Archivio della Categoria 'Salute'

- ETICHETTE ALIMENTARI -

venerdì 21 aprile 2017

COME DIVENTARE CONSUMATORI CONSAPEVOLI

Al momento dell’acquisto, il primo contatto che si ha con un prodotto avviene attraverso la sua etichetta, ovvero la “Carta d’Identità” dell’alimento. Il ruolo principale di una etichetta è quello di informare il consumatore sulle caratteristiche reali del prodotto ed orientare al meglio la scelta commerciale. Oltre al nome con il quale è conosciuto il prodotto, in questa  dicitura comprende le informazioni legate alle condizioni fisiche, ma anche al trattamento specifico che l’alimento ha subito.

La durata del prodotto, viene indicato per quanto tempo l’alimento rimane integro e può essere consumato senza rischi. Nelle etichette possono comparire due indicazioni,” Da consumarsi entro“, che viene usato per alimenti che si rovinano facilmente (latticini, uova, carne) che non devono essere consumati oltre la data di scadenza, poiché possono provocare intossicazioni alimentari. Invece con l’espressione,   “Da consumarsi preferibilmente” indica, un termine di scadenza più elastico l’alimento può essere consumato oltre la data indicata senza effetti dannosi, ma può perdere il suo sapore e la sua consistenza.

Paese d’origine e luogo di provenienza, indicazione obbligatoria per (carni, pesce, frutta, verdura, olio extravergine e miele) . La tabella nutrizionale contiene le informazioni sul contenuto calorico e nutritivo dell’alimento, con l’elenco delle sostanze come (grassi, vitamine, proteine, minerali, fibre e sodio).

Conservanti, Tra i conservanti che impediscono il deterioramento degli alimenti ci sono due categorie molto comuni, utilizzate per salumi e carni lavorate: NITRATI (E251, E252 )  e NITRITI (E249, E250) I Nitrati in piccole dosi non sono pericolosi, invece i Nitriti hanno una caratteristica che li rende dannosi, possono formare delle sostanze cancerogene.

Solfiti, presenti tra i conservanti con: Anidride solforosa (E220) è un gas  che impedisce la formazione di muffe e batteri, questo additivo è irritante per tubo digerente, provoca reazioni allergiche, distrugge la vitamina B1. Questi conservanti vengono contenuti in una vasta gamma di alimenti e bevande (vino, birra, aceto, insaccati e frutta secca, ecc.) e si assumono quotidianamente in elevate quantità.

Antiossidanti, impediscono a determinate sostanze, come (grassi, oli e vitamine), di combinarsi  con l’ossigeno dell’aria. Un esempio di antiossidante è la vitamina C, chiamata  anche Acido Ascorbico (300), il (320 antiossidante sintetico aggiunto nei condimenti, salse, zuppe, aromi, gomme da masticare biscotti, ecc. Anche qui non manca la tossicità.

Codice a barre, composto da un insieme di barre e numeri, permette di risalire alla provenienza nazionale. Ad esempio: 80 Italia, 30 Francia, 4oo Germania, 45/49 Giappone, ecc. Le etichette che contengono molte informazioni sono sinonimo di qualità su quel prodotto, metodo di produzione, certificazioni, ricette numero verde assistenza clienti, il tutto contribuisce ad elevare ulteriormente il grado di qualità.

19 Aprile 2017, sono entrate obbligatoriamente in vigore le etichettature d’origine dei prodotti caseari: latte, latticini e di tutte le qualità di formaggi, segnando la loro provenienza.

“INQUINAMENTO ATMOSFERICO”.

mercoledì 12 aprile 2017

Aumenta l’incidenza di patologie respiratorie e cardiocircolatorie.

I pericoli per la salute dati dall’inquinamento atmosferico è un argomento d’attualità, come da sempre rimane al centro dell’attenzione. Come per molti altri temi, non bisogna cadere in un allarmismo catastrofico come dai dati che ci propinano alcuni ecologisti, ma nemmeno sminuire o trattare con superficialità l’argomento.

A essere le più inquinate sono le aree metropolitane: riscaldamento domestico, industrie e autoveicoli  sono i principali responsabili. A livello mondiale le condizioni più critiche si riscontrano nelle zone industrializzate della Cina Settentrionale.

