18 ottobre 2017
Piramide argilla

https://vimeo.com/238478807

Untitled from Tommaso on Vimeo.

Il nostro territorio è ricchissimo di bellezze e sono felice nel mio piccolo di poterle documentare.
Buona visione.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

18 ottobre 2017
Centuripe

rap

Video,fatto bene e sopratutto rende l’idea di quanto bello e meraviglioso sia il nostro paese.Un poco di campanilismo.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

18 ottobre 2017
Il tatuaggio

I Tatuaggi

Con tanta facilità al giorno d’oggi i giovani e non più giovani si fanno tatuare gran parte del corpo  senza rendersi conto delle problematiche che esso comporta. Per saperne di più cliccare qui.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

17 ottobre 2017
SENTIERO DELLE ANIME – ALTA VALCHIUSELLA

A una ventina di chilometri dalla città di IVREA, si apre una valle (chiusa), chiamata Valchiusella, nome preso dal torrente che l’attraversa, per poi sfociare nella Dora Baltea.

Dal centro del paese di Traversella, parte un percorso (chiamato sentiero delle anime) che conduce attraverso un lungo cammino dagli 800 metri, fino ai 1339 metri di quota dei Pian di Cappia. Per percorrerlo, il tempo medio e di ore 2,30, il dislivello è di circa 650 metri, il periodo migliore e più piacevole è Ott/Nov, quando la vegetazione non blocca la vista del panorama. Nel sentiero si ritrova la maggiore concentrazione di petroglifi” dl piemonte su un singolo percorso, in quanto su tutto l’intero tragitto si rileva numerosissime incisioni rupestri, principalmente raggruppate in una decina di punti distanti tra loro, anche di alcune centinaia di metri.

Il sentiero delle anime, è legato a due leggende che non hanno nulla a che vedere con i contenuti delle incisioni.

1) Leggenda, è una superstizione dei pastori locali, interpretando i segni come passaggio delle anime dei defunti. E’, opportuno notare come l’accostamento dei defunti a un presagio di morte, come esempio significativo della credenza popolare.

2) Leggenda, nata da una conoscenza distorta degli avvenimenti storici, vede nei numerosi segni presenti sulle rocce, la rappresentazione dei guerrieri Salassi, che furono sterminati dai Romani che comunque trovarono nell’alto Canavese e Valle D’Aosta una resistenza maggiore rispetto altri territori. La seconda leggenda stravolge la cronologia, perché le incisioni più antiche precedono la conquista Romana del territorio, risalgono all’età del bronzo.

Lungo tutto il sentiero delle Anime si individuano le incisioni, vi è anche un pannello esplicativo, chiaro ed efficace, che indica l’altitudine e il nome del sito,      Riproduce graficamente le traccie che sono presenti sulle rocce, fornisce una prudente interpretazione e verosimile , mai incline a fantasie, inoltre preannuncia il tempo necessario per raggiungere le successive incisioni (questa indicazione ha il pregio di funzionare come incentivo a continuare il percorso),sapendo che il camminatore potrebbe essere tentato di fermarsi, visto che il traguardo successivo è a dieci o venti minuti di marcia, cosi’ ogni volta funziona come una vera e propria spinta psicologica al raggiungimento della fine.

Sapendo che i graffiti più antichi e di conseguenza più abrasi, risultano spesso di difficile identificazione, specialmente in  condizioni di luce sfavorevole, proprio i cartelli che si trovano sul percorso hanno saggiamente previsto di indicare la direzione e la distanza delle incisioni rispetto al pannello stesso. La precisione e la correttezza delle indicazioni aiutano a ritrovare esattamente le incisioni. Vi è anche un pannello che indica una croce incisa, poco più di un centinaio di anni fa, che ricorda la tragica fine di un abitante di Traversella. Quello stesso pannello “oltre alla cronaca nera” precisa ai turisti meno esperti che quel sito non rientra ancora nel percorso dei petroglifi preistorici. Quel pannello funge come efficace messaggio subliminale per evidenziare la differenza tra grafiti prodotti con strumenti moderni e quelli che risalgono all’antichità.

