Archivio della Categoria 'Amicizia'

Incontro pre Natale

lunedì 13 dicembre 2021

Visto che presto è natale, come già scritto da Franco vogliamo vederci per un caffè o altro e cosi possiamo farci gli auguri viso a viso.

Non ci dimentichiamo siamo un gruppo.

A presto.

4 NOVEMBRE

venerdì 12 novembre 2021

DAL WEB

Celebriamo, è vero, sia il giorno della Liberazione, che quello della nascita della Repubblica, che le nostre Forze Armate (se lo ricorda qualcuno? E’ il 4 Novembre).

Ci serve – tanto – un simbolo che ci accomuni, che ci restituisca l’orgoglio di essere cittadini di una meravigliosa Nazione, un simbolo che decori un giorno il nostro Vittoriale così come i red poppies (PAPAVERI ROSSI)decorano l’11 Novembre il Big Ben e che ci faccia dire: sono fiero di essere Italiano, voglio onorare chi ha lottato per la mia Patria e lotterò io stesso, se necessario, per difenderla da chiunque ne metta in pericolo l’esistenza.
Riflettiamoci, l’orgoglio non ci manca.

PAPAVERI ROSSI

venerdì 12 novembre 2021

PERCHE’ I REALI  INGLESI E I CITTADINI COMUNI PERTANO LA SPILLA CHE RAFFIGURA IL PAPAVERO ROSSO……

Durante i giorni del cosiddetto Poppy Appeal, ideato nel 1921, milioni di red poppie(Papaveri rossi)vengono venduti ad ogni angolo delle città inglesi da volontari e anche da soldati, allo scopo di raccogliere fondi destinati al sostegno economico (e spesso anche psicologico) delle famiglie dei caduti in guerra. Ben 12.000 soldati Inglesi hanno perso la vita, solo dal 1945 ad oggi.
L’iniziativa gode ogni anno di uno straordinario successo e si inserisce nel quadro di una serie di manifestazioni che vedono, l’11 Novembre, la celebrazione dell’Armistice day, ovvero del giorno dell’armistizio siglato tra gli Alleati e la Germania l’11 Novembre 1918, con il quale si posero fine ai quattro, sanguinosissimi anni in cui l’Europa fu martoriata dalla Prima Guerra Mondiale.

(undicesimo giorno- undicesima ora- undicesimo mese )


Perché proprio il papavero rosso? Si narra che fu il primo fiore a sbocciare sui campi di battaglia francesi e delle Fiandre, dopo il conflitto. Si tratta quindi di un fiore che simboleggia la speranza, ma al tempo stesso, con il suo colore rosso, il sangue versato da milioni di giovani in feroci combattimenti che cambiarono la storia di una generazione e del mondo intero.
L’intero Regno Unito si copre, in questi giorni, di papaveri rossi, per ricordare chi diede la vita per la Patria e per riflettere sulla barbarie delle guerre.
In Italia non esiste un simbolo che ricordi il valore ed il coraggio di chi combatté eroicamente, vincendo ma anche perdendo, lottando dalla parte giusta ma anche dalla parte sbagliata, ma sempre con onore, orgoglio e coraggio.

si o no questo è il problema…

venerdì 3 settembre 2021

da ..la stampa

articolo di Maurizio Costanzo
rispecchia perfettamente quello che penso

Non facciamo una grande

scoperta, ma il “no” è sem-
pre e comunque, dalla an-
tichità, segno di negazio-
ne. Partendo dal
“no-vax”, cioè quanti ri-
tengono di non doversi vaccinare, pro-
viamo a declinare quanti altri “no” po-
trebbero subdolamente accerchiarci.
Per esempio, il “no-pax” (cioè no pace) il “no-sex”
(non faremo più sesso). Di positivo ci potrebbe essere
il “no-tax” (non paghiamo più le tasse)……..
C’è poi il “no-gol”, che è quello che dicono gli allena-
tori delle squadre di calcio nel fare la formazione della
squadra, come dire: non ti metto in squadra, quindi
non farai gol. …..
si accorgerà che i “no-vax” sono gli ultimi che hanno
usato il “no” e che il “no” ci accompagna da sempre.
C’è posta per me? “No”. Mi ha cercato qualcuno?
“No”. Ci sono notizie riguardo al posto di lavoro che
cercavo? “No”. Sarebbe bello un mondo fatto di
“sì-vax”, “sì-sex”, “sì” sempre.
D’altra parte, sappiamo bene che il semaforo è rosso
per non farci passare e verde per darci l’okay. Come
possiamo dire? Verde: “sì-pass”. Rosso: “no-pass”.
Pensate che si nega la pace (“no-pax”) ma non si ne-
ga la guerra. Avete mai sentito la frase: “no-war”?

