Archivio della Categoria 'astronomia'

Arborea

venerdì 1 maggio 2020

Arborea si trova in Sardegna nelle vicinanze di Oristano, e una zona molto estesa e molto paludosa, per le zanzare portatrici di malaria era ideale. Nel 1929 fu Mussolini ad incominciare a bonificare, per poi finire nel 1928, suddividendo in piccoli appezzamenti e assegnando un pezzo ad ogni famiglia bisognosa, chiamandola Mussolinia. Oggi la zona più ricca della
Sardegna tutta irrigata, e produce meloni, angurie, pomodori, fragole e qualsiasi tipo do ortaggi, grande produzione di latte e formaggi e tante altre cose.

Sarà vero ?

mercoledì 15 aprile 2020

> Sarà così che il degrado del abitat sul nostro pianeta è da imputare a quanto l’uomo ha fatto e più ancora sta facendo, usando le sue capacità intellettive per i suoi interessi, economici e di potere, ma fregandosene del danno , irreversibile che sta creando alla terra. (Unica nostra fonte di vita)

https://www.focus.it/ambiente/ecologia/estinzioni-e-pandemie-sono-causate-dagli-stessi-processi

> Invece, il rumore della terra, con lo stop delle attività da parte dell’uomo si è ridotto quel tanto che è possibile percepire le vibrazioni che la terra emette.

https://www.focus.it/ambiente/natura/coronavirus-covid-19-vibrazione-rumore-della-terra

“Elicottero che si trasforma in aereo”

martedì 28 gennaio 2020

Un elicottero che si trasforma in aereo. Una cosa inpensabile fino a poco tempo fa.

Adesso è possibile, un veicolo che può partire da fermo come un elicottero e elevarsi verso l’alto.

Una volta raggiunta una certa altezza si trasforma con le eliche e i motori diventando un vero è proprio aereo.

Capace di salire fino a 8000 metri di quota è raggiungere una velocità di 510 Chilometri orari.

Questa meraviglia della tecnologia è un prodotto italiano, costruito da un azienda del gruppo Finmeccanica.

Per approfondire premere QUI.

“SOLSTIZIO D’INVERNO”

venerdì 21 dicembre 2018

Oggi 21 dicembre, è il primo giorno dell’inverno astronomico, è il giorno con meno ore di luce dell’anno. Il Solstizio  è il momento in cui il Sole raggiunge il punto di declinazione massima. E  un moto apparente perché è la terra a girare attorno al Sole, ma muovendoci noi con il pianeta abbiamo l’impressione che a spostarsi nel cielo sia il Sole e non viceversa. Il Solstizio d’inverno, per noi che viviamo nell’emisfero nord del pianeta, è il momento in cui il Polo Nord è più distante possibile dal Sole, in relazione al suo asse. Quindi, inizierà la stagione più fredda, e questa notte sarà anche molto particolare essendo la più lunga dell’anno. Però, da domani 22 dicembre le giornate torneranno ad allungarsi portandoci verso l’equinozio di primavera.

LA COMETA del 2018

domenica 16 dicembre 2018

Ci stiamo avvicinando al Natale, e come ogni anno arriva la cometa. Oggi come ieri è praticamente impossibile separare l’immagine di un astro dalla lunga coda, da quella del Natale.

Già nell’antichità i pittori raffriguravano una cometa sul luogo di nascita del Cristo.

Oggi, la cometa che si presenta al nostro cospetto si chiama 46P/Wirtanen, per ulteriori informazioni CLICCA QUI.

Pizzaiolo Egiziano x finta

domenica 11 marzo 2018

Fa finta di essere Egiziano x lavorare molto ironico però siamo vicino alla verità, qualcosa di vero la detta la scuola non boccia nessun bambino.

“LUNA BLU” (super blue blood moon)

martedì 30 gennaio 2018

Nella serata  del 31 gennaio, ci sarà ancora visibile un raro evento celeste con l’ultima “Super Luna del 2018″,  questa luna che nel tempo permettendo, si potrà osservare che  si tingerà di un elegantissimo colore.  Questa “Luna blu” chiamata a questo modo perché si coinvolgerà nella seconda luna piena di questo mese, ad esempio, come gennaio ha avuto 2 lune piene. Si tratta di una curiosità da calendario piuttosto molto rara, che si verificherà nuovamente  solo ne 2031.

In questo avvenimento astronomico straordinario, si potrà vedere una “Super luna” più grande  del normale di circa  del 7 al 14 per cento e il 30 per cento più brillante. Questo fenomeno si trova al secondo plenilunio del mese, perché il primo si è avuto il 3 gennaio con l’astro che si trovava nel punto più vicino a 358.000 km, dalla Terra. Invece questo 31 gennaio, la luna si troverà un po’ più lontana a 360.ooo km, dal nostro pianeta.

