Archivio di febbraio 2021

quartiere Lucento??no quartiere Vanchiglia ???si

venerdì 26 febbraio 2021

“da la Stampa del 26 febbraio”

Stop alla vendita di alcolici a partire dalle 18 nei minimarket e nei supermercati, con-trolli costanti delle forze dell’ordine già a partire dal tardo pomeriggio, per preve-nire feste in strada e assembramenti prima che diventi di fatto impossibile intervenire. Sono queste le linee guida in-dicate dal territorio di Vanchi-glia per affrontare il proble-ma della malamovida al tem-po della pandemia. Quella che lo scorso weekend ha fat-to preoccupare tanti cittadini per la diffusione dei contagi. Per provare a trovare un ac-cordo e una strategia comu-ne, si sono riuniti allo stesso tavolo i rappresentanti di tut-te le realtà del borgo: le asso-ciazioni dei negozianti diurni e dei locali serali e una delega-zione di residenti a cui si è ag-giunta anche la presenza di qualche militante del centro sociale Askatasuna.Va detto che su alcuni punti le posizioni sono molto diver-se: l’obiettivo sarebbe quello di arrivare a un documento condiviso, con le richieste da sottoporre all’amministrazio-ne. A entrare nel merito della questione è Jasch Ninni dell’as-sociazione Quartiere Vanchiglia, che comprende una trentina di attività commerciali: «Visto che a locali di somministrazione e cocktail bar si impone di chiudere alle 18, chie-diamo che su quest’area ci sia un coprifuoco alcolico anche per i minimarket e i supermer-cati, approvando un’ordinan-za che vieti di vendere botti-glie di birra e alcol da una cer-ta ora in poi». Una richiesta che arriva dall’osservazione di quanto accaduto una settima-na fa, quando soprattutto i «bangla» sono diventati punto di ritrovo per acquistare be-vande e improvvisare serate di movida nonostante le nor-me anti Covid. In particolare nella zona pedonale di via Balbo, che ha richiamato oltre un centinaio di ragazzi accalcati. Oppure nella vicina piazza Santa Giulia con musica e balli di gruppo o, ancora, in largo Montebello.Il secondo fronte è quello dei controlli sul campo. «Ser-ve un sistema di controlli del-le forze dell’ordine che comin-ci ben prima dell’ora di cena – spiega Ninni – Inutile arrivare alle 22 perché la piazza è già piena di gente e diventa diffi-cile da gestire». Certo le posi-zioni nel quartiere restano an-cora da limare. Roberta Isgrò, presidente di Smart Vanchi-glia: «Uno stop generalizzato non mi trova d’accordo. Non si può impedire a un ristoran-te o a una gastronomia di ven-dere una bottiglia di vino do-po le 18, sarebbe un’ulteriore mazzata».Insomma, il dialogo prose-gue ma l’obiettivo è arrivare a una sintesi in tempi brevi. Perché un altro weekend sta per cominciare. «I cittadini reclamano a gran voce la pre-senza delle istituzioni – com-menta Luca Deri, presidente della Circoscrizione 7 – Solo i controlli preventivi possono evitare assembramenti mol-to pericolosi, oltre che vieta-ti, in questo periodo di pandemia»”

perchè la circoscrizione 5 non si può fare??????????????????

ci risiamo…….

mercoledì 24 febbraio 2021

Perchè perchè ci sono dei gruppi di “scellerate e scellerati”che continuano a fare ciò che vogliono a discapito dei cittadini che sono ligi ai doveri….
perchè i minimarket- exraeuropei devono tenere aperto fino alle ore……..x. e continuano a vendere birra a minorenni,i maggiorennni, ubriachi,(rigorosamente senza scontrino???)
che lasciano in giro tutte le bottiglie…. e tutti i loro “bisogni liquidi e solidi”….. e tutto ciò vicino alle aree dove ci sono i giardini dove dovrebbero giocare i bambini…….
e tutti lo sanno, tutti lo vedono e tutti sopportano, (e mi fa pena l’operatore ecologico che raccoglie tutte le mattine le loro porcherie…. sembra quasi rassegnato……)
‘divertente ,vedere al mattino (perchè cominciano dopo aver fatto a coda) con la tanto agognata bottiglia,anzi due, perchè è troppo lungo il tragitto per andare a prenderne un’altra…… e continuo a dire perchè a loro tutto è permess0

” Il Vento nell’Isola” (Poesia)

lunedì 22 febbraio 2021

IL VENTO NELL’ISOLA
Pablo Neruda

Il vento è un cavallo:
senti come corre
per il mare, per il cielo.

Vuol portarmi via: senti
come percorre il mondo
per portarmi lontano.

Nascondimi tra le tue braccia
per questa notte sola,
mentre la pioggia rompe
contro il mare e la terra
la sua bocca innumerevole.