In Europa  la situazione è certo meno drammatica, ma la Pianura Padana è di gran lunga l’area più inquinata del Vecchio Continente. A Torino in Piemonte, dai dati  dell”ARPA ci dicono che in questo ultimo decennio c’è stata una costante riduzione degli inquinanti atmosferici. Per il riscaldamento domestico si è passati dal carbone e nafta al gas metano, ora si va verso al teleriscaldamento in tutta l’area della città. Con la funzione delle norme in atto per il controllo dei gas di scarico delle automobili e l’eliminazione del piombo dalla benzina che hanno dato un grande aiuto benefico sull’ambiente. Le “polveri sottili” anche se si sono ridotte, restano ancora al di sopra del limite di protezione della salute, almeno nell’area metropolitana di Torino.

Per alleviare questo inquinamento ambientale, si devono imporre delle misure restrittive e sempre  condivise da tutta la popolazione, per esempio: al riscaldamento domestico, utilizzare metano e se possibile il teleriscaldamento, per la produzione di energia elettrica puntare alle fonti naturali (acqua, sole, vento), andare verso la costruzione di motori a scoppio sempre meno inquinanti, (come quelli degli autoveicoli ibridi o elettrici) e nelle industrie vengano imposti e osservati dei severi controlli delle emissioni nocive.

Dal punto medico, le due malattie più importanti che trovano nell’inquinamento atmosferico sono le bronchiti croniche, enfisema e malattie assimilabili, che rappresentano la terza causa di morte a livello mondiale e il tumore broncopolmonare.

Mentre per fumo, stili di vita e alimentazione, la riduzione del rischio è legata al modo del comportamento personale.

UN ESAME VELOCE E INDOLORE (l’esame del sangue)

domenica 26 marzo 2017

Tutti debbono fare almeno una volta all’anno una serie di esami clinici, specialmente per chi non ha più una verde età, ma anche in soggetti sani e giovani.

L’esame del sangue costituisce uno dei mezzi più utili per conoscere in tempi piuttosto brevi le condizioni di salute di una persona.

L’esame è veloce e indolore, inoltre fornisce una gamma di informazioni, dunque è fondamentale monitorare  il nostro stato di salute anche in assenza di sintomi. Gli esami del sangue rappresentano il primo step per la ricerca di una diagnosi, sono fondamentali come monitoraggio di una situazione non chiara.

Per comprendere  meglio gli esiti delle analisi è importante, prima di tutto, conoscere gli elementi formano il sangue e saper, almeno in linea di massima , quale compiti assolvono ciascuno di essi.

Il sangue è formato da una parte liquida detta “Plasma”, contiene vari tipi di cellule,  tra cui i globuli rossi, quelli bianchi e le piastrine. La funzione del sangue , ha molteplici compiti, tutti ugualmente importanti, trasporta l’ossigeno, fa guingere ai tessuti tutte le sostanze vitali, porta in circolo gli ormoni i quali a loro volta , influiscono sul buon funzionamento del corpo.

Normalmente il prelievo va fatto al mattino a digiuno, l’introduzione di cibo può alterare significativamente i valori, una buona norma è rispettare alcune regole, la sera precedente consumare un pasto leggero, astenersi dal consumo di vino e liquori nelle precedenti 48 ore, inoltre e buona norma nell’evitare il prelievo dopo uno sforzo fisico, riposare almeno una mezzora prima di farsi prelevare il sangue, tutto ciò può modificare i valori dell’esame.

> Composizione del sangue:

GLOBULI ROSSI, o eritrociti, sono particolari cellule del sangue, prive di nucleo e di organelli citoplasmatici dotate solo di una membrana plasmatica che racchiude l’emoglobina ed in numero limitato di enzimi, necessari per il mantenimento dell’integrità della membrana e per la funzione di trasporto dei gas. (la loro vita è di circa 120 giorni)

GLOBULI BIANCHI, o leucociti, sono molto meno dei globuli rossi, sono cellule del sangue coinvolte nella risposta immunitaria, grazie ai globuli bianchi il corpo umano si difende dai microorganismi ostili (virus, batteri miceti e parassiti) e da corpi estranei che penetrano al suo interno.

