Archivio di luglio 2008

Avviso

martedì 15 luglio 2008

Ciao a tutti voglio avvisarvi che purtroppo e da 2 settimane che non mi funziona il computer,forse a fine settimana sara riparato,salutoni a tutti

Ciao amici di dietrolaquinta.

sabato 12 luglio 2008

Sono Giuseppe, mi voglio congratulare per la vostra bravura. Siete tutti formidabili con i vostri articoli che spaziano nel senso più variegato evidenziando problemi, notizie e storia del nostro quartiere.

In questo periodo sono stato assente e lo sarò ancora per qualche mese, sono arrivato a Torino soltanto per cambiare le valigie e approfitto di questo momento per mandarvi il mio saluto ed un grande augurio per una ottima estate e di BUONE FERIE assieme ai vostri cari.
Con un arrivederci al prossimo autunno e con un ciaociao.
Beppe

Considerazioni da Luciana

sabato 12 luglio 2008

Sono Luciana e ho scritto sul blog a proposito degli spacciatori che negli ultimi tempi hanno invaso il nostro borgo,ma dalle risposte ho capito che non sono stata abbastanza chiara.
Desidero rivolgermi a chi fa uso di droghe.
Se ci sara’ richiesta ci saranno anche gli spacciatori.
Pertanto io definisco chi fa uso di droghe persone che non hanno coraggio di vivere e di affrontare le avversita’, che sono quelle che ci fanno crescere e ci fanno imparare molte cose,quindi accettarle.
Loro vogliono tutto facile,ma non è cosi’.
Invece di sprecare le loro energie a invidiare e desiderare cio’ che non è facile avere,usino tutto quel che possono positivamente e si sforzino di crescsere come individui e la smettano di dare la colpa agli altri per la loro sorte.Questo è il primo punto.
Il seondo è rivolto a quei genitori che non hanno tempo da dedicare ai propri figli, devono ascoltarli senza sbuffare e indirizzarli per il meglio.
Far capire loro che sono il dono piu’ grande della vita e ringraziarli per esserci,questo è il loro dovere primario.
Insomma far capire loro che la famiglia c’è ed è l’unico luogo dove si puo’ sempre trovare affetto e comprensione e modelli positivi di crescita.
Forse le cose cambieranno lo spero vivamente.Un augurio a tutti ne abbiamo bisogno.
Luciana.

Maleducazione

sabato 12 luglio 2008

Siamo un popolo di maleducati.
Chi vive in Italia è abituato all’andazzo e non si accorge di quanto siamo ineducati, ma basta andare all’estero e si nota la differenza.
Non dico certo della Svizzera dove la cosa è addirittura esagerata, ma anche in Francia, Germania, Inghilterra, Grecia ecc…
La gente si rispetta, naturalmente non tutti allo stesso modo, ma comunque molto meglio che da noi. La gente non getta cartacce per terra, non getta le cicche o i pacchetti di sigarette vuoti, non parliamo dell’immondizia, loro fanno la raccolta differenziata e le strade sono pulite.
E che dire degli schiamazzi! Non esistono, niente urli, colpi di clacson, niente autoradio a tutto volume, niente bottiglie di birra vuote o lattine lasciate per strada.
E i cani? I cani sporcano molto poco, da noi è vietato distrarsi camminando per i marciapiedi, assurdo!
Siamo un popolo antico ma ci siamo dimenticati le buone maniere!
Devi rispettare il prossimo se vuoi essere rispettato, da noi ci rispettiamo molto poco, basta vedere come si comportano i nostri politici!
Il colmo poi è nella circolazione stradale, sembriamo un popolo di pazzi scatenati sfuggiti da un manicomio!
Se rispetti le regole vieni subissato da angherie e soprusi di ogni sorta, sorpassi da ogni lato, colpi di clacson e luci, chi ti taglia la strada e se cerchi di tenere la dovuta distanza di sicurezza ecco il rompiscatole che si infila e ancora, ancora, uffa non se ne po’ più.
Ultimamente sono andato a Londra e dintorni e (meraviglia) tutti vanno alla stessa velocità, niente sorpassi colpi di clacson, niente di niente di niente, solo veicoli che fanno quello che devono fare: circolare.
Una delle cause per cui la gente nel nostro paese è poco allegra può essere anche questa.
Da parte mia dopo queste riflessioni cerco di migliorarmi e esorto quei pochi che mi leggeranno a fare altrettanto, sarà solo una goccia nel mare ma se non si comincia a riflettere niente può cambiare. Rivolgersi alle autorità mi sembra inutile e poco produttivo,dobbiamo cercare di migliorarsi!
Vemo

