Archivio della Categoria 'Salute'

Specchio Bus nei quartieri (Lunedì 2 Dicembre 2019)

sabato 30 novembre 2019

Progetto di “Specchio dei tempi” organizzato e gestito dall’Associazione Italiana Cuore e Rianimazione “Lorenzo Greco” ONLUS.
Specchio dei tempi oltre ad essere una rubrica della Stampa dedicata ai lettori è anche il “cuore” della solidarietà che offre un aiuto concreto alle persone in difficoltà, promuovendo la salute e soprattutto la prevenzione.

Una settimana al mese dedicata alla prevenzione della salute dei torinesi.

Dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 15.00, ogni giorno in un quartiere diverso, l’ambulatorio mobile, con a bordo infermieri professionali e spesso anche medici specialisti, fornirà consigli e indicazioni nell’ambito delle prevenzioni ed effettuerà anche alcuni servizi di medicina di base: rilevazione parametri vitali (pressione, pulsazioni, saturazione, temperature), rilevazioni glicemia, trigliceridi e colesterolo tramite stick, elettrocardiogrammi, piccole medicazioni, iniezioni intramuscolo e sottocute.

Il servizio è rivolto a tutti i cittadini con particolare riguardo a persone con fragilità.

Prossimi appuntamenti nella circoscrizione 5 (sempre di lunedì, ore 9.00-15.00 ), nei pressi della Casa del Quartiere in Piazza Montale (fronte Ufficio postale):
30 settembre 2019- 4 novembre – 2 dicembre – 13 gennaio 2020 – 3 febbraio – 2 marzo

Ulteriori informazioni nel pieghevole allegato.

Info:
Tel. 351 063 8467
segreteria@aicr.eu

 (1.62 MB)Pieghevole informativo (1.62 MB)

“Il cioccolato”

martedì 26 novembre 2019

Un alimento gustoso è piacevole da mangiare, che lascia in bocca un piacevole gusto di dolce indescrivibile e quando se ne mangia una tavoletta aiuta anche a sollevare il buon umore. L’ingrediente principale è il cacao… (Che nell’antichità veniva chiamato anche il cibo degli Dei).

Il cioccolato, delizia del palato per milioni di estimatori, e’ oggi uno dei prodotti dolciari per eccellenza in tutte le varie forme che la sua versatilita’ gli consente di assumere, dalle classiche tavolette di cioccolato fondente, al latte, bianco, al caffe’ eccetera, ad una varieta’ pressoche’ infinita di cioccolatini di tutte le forme e dimensioni.

Prodotto mescolando cacao, burro di cacao e zucchero, puo’ venire aromatizzato con l’ introduzione di altri ingredienti, tipicamente le nocciole, il caffe’, le mandorle o altri ancora.

Il nome del “nobile alimento” deriva dallo spagnolo “chocolate”, che a sua volta trae origine dal termine azteco “chocolatl” o “xocolatl”. Derivato dai frutti della pianta del cacao, originaria del centro-america, era gia’ ben conosciuto ai tempi dei Maya, che gli attribuivano grande importanza. In realta’ all’ epoca dei Maya non esisteva ancora il cioccolato nelle forme che conosciamo oggi, e i frutti della pianta venivano utilizzati per produrre una bevanda  (lo “xocolatl” appunto ), molto aromatica e un po’ amarognola, a cui vanivano riconosciute proprieta’ stimolanti e meravigliose, addirittura magiche.

In Italia e’ soprattutto a Torino che si afferma il culto e la produzione del cioccolato di qualita’; in questa citta’ viene anche inventata un’ altra delizia del palato, il “gianduia”, ottenuto amalgamando cioccolato e pasta di nocciole. Oggi nel capoluogo piemontese hanno sede alcune delle piu’ note cioccolaterie e pralinerie, anche se il primato di “Capitale del Cioccolato” le viene conteso da Perugia, sede da qualche anno di una specifica manifestazione sul tema, che si tiene agli inizi di ottobre.

Se non si hanno patologie particolari, un pezzetto di cioccolato al giorno, oltre a addolccire la bocca per un po di minuti può anche portare benefici alla salute.

UN PRODOTTO CHE FAVORISCE IL DIMAGRIMENTO

giovedì 21 novembre 2019

IL PEPERONCINO

FA BENE ; contiene un elenco lungo di composti chimici di origine vegetale noti per i loro effetti di prevenzione da malattie, nonché per la loro capacità benefica sulla nostra salute.

Fornisce una elevata quantità di “vitamina C”, quindi ha una azione antiossidante. Troviamo anche un buon contenuto di “vitamina A”, che aiuta a proteggere il corpo dagli effetti dannosi dei radicali liberi, inoltre si trova delle quantità significative di minerali.

FA MALE ; è bene sapere che la “capsaicina”, il principio attivo presente nel peperoncino può provocare gravi danni alla bocca, lingua e gola, altre possibili conseguenze per chi ha il reflusso gastroesofageo, infatti può aggravarne la condizione.