EQUINOZIO DI PRIMAVERA;tra mito e astronomia

lunedì 5 giugno 2017

Anche se un po in ritardo e il sole è già alto in cielo voglio ricordarvi cose L’Equinozio di primavera.

Cade nel momento in cui i raggi del sole colpiscono la terra perpendicolarmente, è un fenomeno che non si verifica abitualmente per via dell’inclinazione dell’orbita terrestre, che non coincide con il piano dell’eclittica (sul quale la terra compie il suo moto di rivoluzione). Il risultato, due giorni, in un anno, hanno la stessa durata del giorno e della notte. Non a caso la parola equinozio deriva dal latino ” aequa-nox” che significa “notte uguale” . In contrapposizione ci sono i solstizi, in cui lo scarto fra l’inclinazione terrestre e il piano orbitale è massimo, e cosi’ la differenza fra le ore luminose e buie.

L’equinozio di primavera quest’anno è caduto il 20 marzo alle ore 11,00 circa. Si è chiuso l’inverno ed è iniziato la primavera, anche se meteorologicamente la stagione ” del risveglio” è iniziata il 1 marzo. Nei prossimi mesi le giornate si allungano fino al solstizio d’estate, momento in cui il sole tornerà ad irradiare meno l’emisfero boreale. All’equatore, a mezzogiorno, le ombre scompaiano, perché i raggi solari cadono perpendicolari alla linea dell’equatore.

Invece al Polo Nord finisce la lunga notte polare, è avrà il sopravento il giorno polare con il caratteristico sole di mezzanotte.

Per alcune culture, l’equinozio di primavera, è il vero inizio dell’anno. Accade, in Iran, con la commemorazione dell’ascesa al trono del mitico Re. In Giappone, invece, rappresenta il momento della commemorazione dei defunti, che in Europa cade a Novembre. Nel vecchio continente è sempre stata una data molto importante, legata al concetto di rinascita. Le usanze pagane sono poi state adottate dai Romani, e quindi dai cristiani. La prima domenica dopo la luna piena che segue l’equinozio, i cristiani celebrano la domenica di Pasqua. E non è un caso che la parola Easter (pasqua in Inglese), rimanda alla dea Eostre, venerata durante i primi giorni di primavera.

Quest’anno le temperature eccezionalmente miti stanno alterando l’orologio biologico degli animali e delle piante, per gli animali che nei mesi invernali affrontano l’ibernazione, le ultime ” vittime” del clima anormale? gli orsi neri dello Utah, le femmine con i cuccioli che vivono nello stato americano tipicamente emergono dal letargo a fine marzo. quest’anno le temperature miti le ha risvegliate a metà febbraio, quando ad aspettarle non c’erano ne piante ne insetti a sufficienza.

L’equinozio di primavera, da marzo a settembre andrà progressivamente inclinandosi regalando luce e calore all’emisfero settentrionale (il nostro) a scapito di quello meridionale, per noi vuol dire l’inizio della bella stagione.

Esiste però una leggera discrepanza, quando a scuola abbiamo imparato che la primavera inizia tradizionalmente il 21 marzo, ci siamo regolati seguendo il calendario gregoriano (attualmente in uso in gran parte del mondo) ma la terra contempla un quarto di giorno in meno di quello che serve per completare  la propria rivoluzione intorno al sole. Questo fa si che ogni anno l’equinozio cada “6 ore più tardi”, finché ogni 4 anni non interviene l’anno bisestile, con un giorno extra a febbraio, che serve a riportare indietro la sincronizzazione tra anno siderale e calendario gregoriano.

Per raffigurare la durata media dell’anno, furono soppressi gli anni bisestili degli anni centenari non multipli di 400. (per tanto l’anno 2000 è stato bisestile, ma il 2100, il 2200 e il 2300 non lo saranno). Purtroppo per me non li vedrò.

“Telescopio più grande del mondo”

domenica 4 giugno 2017

In Cile è iniziata la costruzione dell’E-Elt: il Telescopio più grande è preciso del mondo.

Verrà costruito a 3mila metri di altezza in vetta a una montagna. Sarà largo 39 metri e alto 90.

Immaginare una lente che riesce a vedere a una distanza pari a 13 miliardi di anni luce.

Per approfondire premere: “QUI”

L’ASTRONOMIA E L’ASTROLOGIA

sabato 6 maggio 2017

L’astronomia, che ha origini antichissime, è la scienza che studia gli astri, i loro movimenti e i fenomeni collegati. L’astronomia non va confusa con l’astrologia, una pseudoscienza che sostiene che il moto apparente del sole e dei pianeti nello zodiaco influenzi gli eventi umani.

