, nel quale secondo la tradizione islamica, MAOMETTO ricevette la rivelazione del Corano “come guida  per gli uomini di retta direzione e salvezza”.

E il mese sacro del digiuno, dedicato alla preghiera, alla meditazione e all’autodisciplina. Il digiuno è un obbligo per tutti i mussulmani praticanti adulti e sani, che va dalle prime luci dell’alba fino al tramonto, non possono mangiare, bere, fumare e praticare sesso. Al tramonto il digiuno viene interrotto con un dattero o un bicchiere d’acqua, poi segue il pasto serale.

Il digiuno è uno dei cinque più rigorosi doveri nella fede islamica, con la recita quotidiana delle cinque preghiere, con a elargizione delle elemosine e almeno una volta partecipare al pellegrinaggio alla Meca. La mancata osservanza di questi precetti può portare l’imputazione del reato di apostasia.

Uniti ma diversi. Ritornando al RAMADAN che è il mese più sacro dei mussulmani che sono 1,6 miliardi in tutto il mondo, è il periodo dell’anno in cui si celebra lo stesso jn tutti i Paesi islamici. Il mese  del RAMADAN non cade sempre nello stesso periodo del calendario gregoriano, perché quello  degli islamici è un calendario lunare (l’anno lunare dura circa 11 giorni meno di quello salare,) e la numerazione  dell’anno non coincide perché i mussulmani iniziano a contare dal nostro 622 d.C. Quando Maometto lasciò la Meca per recarsi a Medina: perciò il 6 maggio 2019 per gli islamici è “ il RAMADAM 1440″.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

7 giugno 2019
Perché il caffè ha un effetto lassativo?

Il caffè la bevanda più amata… Tra le conseguenze vi sia una certa urgenza di andare in bagno.

Lo confermano lo studio recente di alcuni ricercatori della California, che gli effetti agiscono sulla microbiota intestinale e sulla capacità di contrazione dei muscoli digerenti.

Il caffè dosato in modo adeguato potrebbe risvegliare in modo naturale la motilità intestinale.

Per approfondire premere “QUI”

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

2 giugno 2019
Domenica pomeriggio e questi ragazzi…..

Queste ragazze  e ragazzi  stanno pulendo  il giardino  di Piazza Nazario Sauro……

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------