Archivio di novembre 2010

FESTA DEL QUARTIERE

venerdì 12 novembre 2010

DOMENICA 14 NOVEMBRE

FESTA

IN PIAZZA NAZARIO SAURO, VIA BORSI

E DINTORNI

Insieme (Canzone)

venerdì 12 novembre 2010

Vorrei farvi ascoltare una ragazzina con una voce molto bella. Nella trasmissione televisiva “Io Canto” ha sempre interpretato canzoni molto impegnative di “Mina” e “Cecil Dion”. Ascoltatela in una canzone della grande “Mina” – INSIEME –

Il coro dei gitani – Verdi il Trovatore

mercoledì 10 novembre 2010

So per certo che a un nostro amico sarà molto contento di sentire il coro dei gitani,ma sò altrttanto che piacerà anche a tutti gli appassionati come mè.Arrivederci!!!

http://www.youtube.com/watch?v=KHij0Vb3vMg

Il ritorno di Marina

martedì 9 novembre 2010

Quale poteva essere l’omaggio migliore del ritorno dalla Toscana della nostra amica e fotografa Marina,infatti questa foto la ritrae fedelmente con la sua macchina fotografica sempre pronta a trovare un soggetto interessante.

Ciao Marina a mercoledi pomeriggio

Al Teatro Isabella nel mese di Novembre…

lunedì 8 novembre 2010

Centro Culturale“Principessa Isabella” Via Verolengo 212

DOMENICA 14 – ORE 17.00 - Piccolo Varietà di Pinerolo – Artemedia
NA SORPREISA DOP L’AUTRA (Una sorpresa dopo l’altra)
Arturo Trombetta sposa la vedova Francesca (detta Esca) e sogna di poter condurre una vecchiaia tranquilla ed equilibrata. Ciò sarebbe possibile se la moglie non fosse troppo invadente e spendacciona, in quanto tiene più all’apparire che all’essere; non gli avesse nascosto…

DOMENICA 21 – ORE 17.00 - Associassion Piemontèisa – Nuova Compagnia Lirica – Compagnia Città di Torino
TURIN CH’A BOGIA
Libero adattamento di un’antica leggenda piemontese che si svolge nel periodo delle guerre di indipendenza. Gianduia sconfigge per tre volte Catlin-a (la morte) con il trucco dello sgabello e dell’albero di pere dal quale non ci si può staccare senza suo ordine e vincendola al gioco della morra.

DOMENICA 28 – ORE 17.00 - Compagnia Teatrale “Del Centro” – Artemedia
TUT GRATIS AL PRIM ovvero… non c’è posto per gli Angeli
Comedia dialetal ridicola an dui at e mes. La stòria ch’i stoma par contavi a l’è tuta anventà, ma, me an tuti i-a stòrij, quaicòs ad verità as tròva sempi; an tal nòss cas is trovoma an ti n’ufissi comunal, ante che duj impiegà a son ancamin ch’a preparo la sala par na rionion straordinaria ad dla giunta; e sì, parcuè an tal nòss pais a l’han pena finì da costrovi al cimiteri neuv e al sindich a l’ha convocaji tucc par stilà an verbal ch’a dichiarà serà la pratica dal simiteri za nominà. Fin-a qui ai sarija nienti ad particolar, ma si l’eissa da contavi ancora quaicòs, i podrissa rovinavi la sorpresa…

CENTRO DOCUMENTAZIONE STORICA – EUT

DOMENICA 14 – Ritrovo ore 10,00 davanti al Centro Culturale
L’INIZIO DELL’INDUSTRIALIZZAZIONE E IL CANALE CERONDA: 1834 – 1876
Visita guidata in bicicletta.
Il debutto dell’industrializzazione è accompagnato dalla nascita di Madonna di Campagna. Una borgata che vive la forte continuità con la comunità di Lucento sopratutto nelle Società di mutuo soccorso frequentate in prevalenza dagli operai, mentre le donne, con la chiusura delle manifatture tessili o lavoravano in agricoltura o a domicilio. Il percorso comprenderà la visita al partitore del Canale Ceronda. Durata: 2,30 ore circa.

DOMENICA 21 – Ritrovo ore 10,00 davanti al Centro Culturale
IL RITORNO IN FABBRICA DELLE DONNE NASCITA DI BORGO VITTORIA E BORGATA CERONDA: 1876 – 1915
Visita guidata in bicicletta.
Il pieno sviluppo dell’industria accompagna la nascita delle due borgate di barriera. L’indivisibilità tra Lucento e Madonna di Campagna è segnata dalla complementarietà tra l’industria tessile, prevalentemente femminile, e quella conciaria e meccanica maschile. Durata: 2,30 ore circa.