Il lodo, la giustizia e lo scontro politico, dalla rubrica posta e risposta La Stampa 11/07/08

venerdì 11 luglio 2008

Spero che venga approvato il lodo Alfano, che a beneficiarne sia Berlusconi, come dicono i suoi avversari, e che una ricaduta ci sia anche per la gente, disgustata dalle troppe vicende che vedono magistrati in malattia alla regata, altri che impiegano otto anni per redigere un’imputazione, altri che interpretano la legge secondo il loro giudizio e, quando liberano un pluriomicida, replicano che hanno applicato la legge. Giudici ai quali ci si rivolge per essere tutelati da palesi ingiustizie, ditta che costruisce supermercato, sanzionata per smaltimento amianto non conforme, ma con direttori lavori nella persona del sindaco. Giudice che dopo una frettolosa esposizione dei fatti, non volendo accettare i testimoni, perchè in caso di successo anche loro avrebbero potuto rivalersi, si ritira e dopo due minuti esce con una sentenza di cinque pagine in cui afferma che si, ci sono state irregolarità come ammesso dalla controparte, ma non avendo prove e testimonianze… Asl che non interviene perchè spetta all’Arpa, Arpa che ottempera alle indicazioni del Comune, che non richiede controlli. Pago le spese e mi consigliano di non andare in Appello. Ma tutti quelli che ieri protestavano, vogliono veramente questo o sono solo contro Berlusconi? Questa è la giustizia oggi. I nostri politici, dovrebbero pensare un pò di piu’ ai salari, pensioni, sanità e sicurezza, e non pensare troppo a Berlusconi (vedi On Di Pietro).

notizie

venerdì 11 luglio 2008

Sabato in piazza N.Sauro canto e ballo

Domenica festa sotto i portici di C.so Potenza e Corso Lombardia.

Beppe grillo

martedì 8 luglio 2008

Sempre il solito Grillo se volete saperne di più cliccate qui.

da vedere….

giovedì 3 luglio 2008

evoluzione della rapina……….

evoluzione-della-rapina.JPG

I ROM

giovedì 3 luglio 2008

Se al posto del ministro dell’interno On. Maroni vi foste trovati voi, cari colleghi, come vi sareste comportati a riguardo del caso degli 8 rom che mandavano i propri figli a rubare? Il gip di Verona ne ha scarcerati 4. Vi pare giusto? Io sono disorientato da questi magistrati che fanno della legge un parere personale. Leggete e meditate.

((Storia dei giorni nostri ))

martedì 1 luglio 2008

In Italia di politici e magistrati c’è n’è tanti, che storia più non fanno; ci resta solo d’essi il gran malanno della libertà, concessa ai carcerati di stampo mafioso e camorristico che fa la pari con quello terroristico. E si inquisisce un probo magistrato fino ieri da tutti osannato, sol perchè fiducia ha in quel che vede e in realtà non crede, lui si batte per le genti e lo stato, il grande, senza dubbio, vero malato. Ferie, semi-libertà, dolci conviti concessi sono ai falsi pentiti; che, una volta fuori, da veri maestri ricomincian da capo con furti e sequestri.