Archivio della Categoria 'Ricette'

storia del cioccolato Torinese

sabato 6 febbraio 2016

La storia dell’amore tra Torino ed il cioccolato risale a diversi secoli fa. Nel 1560, Emanuele Filiberto di Savoia servì ai cittadini torinesi una tazza fumante di cioccolata calda per festeggiare il trasferimento della capitale ducale da Chambéry a Torino. Fu amore a prima vista, anzi a primo sorso.

Alla corte erano ghiotti di questa novità e già dal 1600 iniziò il rito della Merenda Reale (un modo per spezzare la fame tra il pranzo che si svolgeva alle 11.00 e la cena prevista alle 16.00, ma anche durante la serata) che diventò ben presto una consuetudine.

“Frappè alla Frutta”

lunedì 20 luglio 2015

In Estate per rinfrescarsi un po i Frappè sono davvero delizioni.

Sono buoni e sani, gli ingredienti di base sono sempre frutta fresca, latte, succo di frutta e alcune volte il gelato e la panna.

Alcune ricette da preparare a casa:

Ecco i migliori frappè per l’estate:

…….e per Pasquetta vi regalo la “Torta Pasqualina”….. (peccato che sia solo virtuale ah ah )

sabato 7 aprile 2012


La storia della Torta Pasqualina

torta Questa torta dalle origini assai antiche (ne è attestata l’esistenza nel XV secolo), è una famosa specialità genovese, chiamata così perchè si usava (e si usa) prepararla e mangiarla soprattutto a Pasqua.
Questa torta salata si prepara anche con i carciofi, ma la tradizionale torta Pasqualina è fatta solo con le bietole, poiché nel periodo pasquale i carciofi non erano a buon mercato, mentre le umili bietole di campagna erano in pieno germoglio e tutti potevano permettersi di acquistarne in quantità. Tradizione vuole che i fogli di pasta che compongono la torta pasqualina siano esattamente 33, in ricordo degli anni di Gesù, ma in pratica ci si “accontenta” anche di meno. Non solo: come spesso accade nei piatti tipici di origini molto antiche gli ingredienti della torta Pasqualina, uova e formaggio, erano alimenti pregiati che venivano consumati solo nelle grandi ricorrenze.
In Liguria, al posto della ricotta, si utilizza la prescinseua, una sorta di cagliata di latte molto leggera, reperibile in alcune gastronomie particolarmente fornite.
Il segreto della riuscita della ricetta sta nella preparazione della pasta che va fatta senza uova e dev’essere veramente sottilissima. La torta Pasqualina è buona sia tiepida che fredda.”

e eccovi la ricetta….

Trippa e ceci ” cisrà ”

sabato 5 novembre 2011

A spasso per le langhe

Alcune sere fa, facendo zapping tra le varie emittenti locali, mi ha incuriosito un simpatico presentatore che stava assaggiando una zuppa e ne enfatizzava  il sapore e la bontà.

La cuoca spiegava che era un piatto tipico delle langhe che veniva preparato dalle massaie nei giorni di mercato. Veniva messo sul fuoco al mattino, così le donne potevano andare al mercato, al ritorno a mezzogiorno era belle e pronto.

Sono andato alla ricerca su internet della ricetta, l’ho trovata,l’ho provata ed essendomi piaciuta voglio condividerla con voi. E’ una ricetta un po’ rustica, non certo per palati sopraffini, ma è semplice da preparare e buon appetito!

TRIPPA E CECI ( cisrà )

Ingredienti:

  • 250 gr. di ceci ammollati la sera prima.
  • 500 gr. di trippa mista.
  • 300 gr. di porro.
  • 2  patate.
  • 2  gambe di sedano.
  • 2  foglie di alloro.
  • 1  cipolla.
  • ¼ di cavolo.
  • Sale, pepe, olio q.b.

Tritate la cipolla e imbionditela in olio, aggiungete le patate, il sedano, i porri e il cavolo, il tutto tritato finemente.

Soffriggete per qualche minuto, aggiungete la trippa tagliata a pezzi e i ceci ammollati, coprite con acqua, salata  pepate. Mettete poi le foglie di alloro, portate a bollore, quindi cuocete a fuoco moderato per due ore girando di tanto in tanto.

Si può servire in ciotola

“Sorbetti alla Frutta”

sabato 6 agosto 2011

In questo periodo fa sempre piacere gustare un rinfrescante sorbetto alla frutta, mentre si ascolta un pò di musica preferita. Io ho scelto quello all’Ananas, ma volendo si può scegliegliere la frutta di stagione preferita, gli incredienti base sono uguali per tutti.

Oltre ai sorbetti il sito contiene numerose ricette di primi, di secondi a base di carne e di pesce, di dolci, di dessert, di coktail. Potete sbizzarrirvi nel preparare gustosi piatti.

Ingredienti
300 g polpa di ananas
200 g zucchero
1/4 l acqua
Succo di 1 limone
1 albume
 
Preparazione
In una casseruola mescolate a fuoco lento acqua e zucchero, finché questo non si sarà sciolto; poi lasciate raffreddare.
Frullate la polpa di ananas con un po’ di sciroppo di zucchero e succo di limone e versate e mettete tutto nel freezer.
Dopo un’ora, quando questo composto si sarà un po’ rappreso, unite l’albume montato a neve.
Rimettete in freezer per altre due ore.