TUTTO IL MESE – dal lunedì al venerdì in orario 9.00/15.30 nella Sala mostre
LE DONNE IN MANIFATTURA. LAVORO E FAMIGLIA IN MUTAMENTO NEL CORSO DEL SETTECENTO.
Mostra espositiva. È interessante scoprire cosa voleva dire essere donne nel Settecento. La manifattura e la grande rivoluzione della condizione femminile: madri e mogli, ma anche operaie.

INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento dei 99 posti disponibili
INFORMAZIONI:Informa5 – Via Stradella 192 – tel. 011/4435507- 5561

Chip he restituisce vista ai ciechi

sabato 6 novembre 2010

Un pò di giorni fa ho letto su alcuni quotidiani, la notizia che un chip impiantato nell’occhio dietro la retina potrebbe restituire in parte la vista ai ciechi. Ho ritenuto interessante inserirla nel blog.

(AGI) – Roma, 3 nov. – Creato un chip che si impianta nell’occhio e restituisce la vista ai ciechi. A crearlo un gruppo di ricercatori tedeschi che hanno pubblicato i risultati delle loro ricerche sulla rivista Proceedings of the Royal Society B. I ricercatori dell’Universita’ di Tubinga, guidati da Eberhart Zrenner hanno impiantato il chip realizzato in collaborazione con una societa’ privata, Retina Implant AG, in un campione di undici pazienti. All’inizio il chip, secondo quanto riferito dai ricercatori alla BBC, non avrebbe prodotto significativi miglioramenti nella vista dei pazienti. Solo negli ultimi tre pazienti invece il chip ha mostrato tutta la sua efficacia. Soprattutto perche’ i medici tedeschi hanno deciso di cambiare posizione al chip e di impiantarlo dietro la retina le zona maculare centrale. “Quando dopo tre o quattro giorni dall’intervento – ha raccontato Miikka Terho, 46enne paziente finlandese che ha partecipato alla sperimentazione – l’occhio ha cominciato a ristabilirsi ho cominciato a vedere i primi flash di luce. Sono rimasto meravigliato. Poi nei giorni seguenti ho cominciato a vedere sempre piu’ distintamente fino a ora che riesco a leggere distintamente le lettere”. .

Per ora il chip non è in grado di restituire una vista perfetta, ma per i pazienti affetti da cecità totale, potrebbe essere già questo un grosso aiuto. Si spera poi che il dispositivo possa essere ancora migliorato ed è una grande speranza per tutte le persone non vedenti.

Tecnologia

venerdì 5 novembre 2010

Cari amici Pur essendo una amante della libertà in questo caso sono d ‘accordo  se questo meccanismo vuole essere una

spia,ho letto questo  articolo   che      nelle sale operatorie del centro trapianti  di fegato delle Molinette sono istallate le “scatole nere” che conserveranno immagini e voci di tutto quello che avviene durante gli interventi. esattamente come nella cabina di pilotaggio  di un aereo,un registratore catturerà voci e immagini di chirurghi,anestesisti, infermierie  attorno al malato sul lettino operatorio il rapporto tra utente e operatore deve essere basato  sulla massima trasparenza,quindi ben venga la tecnologia quando può essere di aiuto.

Congratulazione a Paola BRAGANTINI

mercoledì 3 novembre 2010

Poche parole Paola sei grande grazie al tuo impegno e tanto lavoro. Siamo orgogliosi di te anche per la nomina a segretario provinciale PD. JEAN E COLLEGUI

Da specchio dei tempi

lunedì 1 novembre 2010

Ho letto questo interessante articolo di una lettrice del LA STAMPA e mi è parso utile farlo sapere ai lettori del BLOG.

«Voglio raccontare quanto accadutomi l’altro giorno. Sono stata più volte contattata telefonicamente da una gentile signorina che, spacciandosi per dipendente Enel (mio fornitore di energia elettrica da numerosi anni), mi chiedeva di procedere ad un’intervista registrata nella quale avrei dovuto fornire dati anagrafici, recapito, numero telefonico e codice fiscale per verificare l’esattezza dei dati presenti nei loro archivi. Mi sono rifiutata, spiegando che l’Enel era sicuramente già in possesso di quanto necessario e che dubitavo dell’identità dell’interlocutore. Di fronte all’insistenza dell’operatrice mi sono vista costretta a chiudere la comunicazione in modo scortese per evitare ulteriori discussioni. Recentemente ho appreso, anche da lettere al Vostro quotidiano, che alcuni fornitori di gas ed energia si stanno procacciando nuovi contratti in modo ingannevole, presentandosi a casa degli utenti qualificandosi come dipendenti dell’azienda addetti ad un semplice controllo. Evidentemente, il raggiro “porta a porta” non si è mostrato sufficientemente remunerativo e si è deciso di potenziarlo con quello telefonico!».

Maestoso

lunedì 1 novembre 2010

Maestoso: nel canto e nell’imponente maestosità del suo essere nel interpretare Celeste Aida!!

http://www.youtube.com/watch?v=XP1vp_G9mLc