Archivio della Categoria 'Attualità'

Polveri sottili come vettori dei virus?

sabato 4 aprile 2020

Potrebbe essere questa la ragione per cui il VIRUS ha viaggiato più veloce e massicciamente nella pianura padana?

NUMERI  DI CASI RILEVATI AL 12/03/2020

Esiste una relazione tra l’inquinamento atmosferico e la diffusione di virus nelle popolazione umana ?

MAPPA DEL CONTAGIO

Molte università italiane, esperti di medicina ambientale hanno fatto infiniti studi sulla diffusione dei virus, vi è una correlazione comprovata scientificamente che correla l’incidenza dei casi di infezione virale con le concentrazioni del particolato nell’atmosfera.

E’ noto che il particolato funziona da vettore di trasporto per altri contaminanti, sia chimici che biologici, incluso i virus, che si attaccano (con un processo di coagulazione) al particolato atmosferico costituito da particelle solide e/o liquide in grado di rimanere nell’atmosfera per ore, giorni o settimane e possono essere trasportate anche per lunghe distanze, inoltre costituisce un substrato che può permettere al virus di rimanere nell’aria in condizioni vitali per un certo tempo, nell’ordine di ore o giorni.

Dipende dalle condizioni ambientali, se la temperatura è in aumento e la radiazione solare è importante, l’influenza che produce e rendere il virus meno attivo, invece l’umidità e il freddo favorisce un più elevato tasso di diffusione.

Nei casi precedenti di contagio da virus le ricerche hanno evidenziato una correlazione molto stretta tra la concentrazione del particolato atmosferico è la diffusione dei virus.

Esiste già una prima analisi sulla diffusione del virus COVID-19 in Italia in relazione ai superamenti dei limiti di PM10, sono stati analizzati per ciascuna provincia italiana, i dati rilevati dalle agenzie regionali (ARPA). Le analisi fatte sembrano indicare una relazione diretta tra il numero di casi COVID-19 e lo stato di inquinamento da PM10 dei territori. (la relazione tra i superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni del particolato e la proliferazione delle infezioni.)

Si evidenzia chiaramente l’espansione dell’infezione nelle regioni del Nord Italia, mostrando delle accelerazioni anomale  nella pianura padana dove i focolai risultano particolarmente virulenti, e dove si riscontra un elevato inquinamento atmosferico lasciando ipotizzare una diffusione tramite un veicolante.

SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI

Un suggerimento , prima di distruggere il nostro bel pianeta (perché solo noi siamo in grado di farlo e ci stiamo riuscendo ) è contenere l’inquinamento atmosferico con misure appropriate evitando che la nostra  cecità ci impedisca di vedere quello che le stiamo facendo.

PROTEZIONE PERSONALE

Oggi stiamo già subendo delle restrizioni , personali e quelli  dei nostri cari, domani forse nemmeno quelli ci salveranno.

“Viva le donne”

domenica 8 marzo 2020

L’8 Marzo, Festa delle Donne.. E’ una importante ricorrenza per ricordare le lotte fatte dalle donne, in un passato non troppo lontano per ottenere la sex quality.

In particolare la data dell’8 marzo ricorda il tragico episodio in cui 129 operaie di una industria newyorchese, mentre scioperavano contro le tremende condizioni in cui erano costrette a lavorare, furono bloccate all’interno della fabbrica e vennero bruciate vive.

Oggi non dobbiamo dimenticare i grandi sacrifici fatti dalle donne che ci hanno preceduto e quelle che lo stanno facendo tutt’ora, festeggiamo con consapevolezza questa giornata a loro dedicata . E’ solo a voi donne di tutto il mondo, vada il mio augurio più gradito con un “Viva le donne”.

SPESAAAAAAAAAAAAAAAAAA

martedì 25 febbraio 2020

Questa mattina sono andata a fare la spesa alla Coop di corso Molise……..ho trovato tutto normale come sempre (senza nessuna ressa) l’unica cosa che mancava,naturalmente era il gel per le mani…..
ho constatato che a noi italiani piace la pasta con pomodoro di conseguenza ho visto dei carrelli con scorta di pasta, pelati,scatolame vario….. non esagerato…
Banco verdura  con bella e carina sorpresa…….

anche al mercato di corso Cincinnato tutto normale………..

chiamare l’ambulanza per pronto soccorso……

venerdì 21 febbraio 2020

da La Stampa del 21/2/2020

L’interno di un’ambulanza ispezionata

“Ambulanze insicure Veicoli senza revisione e abitacoli pericolosi

Due ambulanze senza revisione e condizioni interne non a norma per circolare in sicurezza.

…….. hanno effettuato una serie di verifiche sui veicoli adibiti al soccorso e al trasporto su richiesta. Entrambe le ambulanze sono di un’associazione di volontariato che offre servizi assistenziali con veicoli equipaggiati con il dispositivi di rianimazione cardiologica.

