Archivio della Categoria 'Senza categoria'

- Solstizio d’estate -

mercoledì 21 giugno 2017

Il caldo è scoppiato da giorni ma adesso si può dare ufficialmente il benvenuto all’estate 2017:  alle ore 6,20 di oggi 21 giugno, infatti è il solstizio d’estate con il suo giorno più lungo dell’anno, con oltre 15 ore di luce.

AUGURI A MARINA

domenica 18 giugno 2017

AUGURI DALLE RAGAZZE E DAI RAGAZZI DEL BLOG DELLA CIRC.5  UN ABBRACCIO

Secondo il Martirologio Romano,Santa Marina si festeggia il 18 giugno, e il 17 luglio si celebra la traslazione delle sue reliquie da Costantinopoli a Venezia, avvenuta nel 1231. Le notizie della sua vita sono chiamate legenda. Nella chiesa infatti si raccoglievano le gesta dei santi che poi venivano trascritte perché fossero di esempio a tutti i cristiani e venivano lette durante la messa, perciò si chiamavano “legende” – quia legenda erant – perché dovevano essere lette. L’altare di questa santa è meta di pellegrini provenienti da tutto il mondo, in particolare dalle località dell’Italia centro meridionale, dove è ancora venerata.

Marina era nata a Qalamoun nel Nord del Libano. Suo padre Eugenio era un pio uomo. Sua madre morì quando Marina era molto piccola. Fatto che indusse il padre a rinunciare al mondo per ritirarsi nel Monastero di Qannoubine nella Valle Santa, accompagnato dalla figlia, che vestì da maschio, introdotta ai monaci col nome di Marino. La giovane si dedicò alla pratica delle virtù monastiche con massima spiritualità e precisione.

Un giorno, mandato in missione in una città vicina, dovette trascorrere la notte a casa di un amico dei monaci che sia chiamava Paphnotius, la cui figlia era incappata in adulterio e rimasta incinta. Quando il padre scoprì il fatto s’infuriò e la figlia attribuì la colpa al monaco. L’uomo andò subito al Monastero dal Superiore che chiamò Marino e lo sgridò, ma questi non disse nulla per discolparsi. Il suo silenzio fu interpretato come un’ammissione di colpa e Marino fu condannato a svestire l’abito. Quando la figlia partorì, il nonno portò il bambino al Monastero e lo affidò a Marino che lo allevò con ciò che i monaci usavano dargli, latte di capra e avanzi. Marino sopportò la vergogna senza nessun lamento per quattro anni, poi il Superiore mosso a compassione lo riammise al Monastero sotto severissime condizioni.

Marino perseverò nella sua opera ascetica fino alla morte quando i segni del suo volto brillavano di luce divina. Grande lo stupore dei monaci quando, nel preparare il corpo per la sepoltura, scoprirono che Marino era una donna. Il Superiore e i monaci s’inginocchiarono davanti al corpo immacolato, chiedendo perdono a Dio e all’anima della santa divina.

Privacy…… all’ospedale…..

giovedì 1 giugno 2017

stamattina sono andata al Pronto Soccorso del’ospedale Maria Vittoria e mentre aspettavo ho notato la totale mancanza di “Privacy” per i pazienti che arrivano in ambulanza.

Le ambulanze arrivavano in continuazione e “scaricavano le barelle” in mezzo ai pazienti in attesa di visita: per lo più erano persone anziane con ferite al viso o alle gambe per cadute varie con abiti sporchi logicamente di sangue, senza essere coperti, oppure altri che arrivavano da casa in pigiama o in camicia da notte povere vecchiette rannicchiate sotto le lenzuola… dimenticavo anche bambini mezzi svestiti per cadute o altro…..
Dovrebbero fare una sala solo per i pazienti in attesa di visita e evitare agli altri e a loro la “passerella”

e un po’ di privacy, ci vuole un po’ di rispetto per i malati…….

e……. i genitori non sono più quelli più di una volta………

giovedì 1 giugno 2017

-povero bambino deve pur fare e imparare qualcosa….

-portano il bambino a vedere i rally
-portano il bambino a correre sulle motorette
-portano il bambino a fare le scalate
-portano il bambino ai giardini anziché guardarlo giocano o telefonano col cellulare o qualche volta chiacchierano fra mamme….
-portano il bambino dall’omeopata (fa tanto moderno) anziché dal caro pediatra o al Regina Margherita……
– potrei proseguire ancora …………ma…….

“SENIOR CIVICO”

martedì 23 maggio 2017

“Senior Civico” è un progetto del Comune di Torino che ha come scopo la valorizzazione delle competenze degli anziani.

Aderendo a una rete di volontari, anziani di Torino e dell’area metropolitana, possono mettere le proprie abilità e conoscenze a disposizione della cittadinanza.

L’iniziativa “Senior Civico” darà la priorità ai talenti di ognuno dei volontari e troverà il settore migliore dove impiegarle.

Festa della mamma

domenica 14 maggio 2017

Una mamma non muore mai,

resta nei ricordi dei propri figli

e in ciò che non credono di aver

dimenticato.


La sciagura del grande Torino calcio

martedì 18 aprile 2017

Il grande Torino delle scene molto commoventi, la sciagura del maggio 1949 a Superga la registrazione del pilota con la torre di controllo poi la sciagura che tutti ricordiamo.

cunicoli sotterranei

mercoledì 5 aprile 2017

Cunicoli sotterranei

Quante meraviglie si celano sotto terra. Gallerie, statue, murales e tanto altro ancora.

per ammirare queste meraviglie e saperne di più premere qui

Il decespugliatore birichino…….

mercoledì 5 aprile 2017

Un paio di anni fa c’era un operatore ecologico che scrupolosamente spazzava, vuotava i cestini ,insomma, diligentemente teneva pulito Corso Lombardia, Piazza Nazario Sauro e le vie limitrofe.
Una mattina, l’operatore ecologico diligente, vedendo dei cespugli d’erba prese il “decespugliatore” e cominciò ad azionarlo.
Era quasi giunto alla fine quando una pietra schizzo sul lunotto posteriore di un auto parcheggiata (la Mia).
L’operatore sempre molto diligente mise un biglietto sul parabrezza con tutti i dati per avviare la pratica (che andò a buon fine con il rimborso del lunotto)
Tutto questo per ricordare che circa un anno fa gli operatori ecologici si vedevano e pulivano…..adesso se ne vede uno si e no alla
settimana è tutto: sporco pieno di immondizie, lattine e bottiglie di birra…..ect …
E non è finita qui… perché, nel giardino, nell’area giochi c’erano degli operatori che pulivano e lavavano i giochi due volte alla settimana…adesso si vedono una volta al mese..di conseguenza è tutto sporco pieno di rifiuti e di cartacce e non basta perché i cani li fanno scorrazzare, sempre nell’area adibita ai giochi, e solitamente fanno i loro bisogni…….
ecco perché rimpiango il decespugliatore birichino

alors vous voulez danser……….

venerdì 31 marzo 2017

via GIPHY

via GIPHY