PIASTRINE E COAGULAZIONE DEL SANGUE, sono elementi corpuscolati del sangue. Sono le principali cellule che contribuiscono al fenomeno della coagulazione, in particolari condizioni si aggregano insieme allo scopo di favorire l’emostasi e di bloccare le emorragie. Le piastrine sono prodotte dal midollo osseo è hanno una vita media di circa 10 giorni.

>  Dalle analisi principali del sangue si possono evidenziare:

TRANSAMINASI, sono enzimi che intervengono in un processo chiamato transamminazione , cioè nella trasformazione di un aminoacido in un altro . la transamminazione è il primo passo nel processo di catabolismo delle proteine.

ACIDO URICO,  è un prodotto di scarto del fegato che deriva dalla distruzione delle cellule del corpo. Circola nel sangue in parte libero ed in parte legato a proteine di trasporto, viene eliminato dal nostro organismo attraverso i reni e quindi si ritrova nelle urine.

ACTH, è l’acronimo per definire un importante ormone del nostro corpo. L’ormone adrenocortico o corticotropina. Questo ormone viene secreto dalle cellule corticotrope dell’ipofisi anteriore, e proviene dal POMC, ovvero la proopiomelanocortina.

ALBUMINA, è una importante proteina del sangue, prodotta dal fegato, ma contenuta anche nel latte e nell’albume dell’uovo, dalla quale prende il nome. E’ importantissima per il nostro organismo perché rappresenta il 60% di tutte le proteine circolanti nel nostro sangue. La sua principale funzione è quella di mantenere costante il valore dell’albumina.

ALDOSTERONE, è il più importante tra i mineralcorticoidi ormoni secreti dalla corticale delle surrenali, due ghiandole situate sopra il polo superiore del rene. La sua funzione è quella di regolare la concentrazione di due importantissimi elettroliti del nostro organismo,” il sodio e il potassio”

ALFA1- ANTITRIPSINA, è una glicoproteina che inibisce gli enzimi proteolitici (proteasi) che scindono le proteine come collagenasi o l’elastasi. Fa parte del gruppo elettroforetico ematico delle alfa-globuline. L’alfa 1 – antitripsina  viene prodotta soprattutto dalle cellule del fegato, dai macrofagi e dalle cellule epiteliali respiratorie.

PROTEINA C  reattiva, o (PCR), è una proteina pentamerica (globulina) ovvero formata da 5 subunità identiche ad unoione Ca2+. E’ sintetizzata dal fegato in risposta ad una serie di stimoli di tipo infiammatorio.

AMILASI, è un enzima digestivo prodotto dal pancreas (e in minor quantità dalle ghiandole salivari, soprattutto la paraotite, reni e intestino tenue), la cui funzione è quella di idrolizzare (sciogliere) i legami glucosidici dei poli-e oligosaccaridi (come il glucosio o l’amido) dando origine , quindi a dei monosaccaridi.

ANTITROMBINA |||, è  una glicoproteina del plasma con azione anticoagulante prodotta dal fegato. E’ infatti il più importante inibitore della trombina e di altri fattori della cascata coagulativa, inoltre è un fattore che non dipende dalla vitamina K.

APTOGLOBINA, è una proteina di trasporto sintetizzata dal fegato, formata da due subunità. si trova nel sangue ed ha l’importante funzione di legare l’emoglobina (Hb) libera nel sangue che altrimenti andrebbe persa per via urinaria, insieme al ferro in essa contenuto.

AZOTEMIA, è un parametro che esprime la concentrazione di azoto non proteico nel sangue. E’ importante controllare spesso il valore dell’azotemia, soprattutto per verificare il corretto funzionamento dei reni. Una delle principali funzioni dei reni è quella di eliminare i prodotti metabilici di scarto derivanti dalla demolizione.

EMATOCRITO. rappresenta la percentuale degli elementi corpuscolati presente nel sangue (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine). si è parlato molto di ematocrito negli ultimi 20 anni, soprattutto in merito ai molti episodi di “doping ematico”, soprattutto nel mondo del ciclismo, il numero di globuli rossi è superiore di diversi ordini dei globuli bianchi.

EMOCROMO, è un esame che fornisce  dettagliate informazioni , riferite alla parte corpuscolare del sangue, composta da tre tipi di cellule, (globuli rossi, bianchi e piastrine). Il sangue infatti è formato da una parte corpuscolare e da una parte liquida, formata da plasma e siero.