………. Innanzitutto le ambulanze sono state trovate senza revisione. Ma le irregolarità più serie sono state riscontrate all’interno degli abitacoli. A bordo di un veicolo è trovato un vetro rotto. Condizione che non garantisce la sicurezza del trasporto di un malato.

Su un altro sono state scoperte bombole d’ossigeno vuote, l’una a fianco all’altra in una posizione considerata pericolosa. In caso di sterzate o frenate improvvise, sarebbero potute cadere, provocando delle conseguenze.

Entrambe le ambulanze sarebbero risultate sprovviste di documenti di autorizzativi a prestare il servizio sanitario, rilasciati dalle autorità competenti. In assenza di questi atti, i due mezzi andrebbero considerati tecnicamente «abusivi», quindi non autorizzati a circolare.

L’associazione, che fornisce tra l’altro servizi infermieristici e di assistenza a manifestazioni, anche sportive, ora dovrà giustificare perché quei documenti, obbligatori, non fossero presenti a bordo. I controlli sono partiti nell’ambito di un’attività iniziata dopo che, lo scorso ottobre, un uomo era deceduto mentre veniva trasportato all’ospedale di Rivoli su un’ambulanza.”

A VOI  L’ARDUA SENTENZA……

E’ ORMAI FINITO IL MERCATO A MAGGIOR TUTELA !!!

martedì 18 febbraio 2020

Una rivoluzione è già arrivata, e riguarda le operazioni bancarie ONLINE, l’altra è in arrivo e riguarda la sottoscrizione di fornitura di energia elettrica e/o gas.

I cambiamenti avranno un impatto sulla nostra vita privata, sia economica che sociale.

Il primo cambiamento è già avvenuto , in data 14/09/19, con la richiesta da parte dell’unione europea alle banche, di mandare in “pensione” la CHIAVETTA  (Token fisico), che è quello che genera il codice numerico usa e getta, utile per fare i movimenti sul conto online.

Nuova chiavetta  – token

E’ stata sostituita con una PASSWORD numerica, anche essa valida per una volta, viene generata con un’applicazione sullo SMARTPHONE e fornita dalla banca medesima.  L’intento è di rendere quasi impossibile la falsificazione della password e di conseguenza,  proteggere i nostri conti correnti.

smartphone per generare Password

Pero non tutte le banche hanno deciso di impiegare il “MOBILE TOKEN” optando per nuovi sistemi di autenticazione, naturalmente tutto questo impone che le persone abbiano uno smartphone con sistema operativo aggiornato, cosa che non sempre è possibile.

L’altra novità riguarda la fine del mercato dell’energia a “MAGGIOR TUTELA” . Probabilmente a partire dal mese di Luglio ’20, si dovrà passare al “LIBERO MERCATO”.

PER NOI COSA CAMBIA ?

Non avremo più un contratto che prevede un prezzo negoziato, ogni tre mesi dall’autorità statale che regola il settore, ma dovremo sottoscrivere un contratto con un fornitore privato, si potrà scegliere se restare con lo stesso operatore oppure cercare un’alternativa, già oggi possibile.

L’autorità per l’energia ha realizzato un portale che permette agli utenti di trovare le migliori proposte commerciali, calcolate sulla base dei propri consumi. ( www.ilportaleofferte.it

contatore elettrico – nuova generazione

Se si ha dei dubbi , sulla nuova società fornitrice, vi è una garanzia dall’autorità che la fornitura abbia una continuità, anche se la ditta fallisse.

Se non si è convinti del nuovo contratto stipulato sul libero mercato, si può usufruire delle ” offerte Placet”, le quali prevedono che tutti i venditori di elettricità e gas debbano inserire tra le proprie proposte commerciali una offerta a prezzo libero, con condizioni equiparate ai contratti a tutela Placet.

I prezzi vengono determinati dal venditore, ma con condizioni contrattuali definite dall’autorità. La durata sarà indeterminata ma le condizioni economiche si rinnoveranno ogni 12 mesi, si può recedere in qualunque momento.

Il contratto di fornitura “PLACET” non prevede l’unione elettricità e gas, e quindi vanno sottoscritti due contratti distinti.

Via Stradella ennesimo cantiere……

giovedì 30 gennaio 2020

I commercianti: “Per noi un nuovo danno quando avevamo appena rialzato la testa” Nuovi cantieri “a sorpresa” bloccano via Stradella

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Dai pipistrelli ai serpenti

giovedì 23 gennaio 2020

Secondo fonti Cinesi il virus che sta preoccupando il mondo sarebbe stato trasmesso da animale a animale e poi all’uomo, leggere QUI per approfondire.

Cosa possiamo fare, praticamente nulla, siamo in balia degli eventi. Speriamo che trovino un rimedio prima che diventi una pandemia.