Ovviamente è impossibile descrivere e commentare ogni gruppo di incisioni evidenziate dai cartelli posti lungo il percorso, per tanto una visita sul luogo è la migliore biografia. Comunque per comprendere l’importanza del sito sarà utile percorrerlo, che inizia dopo alcune centinaia di metri dal pannello introduttivo con una grande coppella in località Alvant.La coppella si trova su una ben visibile roccia nel mezzo del sentiero, la sua evidenza induce a pensare che dovesse fungere da segno per indicare l’inizio del percorso. In effetti la coppella di Alvant costituisce in pratica una vera e propria antenata della moderna segnaletica, in quanto ofre una indicazione immediata e non equivoca del percorso da seguire.

SEGUENDO IL SENTIERO, alcuni significativi punti.

> Località “Ròch èd Tòni” si intravede il primo antropomorfo (chiaramente di sesso maschile) accanto ad alcune croci.

> La pratica di trasformare le coppelle in croci pomate, appare più evidente nella stazione di “Munt ed le Roche” la tecnica incisoria probabilmente e di epoca medievale.

> In località “Traunt” un gruppo di rocce contengono una grande concentrazione di figure.

> Il sito del “Mont ed Rivelle” compare una grande rocca spaccata in tre parti, quella centrale ha la forma di un triangolo isoscele. I massi centrale e di destra presentano le consuete croci, mentre il masso di sinistra contiene delle figure interessanti.

> In località ” Carette” vi è una sorta di muricciolo a secco che separa due rocce istoriate, poste in una posizione incantevole a strapiombo sulla valle. Da li si gode una splendida vista sulle baite di Cappia.

> In prossimità delle baite compare un’altra figura antropomorfa, sicuramente preistorica, la fantasia popolare la colloca come un ricordo funestre nei confronti di un pastorello precipitato in quel luogo.

> L’area dei “Piani di Cappia” si caratterizza da un pianoro che favoriva la stanzialità , il che nei prolungati soggiorni quel luogo stimolava la fantasia inducendo come passatempo l’esecuzione delle incisioni. SIGNIFICATI DI ALCUNE PAROLE

ANTROPOMORFI , Sono una specie di omini stilizzati, alcuni asessuati, altri con sesso.

COPPELLE, Incavo ricavato dall’uomo sulla superficie delle rocce.

PETROGLIFI, Incisioni rupestri o graffiti.

GUERRIERI DEI SALASSI, Vennero uccisi dai soldati Romani tra le provincie di Pistoia e Prato.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

17 ottobre 2017
“Animazione alla festa d’Autunno di via Chiesa della Salute”

Domenica 15-10-2017 in Via Chiesa della Salute si è svolta la Festa d’Autunno, organizzata dai commercianti della zona, con una vasta esposizione di banchi di merce.

Molto numerosa è stata la partecipazione dei cittadini.

Nella prima parte del filmato si può vedere una coppia di allievi del corso che balla la Kizomba.

Nella seconda… si può ammirare una coppia di giovanissimi ballerini che ballano una Baciata…

Buona visione…

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

14 ottobre 2017
“Festa di Via Chiesa della Salute”

Domenica 15 ottobre 2017 l’ Associazione di Via Chiesa della Salute organizza una festa denominata: “Festa d’ Autunno III Edizione”.

Uno dei fini principali della suddetta manifestazione è la promozione delle attività economiche della Via e delle Vie limitrofe, in un contesto festoso e di aggregazione sociale, al fine di far conoscere ad un pubblico più vasto e qualificato Via Chiesa della Salute, fornendo altresì le premesse per costruire un contesto commerciale più coeso e con obbiettivi comuni.

Per rendere la manifestazione più accattivante, saranno invitate e coinvolte le Attività produttive tipiche del territorio e le Associazioni Culturali fondamentali nel Borgo Vittoria  con le quali l’Associazione ha intrapreso, nell’ultimo anno, attività congiunte molto apprezzate.

