16 dicembre 2018
LA COMETA del 2018

Ci stiamo avvicinando al Natale, e come ogni anno arriva la cometa. Oggi come ieri è praticamente impossibile separare l’immagine di un astro dalla lunga coda, da quella del Natale.

Già nell’antichità i pittori raffriguravano una cometa sul luogo di nascita del Cristo.

Oggi, la cometa che si presenta al nostro cospetto si chiama 46P/Wirtanen, per ulteriori informazioni CLICCA QUI.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

15 dicembre 2018

https://youtu.be/GuP-MfThwY0

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

14 dicembre 2018
” L’ETA’ DEL POLLO “

Rassegniamoci ad essere ricordati come esseri umani  dell’età del pollo, e nei prossimi millenni i futuri ricercatori e geologi leggeranno la nostra civiltà.

Il pollo odierno racconta la storia del nostro tempo, esattamente come la plastica e la variata moltitudine dei rifiuti. Oggi nel mondo, si fa stima che vengono consumati 65 miliardi di polli all’anno, le cui ossa finiscono nelle discariche a mummificarsi, questi resti nel tempo probabilmente diventeranno dei fossili.

Il pollo viene addomesticato circa ottomila anni fa, e da allora la specie ha subito profondi cambiamenti, in particolare  con l’evento  degli allevamenti intensivi del XX secolo, ne ha selezionato le caratteristiche più convenienti. La vita di questo gallinaceo domestico da carne è di al massimo di nove/dieci settimane, dopodiché viene macellato. Del resto i polli attuali sono quattro volte più grandi dei polli domestici degli anni 50, possiedono una mutazione genetica che li rende insaziabili per mettere su peso velocemente, lasciando nelle sue ossa una firma chimica caratteristica  e significativa  dell’era.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

12 dicembre 2018
“Natale alla 5″

Un ricco programma di iniziative quali, spettacoli – animazione teatrale di strada – concerti musicali – presepe vivente – laboratori e molto altro ancora sul territorio della Circoscrizione 5.
Dall’8 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019.

I pieghevoli con il programma saranno a disposizione dei cittadini presso l’Informa5 di Via Stradella 192 dal lunedì al giovedì 9,00/12,30 – 14,00/16,00  il venerdì 9,00/12,30
Tel. 011 011/35507 – 61

Vedi date e luoghi degli appuntamenti nei pieghevoli sottostanti.

 (275.58 KB)Locandina (275.58 KB)
 (321.76 KB)Pieghevole programma 1 (321.76 KB)

 (355.53 KB)Pieghevole programma 2 (355.53 KB)

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

10 dicembre 2018
Cappella di Sant’Uberto – Reggia di Venaria

Sabato 08/12/2018 alle ore 17,30 si è svolto il concerto di Natale, presso la cappella di Sant’Uberto.

Hanno suonato e cantato il coro da camera del liceo classico musicale Cavour di Torino, come Tutors – l’Accademia di Sant’Uberto, con i suonatori dei corni da caccia dell’equipaggio della Regia Venaria.

Il programma era incentrato su musiche classiche, l’equipaggio della Regia Venaria ha suonato con i suoi antichi strumenti le musiche suggestive che anticipavano la caccia .

Per altre informazioni sulle formazioni musicali, equipaggio della Regia Venaria (1996), e la Reale Scuderia (2002) cliccare Qui

ACCADEMIA DI SANT’UBERTO

L’accademia nata nel 1996 come associazione Percorsi, svolge la propria attività culturale nell’ambito del loisir presso la corte sabauda di Ancien Régime. Particolare attenzione è dedicata alla musica, sottofondo sonoro delle residenze. Sin dall’inizio l’Accademia ha operato in accordo con Soprintendenze, Regione Piemonte, consorzio delle Residenze Reali Sabaude e con il centro di conservazione e restauro La Venaria Reale. La convenzione mette a disposizione delle attività musicali e di studio una sede nel cortile delle carrozze della Reggia, con l’impegno di sostenere presso la residenza alcuni eventi concordati.
Tra questi la celebrazione annuale della festività di Sant’Uberto, e la cerimonia dell’onore del Bottone. Tutte queste attività vengono svolte a titolo di volontariato culturale.
L’Accademia ha creato due particolari formazioni musicali; L’equipaggio ripropone il suono della Trompe de chasse (corno naturale che segnalava le varie fasi della azione venatoria). La scuderia opera sotto la direzione artistica del maestro di musica.
L’Accademia dispone oltre alle trombe da caccia, strumenti barochhi: ottoni, timpani, musette de cour e d archetti barocchi per violino, viola, violoncello e contrabbasso. Tutta questa dotazione consente agli allievi del liceo musicale Cavour di Torino di poter partecipare al progetto scuola-lavoro.
L’equipaggio della Regia Venaria guida il progetto internazionale (Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo) relativo ai suonatori di tromba da caccia nella lista UNESCO. e del ministero dei beni culturali.
La persona che più si è spesa per il progetto, Ing. Giorgio Marinello.
Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