L’astrologia, che ha invece origini meno antiche (da circa 2000 anni) afferma sulla base di misurazioni astronomiche di poter prevedere il futuro dell’uomo. Questa pretesa si fonda sulle credenze religiose dell’epoca in cui nasce l’astrologia.

Le due discipline hanno un’origine comune, ma gli astronomi hanno abbracciato il metodo scientifico a differenza degli astrologi.

Il boom dell’astronomia blocca l’astrologia, astronomia e astrologia camminarono di pari passo per molti secoli finché i progressi della prima (sistema eliocentrico, invenzione del cannocchiale, scoperta della gravitazione universale, calcoli astronomici di precisione) non permisero di guardare all’astrologia per quello che realmente era, una superstizione basata su credenze errate come quella che la terra sia al centro del cosmo. Da allora l’astronomia ha compiuto progressi straordinari, come scoprire e studiare stelle e galassie lontane miliardi di chilometri, mentre l’astrologia è rimasta ferma ai principi di duemila anni fa. Non solo, ma esistono numerosi filoni astrologici, ognuno con regole e teorie diverse e spesso in netto contrasto le une con le altre.

Differenze tra Astronomia e Astrologia

L’astronomia, etimologicamente significa legge delle stelle, è la scienza il cui oggetto di osservazione e la spiegazione degli eventi celesti. Studia le origini è l’evoluzione, le proprietà fisiche, chimiche  e temporali degli oggetti che formano l’universo e che possono essere osservati sulla sfera celeste.

E’ una delle scienze più antiche, e molte attività arcaiche in tutto il mondo  hanno studiato in modo più o meno sistematico il cielo e gli eventi  astronomici. I vecchi studi erano orientati verso lo studio delle posizioni  degli astri (astrometria), la periodicità degli eventi e la cosmologia, in  particolare per questo ultimo aspetto, l’astronomia antica era quasi sempre collegata ad aspetti religiosi.


Oggi, invece la ricerca moderna è praticamente sinonimo di astrofisica. esistono diversi campi di studio dell’astronomia, osservativa, meccanica celeste, ottica,all’infrarosso, ultravioletta, a raggi X, a raggi gamma. Inoltre vi sono delle sotto discipline come; astronomia solare, scienza planetaria, astronomia stellare, astronomia galattica, extragalattica e cosmologia.

L’astrologia si divide in : occidentale, cabalistica, culturale, cinese.

La forma più popolare è l’astrologia occidentale, sviluppatasi in occidente ed è la forma più popolare nei paesi di questa cultura, si fonda sul Tetrabiblos di (ClaudioTolomeo) , opera del secondo secolo che riassume , organizza e rinnova le tradizioni astrologiche sviluppatesi in Africa, Medio Oriente ed Europa a partire dal 8^ secolo A.C.

I primi astrologi, infatti conoscevano solo cinque pianeti (Mercurio,    Venere, Marte, Giove e Saturno). Poiché essi erano credenti i reali corpi  fisici degli dei, si immagina che il loro movimento sullo sfondo creato dalle  costellazioni, rappresentavano immaginarie figure mitiche determinanti per  il destino dell’uomo.



L’astrologia occidentale contemporanea è basata sullo sviluppo di oroscopi, nei quali si fornisce una predizione basandola sulla posizione di alcuni corpi del nostro sistema solare in relazione a un dato momento e un dato luogo, nella cultura popolare tali oroscopi sono basati solo sul periodo di nascita, che coincide con il passaggio del sole in un determinato segno zodiacale.

LO ZODIACO, deriva dal Greco Zòom, “animale, vita”, e Odòs “strada, percorso”, si riferisce alla porzione della volta celeste.

I segni zodiacali sono le 12 sezioni in cui e diviso lo zodiaco, sono stati tradizionalmente raggruppati secondo 3 diversi criteri, polarità, modalità ed elemento di appartenenza. La polarità, segni maschili, si tratta di segni portati all’azione, e sono Fuoco e Aria,i segni femminili sono portati alla reazione, e sono Terra e acqua.

Non c’è niente  di male a divertirsi leggendo un oroscopo, che è proprio quello che a tanti piace fare, ma bisogna stare attenti  a non lasciarsi influenzare, basare le proprie decisioni  su questo tipo di informazioni,che non hanno alcuna base scientifica, può essere molto pericoloso.

L’astrologia è un’arte divinatoria tanto antica quanto controversa. Secoli di progresso scientifico, però non ne hanno intaccato il fascino e diminuito l’interesse, milioni di persone ci credono e si affidano in modo più o meno abituale e profondo alle sue previste capacità profetiche.

Oggi però e ben più strano che alcune aziende si affidano ai profili personali astrologici per scegliere il personale.

E’ voi, al di là di ogni ragionevole dubbio, cosa ne pensate? siete tra quelli che consultano un oroscopo (o più di uno)? oppure vi fidate della scienza?.