Per altri sorbetti alla frutta e ricette varie: Consultare il SITO WEB.

INSALATA DI RISO

sabato 21 maggio 2011

Io l’insalata di riso la faccio così:

Ingredienti:

Fare bollire per 15 minuti il riso parboiled, scolarlo e raffreddarlo sotto l’acqua corrente. In un po’ di acqua salata fate cuocere i pisellini primavera.

In un capiente recipiente sminuzzate il tonno, aggiungete tutti gli altri ingredienti ed infine il riso. Condite con l’olio extravergine di oliva e aggiustate di sale. Volendo si può guarnire il tutto tagliando a fette sottili un uovo sodo.

- 250 gr. di riso parboiled

- 125 gr. di dadini di prosciutto cotto

- 100 gr. di formaggio a dadini ( berna o Emmental )

- 90 gr. di cipollotti

- 90 gr. di champignon

- 140 gr. di mais dolce

- 200 gr. di tonno in scatola

- 100 gr. di olive nere

- 100 gr. di olive verdi a listarelle

- 100 gr. di wurstel

- 100 gr. di pisellini primavera

- 20 gr. di capperi

Antica ricetta piemontese

mercoledì 22 dicembre 2010

Siamo prossimi al Natale  , le famiglie si riuniscono per festeggiare l’Evento.

Grandi pranzi e mangiate, perchè il piu antico e sentito modo di festeggiare è pranzare in compagnia delle persone che ci sono piu’ care.   Scorpacciate e brindisi sono di casa in questi festeggiamenti.   Purtroppo poi dovremo smaltire cio’ che si e’ accumulato di troppo. Ma bisogna pure ogni tanto lasciarsi andare!

Io vorrei pubblicare una antica ricetta piemontese riguardante acciughe marinate un po’ speciali,  ottime come antipasto.          Ecco qua!

Quattro etti di acciughe sfilettate e lavate solo con aceto.

Mettere nel mixer due etti di prezzemolo

due spicchi di aglio           due  peperoncini piccanti

due  tuorli di uovo sodo (se qualcuno non sa fare l’uovo sodo vada  a rileggersi la precedente ricetta)

una pagnottina di pan secco  bagnata nell’aceto

olio di extra vergine di oliva,quanto basta per ottenere una salsina

mescolare bene nel mixer.

Ora alternare in un recipiente adatto uno strato di acciughe con uno strato di salsina. Ecco fatto!   aspettare almeno due giorni prima di mettere in tavola .  Buonappetito!!!

                                                                  Vemo.

Sorbetto Mela verde e Calvados

lunedì 30 agosto 2010

Ciao amici vorrei proporvi la ricetta del “Sorbetto alla Mela Verde e Calvados” Perche quando siamo andati a mangiare la pizza l’ultima volta, avevo notato che era stato molto gradito!

Ingredienti per 4 porzioni             

Preparazione

800 gr di mele verdi

350 gr d’acqua

350 gr zucchero

2 limoni

1 albume d’uovo

4 cucchiai di calvados

Bollire l’acqua con lo zucchero, far raffreddare lo sciroppo e unirvi il succo filtrato dei limoni.

Sbucciare le mele, privarle del torsolo, frullarle e unirne il purè allo sciroppo.

Montare a neve l’albume e amalgamarlo delicatamente al composto che va poi versato nella gelatiera (o in freezer, mescolandolo ogni tanto) e fatto rassodare in freezer.

Al momento di servire completare con il calvados.

Torta alla Polenta

giovedì 27 maggio 2010

Ricetta per preparare una torta alla polenta.

Ingredienti:
200  grammi di farina bianca
200 grammi di farina gialla (polenta val sugana)
200grammi di zucchero
2 uova
200 grammi di burro
una  bustina di lievito bertolini per dolci
un bicchiere di latte.

PREPARAZIONE
Mettere le due farine in una ciotola, aggiungere lo zucchero e il lievito e mescolate il tutto. Mettere le due uova e mescolare, aggiungere il burro dopo averlo fatto fondere, aggiungere il latte e mescolare ripetutamente. Quando il tutto è amalgamato bene preparare una teglia di 28 cm circa, imburrarla bene rovesciare il tutto dentro di essa e infornare con il forno a 180° per circa 20- 30 minuti controllando con uno stuzzicadenti al centro della torta che sia cotta bene!

Buon Appetito

Antica ricetta

venerdì 23 aprile 2010

Dopo parecchio tempo di stasi ,per colpa del mio computer che aveva una sgradevole malattia,( curata con un esborso molto oneroso) rieccomi sul blog|

Questa volta vorrei pubblicare una antica ricetta sempre attuale:

                  L’UOVO SODO.

Per comincare bisogna disporre di uno o piu’ uova,possibilmente di gallina,perche quelli di quaglia sono troppo piccoli, quelli di struzzo sono troppo grossi. La misura  delle uova di gallina è quella giusta  adottata gia al tempo dei romani,

Mettere sul fuoco un pentolino contenente acqua, aggiungere l’uovo,o le uova,facendo attenzione che vengano abbondantemente ricoperte dall’acqua. Fare bollire per almena cinque minuti, et voila’,sono pronti per essre mangiati. RICORDARSI di togliere il guscio,altrimenti saranno poco digeribili.

                                                           Vemo