6 dicembre 2018
Hachiko (Il tuo migliore amico)

La storia di Hachiko è forse una delle testimonianze più incredibili di quanto sublime possa essere l’amore di un cane verso il padrone.

Nato a Odate (Giappone) nel novembre del 1923, Hachiko – il cui vero nome era Hachi, della razza canina Akita, il numero otto, considerato benaugurante – è stato adottato a soli due mesi da Hidesaburo Ueno, professore del dipartimento agricolo dell’Università Imperiale di Tokyo.

Pendolare per esigenze di lavoro, per due anni il professor Ueno è stato accompagnato ogni giorno alla stazione del quartiere Shibuya dall’akita, che ogni giorno ne attendeva anche il ritorno dall’università. Ma il 21 maggio 1925, stroncato da un ictus durante una lezione, Ueno muore improvvisamente, – lasciando Hachiko in attesa alla stazione, a guardare i treni passare e sperando in una riunione che non sarebbe mai avvenuta.

Ogni giorno Hachiko si recava alla stazione di Shibuya dove attendeva invano il suo Ueno.
Con il passare del tempo, il cane attirò l’attenzione dei pendolari e la sua storia iniziò a diffondersi.

Nel corso dei 10 anni successivi, il cane fedele ha continuato ad aspettare il suo padrone ogni giorno, fino a quando morì a 11 anni l’8 marzo del 1935, ritrovato in una strada di Shibuya.

Un po’ di tempo fa è stato proiettato un bellissimo film per televisione.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

4 dicembre 2018
“La merenda del contadino”

La ” SOMA D’AJ “ è una semplicissima preparazione della cucina tradizionale piemontese. Emblema della cucina povera e semplice di un tempo, consiste in fette di pane strofinato con aglio e condita con olio d’oliva, sale e pepe. E facile capire perché una volta fosse considerata ” la merenda del contadino “.

In dialetto piemontese il termine ” soma ” indica un carico, quello trasportato in genere in groppa agli animali nelle campagne, il termine ” aj “ è invece l’aglio. Letteralmente la ” soma d’aj “, significa quindi ” carico d’aglio ” per sottolineare l’abbondanza dell’ingrediente più saporito delle ricetta.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

4 dicembre 2018
I NO, dei pentastellati

In questi giorni sparsi per la città vi è un manifesto molto significativo, che elenca tanti NO .

Facendo riferimento alle olimpiadi invernali del 2026, a detta del Sig. Grillo e per il movimento cinque stelle sono una grande occasione, ribadendo che dimostreremo di saperle fare, a zero debiti e in modo sostenibile. Questo è stato “l’endorsement” manifestato dal creatore del movimento, alla possibile candidatura di Torino. Tempo dopo il movimento pentastellato e la sindaca della città hanno deciso di non partecipare alla candidatura con la città di Milano e Cortina, cosi facendo si sono estromessi dalla corsa.

Va tenuto presente  il diverso trattamento riservato dal Sig. Grillo, invece alla prospettiva di ospitare le olimpiadi del 2024 nella capitale, esprimendo una totale negazione.

Lascio a voi valutare se la scelta è stata opportuna, oppure precipitosa nella valutazione per la nostra regione.

Un’altro NO, è stato detto per la TAV (treno ad alta velocità, Torino/Lione)

Tunnel per l’alta velocità lato Francese

Oggi dopo tanti NO da parte del movimento, la sindaca Appendino valuta un NI TAV, è scarica le colpe sul governo. In effetti non è cosi’ chiara, anzi sempre più in difficoltà, e attenta ad evitare scossoni rischiosi per la tenuta del suo mandato. Di fatto ha assunto un atteggiamento ambiguo rispetto a molte delle tematiche cruciali e divisive per la città.

Dopo la massiccia protesta pro TAV e altro, si guarda bene dall’attaccare la piazza, esprimendo il suo malcontento verso i manifestanti. (come invece aveva fatto incautamente la sua collega di partito (movimento) sindaca di Roma.