Esistono gli extraterrestri ?

mercoledì 8 gennaio 2020

E’,  soprattutto, si sono avvicinati al nostro pianeta ? (oggi più di ieri vi è un ritorno nel credere che non siamo soli nell’universo, come lo intendiamo noi.)

La sigla UFO ( Unidentified Flying Objects) oggetti volanti non identificati, venne creata dall’aviazione americana nel 1949, dopo che si erano verificati numerosi avvistamenti da parte di persone ritenute attendibili, tra cui alcuni piloti di aerei, di oggetti misteriosi, con diverse forme, cosi’ detti dischi volanti.

In due anni si verificarono più di trecentocinquanta avvistamenti, di cui trentacinque non ottennero mai una convincente spiegazione. Navi aliene o prototipi militari, sono sempre ricoperti dal massimo riserbo. Il dubbio rimane, anche se misteriosi avvistamenti di oggetti volanti non identificati si sarebbero verificati anche in secoli più remoti.

Ogniuno di noi ha delle convinzioni e delle certezze, pero in quel campo la fantasia galoppa, sicuramente ci crede negli alieni probabilmente ha una sensibilità diversa, non per questo migliore di chi è agnostico.

Ognuno la pensi come crede, ma tutti debbono ricordarsi che l’universo è infinito.

il Castagno

mercoledì 27 novembre 2019

castagno

da Google:

“Siamo nel cuore del Roero, a pochi chilometri da canale, a Monteu Roero, un piccolo borgo

adagiato proprio lì dove si dispiega il tratto più spettacolare delle Rocche del Roero. Se

avete pazienza, potete seguire il sentiero della Castagna Granda vi porta dritto a un

esemplare unico di castagno monumentale di oltre 400 anni. La sua circonferenza supera

i 10 metri e per girargli tutt’intorno, 13 persone si devono tenere per mano”.

questo castagno è di proprietà dello zio della mia amica.

“Alda Merini”

sabato 2 novembre 2019

Il primo novembre di 10 anni fa, a 78 anni, moriva Alda Merini, tra le più grandi poetesse italiane. Nata a Milano il 21 marzo 1931, Alda Merini cominciò a comporre le prime liriche giovanissima, a 16 anni.

Un’esistenza difficile la sua, segnata dal disagio fisico ed economico, in un ventennale entrare e uscire da ospedali psichiatrici, tra gli anni Sessanta e Settanta.

Nella sua carriera artistica, Alda Merini si e’ cimentata anche con la prosa in ‘L’altra verita’. Diario di una diversa’, ’Delirio amoroso’, ‘Il tormento delle figure’, ‘Le parole di Alda Merini’, ‘La pazza della porta accanto’ (con il quale vinse il Premio Latina 1995 e fu finalista al Premio Rapallo 1996), ’La vita facile’, ‘Lettere a un racconto. Prose lunghe e brevi’ e ‘Il ladro Giuseppe. Racconti degli anni Sessanta’ e con gli aforismi ‘Aforismi e magie’.

Nel 1996 era stata proposta per il Premio Nobel per la Letteratura dall’Academie Francaise e ha vinto il Premio Viareggio. Nel 1997 le e’ stato assegnato il Premio Procida-Elsa Morante e nel 1999 il Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Settore Poesia.

Il 1 novembre 2009 morì a Milano, nel reparto di oncologia dell’ospedale San Paolo di Milano.

Tra le sue poesie più belle ho scelto:

“QUELLE COME ME”

Quelle come me regalano sogni, anche a costo di rimanerne prive.
Quelle come me donano l’Anima,
perché un’anima da sola è come una goccia d’acqua nel deserto.
Quelle come me tendono la mano ed aiutano a rialzarsi,
pur correndo il rischio di cadere a loro volta.
Quelle come me guardano avanti,
anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro.
Quelle come me cercano un senso all’esistere e, quando lo trovano,
tentano d’insegnarlo a chi sta solo sopravvivendo.
Quelle come me quando amano, amano per sempre.
e quando smettono d’amare è solo perché
piccoli frammenti di essere giacciono inermi nelle mani della vita.
Quelle come me inseguono un sogno
quello di essere amate per ciò che sono
e non per ciò che si vorrebbe fossero.
Quelle come me girano il mondo alla ricerca di quei valori che, ormai,
sono caduti nel dimenticatoio dell’anima.
Quelle come me vorrebbero cambiare,
ma il farlo comporterebbe nascere di nuovo.
Quelle come me urlano in silenzio,
perché la loro voce non si confonda con le lacrime.
Quelle come me sono quelle cui tu riesci sempre a spezzare il cuore,
perché sai che ti lasceranno andare, senza chiederti nulla.
Quelle come me amano troppo, pur sapendo che, in cambio,
non riceveranno altro che briciole.
Quelle come me si cibano di quel poco e su di esso,
purtroppo, fondano la loro esistenza.
Quelle come me passano inosservate,
ma sono le uniche che ti ameranno davvero.