> Bisogna inoltre evidenziare che i suoi semi non vanno usati come alimento, ma solo per la riproduzione del peperoncino, oltre a far male all’apparato intestinale provoca anche le emoroidi e altera il PH.

Tenendo presente che il peperoncino è tra i prodotti più naturali e preziosi che la natura ci dona, i suoi benefici superano di gran lunga gli effetti nocivi.

UN EFFETTO LO PRODUCE, AIUTA A DIMAGRIRE.

Il segreto per perdere peso è racchiuso nel consumo del “peperoncino” . A dirlo non sono io ma è uno studio dell’università  del Wyoming, secondo il quale la molecola responsabile del sapore piccante (detta capsaicina) sarebbe in grado di accelerare il metabolismo dei grassi, trasformando l’energia rilasciata in calore, in maniera molto simile a quanto avviene con l’esercizio fisico.

Da questa breve e semplice analisi ci si rende conto di quale e quanta ricchezza di vitamine e di importanti enzimi contiene il peperoncino. Per avere i migliori risultati, il nostro organismo deve consumare il prodotto crudo nelle quantità corrette. Infatti se il prodotto viene consumato ad una temperatura superiore ai 70° C, le vitamine contenute vengono irreparabilmente  danneggiate.

DRAGONETTE DI TORINO

mercoledì 20 novembre 2019

OPEN DAY DELLE DRAGONETTE DI TORINO

Le Dragonette di Torino sono Donne con il cancro al seno, per riabilitare la giusta mobilità e mantenerla, si allenano tre volte la settimana, su di un dragone nelle acque del po.

Sono donne meravigliose e coraggiose che con il supporto di altre rendono meno difficile affrontare questa malattia. AUGURI GRANDISSIME DRAGONETTE!

La nostra bocca, sempre in forma

venerdì 1 novembre 2019

Prima abbiamo parlato di una disciplina (YOGA) che ha molti effetti positivi sul nostro corpo.

Ora parliamo di una ginnastica quotidiana che aiuta a mantenere la nostra bocca in forma.

Spesso ci preoccupiamo dei nostri denti prima del controllo annuale o programmato, ma molto si può fare nella quotidianità per garantire la salute dei denti, ma anche dell’intera bocca.

Oggi bisogna ringraziare gli spot pubblicitari che ci stimolano a curarci della nostra immagine e migliorarla, ma non basta l’immagine, bisogna mantenere l’organismo in buona salute , è una delle priorità per ciascuno di noi. Per stare bene è importantissimo la prevenzione, alimentarsi in modo equilibrato, muoversi è altrettanto importante per la nostra salute, bere molta acqua per idratare e depurare il nostro organismo. (più l’età avanza più il nostro corpo ne ha bisogno)

Esiste tra le tante priorità la cura è l’igiene della bocca, negli anni si è fatta strada un’abitudine per l’igiene dentale, eppure non basta, la bocca va considerata in tutta la sua interezza perché molti batteri vivono anche su altre superfici interne al cavo orale, guance, gengive e la lingua, costituendo i due terzi di tutta la bocca.

Insomma non è sufficiente spazzolare bene i denti per garantirsi la salute del cavo orale. E’ proprio dalla salute della nostra bocca che si possono scoprire segni di altre malattie importanti come ; il diabete, le malattie cardiovascolari , quelle respiratorie e quelle che peggiorano lo stato della gengive e dei denti.

Tutto ciò deve essere un motivo in più per prevenire non solo le carie, ma tutte le malattie del cavo orale. Comunque l’utilizzo costante di un ottimo dentifricio combatte i batteri non solo sui denti e gengive ma anche sulla lingua e sulle guance proteggendo l’intera bocca.

sangue artificiale

mercoledì 30 ottobre 2019

Produrre sangue artificiale

Alcuni ricercatori dell’Università di Bristol e del centro Nazionale sangue e trapianti del Regno Unito, che hanno pubblicato i risultati del loro lavoro. I ricercatori sono riusciti a generare in vitro per la prima volta cellule staminali adulte in grado di trasformarsi in reticolociti , le cellule precursori dei globuli rossi ( eritrociti )  IL trucco secondo gli autori della pubblicazione, è stato di bloccare le cellule staminali in stadio iniziale, in cui si replicano in maniera veloce .

“Vaccini e vaccinazioni”

martedì 29 ottobre 2019

Siamo quasi a Novembre, si avvicina il periodo per vaccinarsi. Cosa bisogna sapere prima di fare o non fare il vaccino.

Ho trovato quest’articolo che parla di essi. Per ulteriori approfondimenti e informazoni: Premere sul sito web… https://www.focus.it/scienza/salute/vaccini-e-vaccinazioni

“Visite mediche” oggi……..

sabato 26 ottobre 2019

Richiedere oggi visita medica tramite Asl, è diventata una cosa impossibile; le liste d’attesa sono diventate lunghissime. La Costituzione italiana prevede il diritto alla salute di ogni cittadino, ma ci si chiede che questo diritto alla salute che fine abbia fatto. Perché, per una visita bisogna prenotare e poi attendere quasi per un anno e in alcuni casi anche di più, e se vuoi una visita in intramoenia bisogna pagarla, anche se il costo per quanto contenuto si aggira ai 200 €. cifra che non tutti si possono permettere?