> ESAME DELLE URINE:

LA GLICEMIA, rappresenta la concentrazione di glucosio nel sangue. L glicemia è uno dei più importanti esami di routine perchè una sua alterazione è indice di squilibri metabolici, potenzialmente molto gravi.

GAMMA – GT, (gamma glutamil transpepetidasi) è un enzima la cui principale funzione è di intervenire nel metabolismo del glutatione, per favorire l’eliminazione delle sostanze tossiche da parte del fegato.

RINOCULTURA, è un esame microbiologico che serve per evidenziare la presenza di eventuali batteri nelle urine.

LA VES, è l’acronimo di velocità di EritroSedimentazione, ED è un esame molto importante per valutare lo stato di salute dell’organismo. L’analisi della VES si basa sul fatto che il sangue contiene una parte corpuscolata e una liquida.

Quelli sopra indicati, sono alcuni degli esami  che con una provetta di sangue è possibile fare.

Funghi e Batteri

venerdì 10 marzo 2017

Per pulire in cucina, il tavolo,il lavello, i fuochi, normalmente si usa la spugnetta o panno, anche viene ripetutamente lavata oppure passata al microonde, il risultato rimane pessimo, l’eliminazione dei funghi e batteri risulta totalmente inutile, l’unica soluzione rimane il cambio assiduo della spugnetta . Ma un altro luogo raccoglie una quantità infinita di batteri, è la barba dell’uomo. Comunque non dobbiamo drammatizzare , visto chè non vi è nessun pericolo di contrarre malattie.
Se volete saperne di più cliccare qui

Diesel fermo / Falò acceso

sabato 18 febbraio 2017

Torino, a partire  da oggi le vetture Diesel Euro 3 non possono circolare, e probabilmente subito dopo lo stop varrà anche per i Diesel Euro 4, secondo le nuove misure antismog volute dall’amministrazione comunale di Torino. (ulteriori notizie clicca qui)

Certamente i livelli di smog sono superiori ai limiti imposti, giustamente  l’ARPA Piemonte ha diramato un report sulle previsioni , e il comuni di Torino attua le misure necessarie , come lo stop alla circolazione privata, nel nuovo  provvedimento si prevede anche il fermo di tutti i veicoli circolanti se perdura lo sforamento dei parametri di riferimento, e le nuove regole varranno pe questo anno fino al 15 aprile ( si spegne il riscaldamento delle abitazioni)

Sicuramente al Nord il problema si presenta più marcato, visto il territorio della pianura padana, favorisce il ristagno delle polveri sottili, pero bisogna smettere di pensare che l’inquinamento si risolve bloccando la circolazione delle auto, il traffico pesa al max per un 30%, ci sono altre emissioni da tenere d’occhio.

Molte sono le informazioni a riguardo; da più parti, si evidenzia che una causa importante va attribuita  alla combustione della legna usata per il riscaldamento domestico, pur essendo in città molti utilizzano le stufe, a legna o pellet, (secondo informazioni testate, contribuiscono a produrre quasi il 45% delle polveri sparse nell’aria), la combustione di biomasse nel settore agricolo contribuisce enormemente ad inquinare l’atmosfera,( forse un maggiore controllo sulle attività agricole ?)  il resto da cause varie e dal riscaldamento delle abitazioni. ( di cui in questo periodo non sene può fare a meno).

Sicuramente i provvedimenti emergenziali riducono temporaneamente  lo smog, ma non lo curano. Sicuramente un insieme di provvedimenti aiuterebbero  a ridurre l’inquinamento atmosferico ( ma non solo quello)

Poi però, noto che l’inquinamento non c’è più in città, visto che si è potuto (nessuna restrizione per l’evento) organizzare una festa, per i Valdesi, Ebrei, che celebravano una ricorrenza cara alla comunità religiosa, con un gran falò.

Una grande catasta di legno è stata innalzata in piazza Castello, e poi dato fuoco.

Durante la commemorazione, si sono succeduti molti interventi dal palco, tra cui la nostra sindaca di Torino, dichiarando che con quel falò , la nostra comunità è aperta e accogliente per chiunque.

Premetto che il falò si è acceso dopo ripetuti tentativi, uno con l’utilizzo di benzina.