Giampiero Boniperti

domenica 20 giugno 2021

Boniperti, è la storia del derby di Torino.

Persona , invidiata dagli sportivi di altre squadre, e invece ammirato dai tifosi della Juventus.

Persona schietta, e poco propenso alla dialettica non costruttiva, da giocatore fu un degno avversario del grande Torino, da presidente è stato il deus ex macchina della società Juventus degli anni settanta, contendendo il il trono del calcio italiano al grande Torino di Gigi radice.

Per lui il derby era una vera tortura, amava troppo la Juve ed aveva un grande rispetto del calcio.

La sua scomparsa (alla età di 92 anni) porta via un pezzo importante della storia del calcio Torinese, difatti è stato un protagonista indiscusso della stracittadina torinese. oggi la disparità di forze fa si che viene vissuta senza quei fremiti di sportività di allora.

ADDIO,   PRESIDENTISSIMO

quale cocktail avete fatto?

giovedì 10 giugno 2021

Astrazeneca, Johnson&Johnson,

Pfizer e Moderna

VIVERE………….

giovedì 10 giugno 2021

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e il seguente testo "hunnd Pemne Vivi del la vita. Rurmg Dimentica la tua età e fai quello che piace a te e non agli altri"

vaccinazione

sabato 5 giugno 2021

Alla Nuvola Lavazza ho fatto il primo vaccino   tutto bene.

Un grazie di cuore ai volontari

una eccellente organizzazione sia per ricevere le persone

che accompagnarle nel tragitto  per la registrazione, per il colloquio con il  medico …..

VIVI LA VITA PIù CHE PUOI……

sabato 8 maggio 2021

“Resta viva.

Non accontentarti.
Porta i tuoi occhi a fare una passeggiata, appena puoi.
Non rinunciare ai tramonti, alla speranza.
Accetta la sofferenza. Accetta la felicità. Accetta la forza che a volte ti pervade.
Non lasciarti schiacciare da quello che è stato, da quello che non hai.

Non farti portar via la gentilezza, la curiosità,
Abbi cura di te, soprattutto quando tornerai ad amare.

Abbi cura del modo in cui guardi gli altri.Ricorda che la cura, se davvero ne esiste una, sono le persone.
Non dimenticarti di loro. Dei loro guai. Delle loro storie

piccole ma grandiose.
.
Resta, goditi lo spettacolo.
Resta coraggiosa.
Resta dolce.
Testa alta,
cuore in mano…”

Susanna Casciani

DIFENDERSI DALLE FRODI, OGGI PIU CHE MAI DA QUELLE ONLINE.

lunedì 3 maggio 2021

PROVARE A DIFENDERSI E VITALE, SPECIE PER NOI CHE NON SIAMO NATI NELL’ERA DIGITALE.

Alcune cose si possono fare per evitare le truffe.

1) LE PASSWORD

Non dare le tue password a terzi, e specialmente quelle generate da mobile, (esempio autorizzare operazioni bancarie.

2) CREDENZIALI PROTETTE IN UN LUOGO SICURO

Codici, password, estremi della carta di credito, se li trascrivi, presta la massima attenzione, se decidi di scriverlo su un foglio, non tenerlo mai nel portafoglio ,mai tenere dei post-it attaccati al PC o smartphone. Evita di effettuare salvataggi automatici di user e password.

3) SE HAI UN CONTO ONLINE

Controlla spesso il tuo conto corrente, utilizzando diversi servizi che la banca ti mette a disposizione.

4) ATTENTO A E-MAIL, WhatsApp e telefonate sospette

Presta molta attenzione alle comunicazioni che ricevi, imparando a distinguere quelle buone da quelle che ti possono frodare.

Non aprire  e-mail,sms o chiat che siano inattesi e soprattutto non cliccare su Link e non aprire e scaricare allegati .

Non rispondere se non si è sicuri, all’interno di e-mail, sms,chat o link.

5) OGGI STA DIVENTANDO LO SHOPPING PIU USATO. OCCHIO AGLI ACQUISTI ONLINE

Verificare che il sito internet sia affidabile e utilizza app ufficiali

Utilizza solo connessioni sicure e protette (da password)

Evita per quanto possibile l’utilizzo di Wi-Fi pubblici e gratuiti, specialmente per fare acquisti, accedere ad una area riservata , tipo il tuo conto online, oppure entrare all’interno di piattaforme / software di archiviazione.

QUESTE POCHE INFORMAZIONI SERVONO PER EVITARE DI CADERE PREDE DEI TRUFFATORI ONLINE E SUBIRE OLTRE AL DANNO ANCHE LA BEFFA.