Per ovviare ai disaggi e ritardi delle prestazioni specialistiche e di diagnostica strumentale, e previsto che, se i tempi superano quelli stabiliti dalla Regione di appartenenza, il malato può pretendere che la prestazione sia fornita in intramoenia senza costi aggiuntivi. Cosa che non succederà mai.

Voglio riferirmi a una frase detta qualche tempo fa da un noto politico, che secondo lui: Oggi l’Italia ha la miglior assistenza sanitaria del mondo. Non ne dubito, l’assistenza sanitaria ospedaliera è ottima in ogni punto di vista, manca soltanto la coordinazione delle prenotazioni ambulatoriali e l’assistenza medica e strumentale più velocizzata.

” IL SALUTO AL SOLE “

venerdì 25 ottobre 2019

Gestire lo stress non è affatto facile, ma esistono delle discipline che ci insegnano a farlo, tra cui lo yoga, che rilassa il corpo e la mente, oggi come già ieri è una pratica molto diffusa.

Vi è una sequenza di dodici posizioni “Surya Namaskara ” in sanscritto, il saluto al sole, attività da svolgere possibilmente alla mattina all’alba, o alla sera al tramonto,e combinate con la respirazione i vari movimenti aiutano a sciogliere e allungare  l’intera colonna vertebrale e rafforzare tutto il corpo.

I BENEFICI SONO EVIDENTI.

Interessa il sistema nervoso, in quanto viene stimolata la circolazione del midollo spinale.

Il sistema respiratorio, poiché la respirazione profonda e ritmica depura i polmoni.

Il sistema circolatorio, viene migliorato e rafforzato.

Il sistema digestivo, subisce un processo di tonificazione grazie ai continui allungamenti e compressioni dell’intestino che massaggia e tonifica gli addominali.

Il sistema urinario, in quanto i vari movimenti vanno a stimolare la funzione dei reni aumentando il flusso del sangue che li attraversa.

Lo yoga, “nel saluto al sole, praticato con costanza e seguendo scrupolosamente le figure vi darà grandi soddifazioni.

Il tesoro della natura, alla scoperta della pianta dell’immortalità.

sabato 7 settembre 2019

La pianta dell’Amaranto

Parliamo di una pianta originaria dell’America Centrale (L’AMARANTO), era già conosciuta dalla civiltà precolombiana, infatti gli AZTECHI lo chiamavano ” grano degli dei” , venivano apprezzate le sue caratteristiche e le proprietà nutritive, mentre i MAYA, gli attribuivano l’appellativo di ” piccolo gigante“, perché considerato curativo.

In Europa invece, era perlopiù usato a scopo ornamentale, e solo a partire dal 1975 dopo la diffusione di un libro di botanica negli stati Uniti d’America che riporta a galla le virtù della pianta a lungo dimenticata.

Oggi anche il vecchio continente lo apprezza e lo considera una fonte di sostanze preziose per l’organismo, però molti paesi lo utilizzano poco tra cui l’Italia . La pianta cara agli Aztechi e Maya, ha una caratteristica da record, produce fino ad un milione di semi che possono restare nel terreno inattivi anche per venti anni per poi risvegliarsi e nascere, per questo nell’antichità era considerata ” simbolo di immortalità”, e le spighe adornavano le tombe.

Pero questa pianta “così virtuosa”, in alcune parti del mondo è vista come un nemico da combattere, (negli USA i proprietari di piantagioni intensive di mais e soia, ” spesso OGM” hanno ingaggiato una vera guerra all’amaranto, per loro è una pianta infestante che minaccia i loro raccolti e resiste anche ai più potenti erbicidi, come il Roundup, prodotto dalla Monsanto che produce anche sementi transgenici.

La specie dell’amaranto che noi Europei conosciamo a differenza dei cereali più conosciuti che appartengono alla famiglia delle graminacee come il grano, granoturco, l’orzo,l’avena ecc. viene considerato un “pseudocereale”, oggi è ancora poco conosciuta, salvo per i semi selezionati, reperiti con facilità e venduti nei negozi specializzati in prodotti biologici come le erboristerie. La farina di amaranto viene utilizzata mescolandola con altre farine di cereali, cosi facendo si crea una miscela con una perfetta sinergia nutrizionale.

Impariamo a conoscerla, il nome AMARANTO richiama una varietà di rosso, ma invece non lo è, infatti la parola “amaranto” viene dal Greco e significa “che non appassisce” difatti l’infiorescenza è composta da spighe verdi , talvolta anche argentee.

I maggiori utilizzi sono in cucina, perché non contiene glutine, pertanto si tratta di un semicereale “amico” il quale aiuta ad evitare di ingrassare, avendo una maggiore presenza proteica e un elevato contenuto di fibra digeribile, inoltre facilita il transito nell’intestino combattendo la stitichezza.

Ultima annotazione , i semi di amaranto possono essere utilizzati per fare i “popcorn” seguendo lo stesso procedimento utilizzato con il mais.