Tutto questo non si scontra con quanto deciso dal comune di Torino? (nella persona dell’assessore dell’ambiente e della stessa sindaca),  con questo non voglio alimentare nessuna polemica , ma ricordare a chi ci governa di evitare di differenziare l’inquinamento , chi può farlo e chi no.

STORIA DELLE AUTO FIAT

giovedì 16 febbraio 2017

Storia delle auto FIAT. L’11 luglio 1899 viene costituita la fabbrica Italiana automobili Torino. Sono passati tanti anni tantissimi modelli sia come utilitarie e anche da corsa, sempre migliorando la qualità e la tecnologia.

IL CERVELLO NON INVECCHIA

mercoledì 1 febbraio 2017

questo articolo può  servire come documento per conoscere perchè il nostro  cervello non invecchia mai .clicca qui

Le origini dell’A I D S

lunedì 9 gennaio 2017

I primi analisi positivi furono trovati nel 1959, nel 1983 un virologo Francese di nome Simon Wain Hobson lo riscontro su uno scimpazè e le diede la sigla A. I. B. quando e stato trovato il vaccino giusto per la A. I. D. S. sono già morti circa 28.000.000 di persone.

NUOVE POVERTA’

sabato 24 dicembre 2016

Se è vero che da tempi immemorabili la povertà significa ” la condizione di chi è privo di sufficenti mezzi di sussistenza o ne ha in maniera inadeguata”.

E’ altrettanto vero che le tipologie  della povertà variano in ragione dei tempi e dei luoghi in cui gli individui e le collettività soffrono di questa condizione: la nuova povertà che oggi affligge tanta parte del nostro paese è infatti diversa da quella della nostra passata civiltà contadina.

La povertà dell’Italia di oggi, che ormai si va configurando come una vera e propria emergenza, è una realtà inedita per l’occidente del cosi detto ” benessere diffuso” , si annida in ogni ceto sociale e presenta mille volti diversi; quello del padre di famiglia che viene licenziato in un’età ancore relativamente giovane, ma ancora non può percepire la pensione e nemmeno sperare in un’altra attività  ” troppo vecchio” ; quello del dirigente dell’azienda che chiude o che ristruttura o che deve ” razionalizzare”, per il quale è praticamente impossibile ” riciclarsi” in altro ruolo costretto insieme alla famiglia, a rinunciare non solo all’agiatezza ma alla stessa idea di sicurezza o tranquillità economica acquisita ; quello dei coniugi separati o divorziati, che perdono casa e soccombono sotto il peso degli assegni di mantenimento; quello delle giovani coppie, che rinunciano al sogno di mettere al mondo figli perchè temono di non poterli mantenere ; quello degli ” eterni adolescenti”, costretti a campare alle spalle dei genitori e dei nonni; quello degli anziani, che si nutrono poco e rinunciano alle cure perchè costose.

Quanto possa diventare insopportabile e straziante il carico di disagio, di fatica, di ansia, di angoscia e di solitudine cui sono sottoposte queste persone , possiamo facilmente immaginarlo, anche perchè la cronaca spesso ne registra negli esiti tragici sotto forma di violenza verso se stessi e verso gli altri, messaggi drammatici che però non trovano il dovuto ascolto  da parte di chi, dovrebbe farsene carico e fornire risposte. vediamo purtroppo l’inadeguatezza della politica , a partire dal governo nazionale, regionale, comunale e di quartiere, dell’economia , della stessa società troppo ripiegata su se stessa e preoccupata della sua precarietà.

Cavallini selvatici

martedì 29 novembre 2016

I cavallini selvatici si trovano in Sardegna, esattamente nella Giara, un grande altopiano situato al confine tra le province di Nuoro, Oristano e Cagliari. Questo altopiano è grande circa 4200 ettari ed è una meraviglia della natura, una macchia mediterranea a dir poco meravigliosa con tantissime piante di sughero, mirto, corbezzoli, lentisco, cisto,
leccio, asfodeli, persino le orchidee e tantissime altre specie. Si dice che i cavallini selvatici furono importati dai Fenici parecchi secoli fa: dopo una battaglia abbandonarono i cavalli e cosi diventarono selvatici, con gli anni si sono moltiplicati fino a diventare diverse migliaia; oggi sono presenti all’incirca 500 o 600 capi di cavallini e sono una specie protetta dalla regione autonoma della Sardegna.