Si nota anche un ben diverso atteggiamento, rispetto quanto affermato dalla sua consigliera, che aveva bollato l’iniziativa pro TAV da “disperati, anziani, disinformati e madamin salottiere”.

Pertanto il fatidico NO, viene demandato al governo, continuando a sostenere una posizione critica sulla realizzazione del progetto Torino/Lione.

Ulteriore NO, tunnel (forse necessario) piazza Baldissera.

La concentrazione di accessi verso la piazza, e la concentrazione di traffico richiede una soluzione innovativa e immediata.

Sono state suggerite alcune proposte, la realizzazione di un sottopasso che colleghi corso Venezia con corso Principe Oddone, certamente una problematica soluzione, ma forse valida, ma si è subito dubitato della sua bontà.

Altra proposta, si è suggerito, la realizzazione di una doppia rotonda, oppure realizzare una ulteriore corsia attorno alla rotonda, riducendola.

Una alternativa può essere l’installazione di un impianto semaforico, ultima tagliare la rotonda realizzando la continuità tra corso Venezia e corso Principe Oddone , logicamente con impianto semaforico.

Però i NO del movimento cinque stelle non si fermano al piemonte, ma in tutta Italia le grandi opere in corso o previste sono sotto l’occhio vigile del movimento. Ci sono 24 grandi progetti, dalle strade alle ferrovie e anche nuovo ospedale.

Il ponte Morandi prima del crollo.

Alcuni dei progetti che realizzati renderebbero l’Italia migliore:

Alta velocità ,Torino/Lione. – Brescia / Verona/ Padova.

La gronda , collegamento autostradale, Liguria.

Pedemontana Lombarda, Varese/Bergamo e Veneta Vicenza / treviso.

Tunnel Brennero, Italia / Austria.

Passante di mezzo, Emilia Romagna / Bologna.

Darsena europa, Livorno.

Nuovo ospedale, Livorno.

Ponte dei congressi, Roma.

Linea metropolitana 6, Napoli.

Tremo valorizzatore A2A, Sicilia

Ad oggi le uniche attività che hanno avuto un SI sono : la TAP, e la riconversione dello stabilimento ILVA.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

30 novembre 2018
- Il “BALON” di Porta Pila -

L’ormai celebre mercato del “Balon di Torino”, si svolge ogni sabato lungo le vie principali del Borgo Dora. Si tratta del mercato storico delle pulci della città, sulla scena già dal 1857 ospitando i ferramiù e straccivendoli, da cui derivano anche quelle espressioni piemontesi “Mercà dle pate o Mercà di pui” (mercato dei cenci o delle pulci).

Passeggiando tra le vie del “Balon” possiamo trovare e vedere molta rigatteria, dell’antiquariato, un diverso artigianato etnico e filari di bancherelle scomposte con le loro mille cianfrusaglie esposte. E’ facile anche osservare chi rovista nel mucchio di vestiti usati, si possono vedere quelli che  stanno  scrutando questa moltitudine di cose vecchie e di poco valore, c’è chi cerca di fare un affare, la rarità dell’oggetto curioso, che fino a poco tempo prima stazionava impolverato e dimenticato in cantina, e che al “Balon” sembra acquistare vita, non a meno per tutti gli altri oggetti esposti che nel loro essere rivivono nuovamente per l’intera giornata.

Gran mercato, bello per gli amanti del genere, affollatissimo e troppo multietnico, si gira tra un forte miscuglio di varia gente diversa, la zona può essere a rischio di scippo e girovagare tra le bancherelle può essere anche divertente, ma sempre facendo attenzione alla propria borsa e al portafogli.

Nell’estate del 2012, in Via Borgo Dora è stato posizionato il “Turin Eye”, un pallone mongolfiera ancorato ad un cavo d’acciaio, che ogni 20 minuti effettua voli turistici salendo fino a 150 metri di altezza, regalando viste da brivido sulla città.

Per il pubblico appassionato a tale genere, oltre al “Balon del sabato”, c’è anche il “Gran Balon”che dal 1985 è il mercato dell’Antiquariato minore della Città di Torino, si svolge ogni seconda domenica del mese, intervengono operatori non solo del Piemonte ma anche  da altre varie località esponendo con cura le loro merci, mobili, ceramiche, oggettistica, prodotti artigianali e tanto altro ancora.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

27 novembre 2018
“Lappuntamento” (Canzone)

PER TUTTI I… “ROMANTICI”

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------