Sarà presente l’Associazione protezionistica  “Nella Terra dei Cavalli” che coinvolgerà i più piccini, coraggiosi, con dei giri sui pony.

Nel pomeriggio animazioni musicali dislocate in 4 punti della via animeranno la festa e coinvolgeranno i partecipanti nelle loro performance, un trucca bimbi farà partecipi i più piccini che si presteranno ed infine artisti di strada completeranno l’animazione della stessa.

Partecipate numerosi…

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

13 ottobre 2017
Le geniali decrittatrici

Le geniali decrittatrici dimenticate dalla Storia

Queste geniali donne hanno decifrato codici di guerra, sventato congiure, sgominato bande criminali, dando il loro contributo femminile alla criptoanalisi che fu fondamentale in quel periodo storico. Per la loro dimenticata bravura desidero riportare a conoscenza la loro storia. per saperne di più cliccare qui.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

6 ottobre 2017
LA NATURA IN AUTUNNO

Come tutti gli anni l’autunno sotto l’aspetto coreografico nei suoi colori è il periodo di maggiore spettacolarità, cambiano completamente aspetto e assumono con gradualità i colori più intensi e con le sfumature più calde, rispetto alle altre stagioni (anche esse importanti).

Su Focus un articolo ne rappresenta alcuni aspetti decisamente chiarificatori e emblematici, per  vedere alcune meraviglie che la natura ci dona CLICCARE QUI.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

5 ottobre 2017
le feuilles mortes………

leggete leggete……..oggi in corso Lombardia ,nel giardino,  hanno passato la spazzatrice che ha già raccolto le foglie cadute……..buon inizio…

JACQUES PREVERT

Vedi: non ho dimenticato.
Le foglie morte cadono a mucchi
come i ricordi e i rimpianti
e il vento del nord le porta vi
a
nella fredda notte dell’oblio.
Vedi: non ho dimenticato
la canzone che mi cantavi.
È una canzone che ci somiglia.

………………………………………….

Ma la vita separa chi si ama
piano piano
senza far rumore
e il mare cancella sulla sabbia
i passi degli amanti divisi.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------

5 ottobre 2017
GIOIE………..HAI HAI HAI CHE DOLORI

Da FACEBOOK SE SEI DI TORINO E OLTRE..

Cavalcavia di corso Grosseto, da lunedì 9 ottobre
modifiche alla viabilità in via Stradella

Dalla prossima settimana partiranno i lavori preliminari all’abbattimento del cavalcavia di corso Grosseto. Si tratta di un intervento necessario per consentire il futuro spostamento delle carreggiate

05/10/2017 15:21:19

Modifiche viabilità in via Stradella per il tunnel di corso Grosseto (© Comune Torino)

Modifiche viabilità in via Stradella per il tunnel di corso Grosseto (© Comune Torino)

TORINO – Mancano pochi giorni all’inizio dei lavori preliminari all’abbattimento del cavalcavia di corso Grosseto. Lunedì prossimo, il 9 ottobre, gli operai saranno in via Stradella per quello che è un intervento necessario per consentire il futuro spostamento delle carreggiate, in seguito all’apertura dell’area di cantiere per la demolizione delle strutture durante la realizzazione del collegamento Torino-Ceres.

VIABILITA’ – Come a luglio, da lunedì sarà modificata la viabilità in via Stradella. In particolare il traffico sarà interrotto tra corso Grosseto e corso Potenza dove le auto saranno costrette a deviare. Il Comune ha già fatto sapere che a breve sarà installata la segnaletica di indirizzamento a partire dall’intersezione della via con il Passante Ferroviario. I veicoli che percorrono via Stradella, diretti oltre il nodo di corso Grosseto,  potranno utilizzare le vie Casteldelfino o Lucento.

Bookmark and Share
-------------------------------------------------------------------------------------------------