Senti come il vento
mi chiama galoppando
per portarmi lontano.

Con la tua fronte sulla mia fronte,
con la tua bocca sulla mia bocca,
legati i nostri corpi,
all’amore che brucia,
lascia che il vento passi
senza che possa portarmi via.

Lascia che il vento corra
coronato di spuma,
che mi chiami e mi cerchi
galoppando nell’ombra,
mentre, sommerso,
sotto i tuoi grandi occhi,
per questa notte sola
riposerò, amor mio.

CALZINI SPAIATI………

sabato 6 febbraio 2021

DAL GIORNALE “LA STAMPA”

………In tanti si sono sentiti calzini spaiati, durante il lockdown e soprattutto dopo, quando ai problemi di salute si sono sommati quelli economici. Molti hanno associato la solitudine in era di pandemia alle patologie di cui si può essere affetti e che sono nate in pochi mesi. Solitudine da combattere e in questo caso la lotta è rappresentata dai calzini che non sono mai soli e che, pur spaiati, non perdono la speranza di ritrovarsi. Aderire alle celebrazioni è molto semplice e ieri l’hanno fatto in tanti. È bastato indossare calzini spaiati, quanto più fantasiosi e incongrui possibile, scattare una foto e pubblicarla sul proprio profilo Facebook o Instagram con l’hashtag #calzinispaiati2021 e taggando @autismoParoleperdirlo.

A VOLTE NON CI PENSIAMO  ma è  vero quello che si dice nell’articolo……

una  cosa è certa, almeno per me in ,questo periodo mi ha toccato profondamente praticamente mi ha “rubato ” un anno della mia vita ; adesso mi accorgo delle piccolissme gioie  che avevo….è andata così……speriamo che passi  ma intanto passano i giorni …i mesi.e il tè a cinque centesimi è una  chimera………

Risultato immagini per buon pomeriggio con caffè

“Peperoncini Piccanti”

giovedì 4 febbraio 2021

I peperoncini piccantiSe non si hanno particolari controindicazioni e effetti collaterali consumarli moderatamente possono portare benefici alla salute.

Nonostante il suo gusto molto piccante, il peperoncino è famoso in tutto il mondo. La sua fame è attribuita non solo al sapore, sfruttato a fini culinari, ma anche alle sue proprietà benefiche sul corpo che di conseguenza gli permettono di trovare spazio anche in campo medico. Sulla base degli studi scientifici condotti sulla capsaicina, ovvero sulla sostanza presente nei peperoncini, sono state rilevate proprietà antibatteriche, anti-diabetiche, analgesiche e persino anti-cancerogene.

Usi del peperoncino (peperoncino in cucina e in molte ricette)

L’uso in cucina del peperoncino è diffusissimo; questo viene utilizzato nella preparazione di diversi piatti ed in particolare per salse, pietanze a base di pesce, pollo, carne o ancora come condimento piccante in pizze e panini. È persino possibile dare un tocco più piccante ed originale a minestre e zuppe.

Il peperoncino in polvere secca è uno degli ingredienti principali aggiunti nel mix di spezie che da frutto al curry. I peperoncini rossi, imbevuti in dello yogurt ed essiccati, sono invece utilizzati per la preparazione di snack, i quali sono molto famosi nelle culture indiane.

Peperoncino contro i dolori

In applicazioni mediche, i peperoncini vengono molto utilizzati per la preparazione di ungenti e tinture, per le loro proprietà astringenti, anti-irritanti ed analgesiche. Date tali capacità, i prodotti ottenuti sono utilizzati per il trattamento di dolori artritici e dolori muscolari.

peperoncini sono ritenuti in grado di riuscire ad abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue, anche nei casi più gravi di obesità.

Peperoncino più diffuso

Tra i peperoncini più diffusi al mondo troviamo il peperoncino serrano, la cui versione con dimensioni leggermente più piccole è detta jalapeno. Questo tipo di peperoncino è caratterizzato da un colore verde scuro che si avvicina al rosso. È un peperoncino molto piccante. Offre un’elevata quantità di vitamina A, maggiore rispetto a quella che si può trarre da altri peperoncini.

Altro genere è il peperoncino conosciuto come pepe di Cayenna, molto utilizzato in Italia, il quale viene di solito utilizzato sotto forma di polvere secca. È un peperoncino dal colore rosso acceso, indicato per la preparazione di ogni tipo di pietanza. Sebben gli studi non siano ad oggi ufficiali, si attribuiscono a questo tipo di peperoncino delle proprietà salutari, tali da riuscire ad uccidere le cellule tumorali in prostata, polmoni e pancreas. Oltre che per quest’azione, è indicato poiché è in grado di aumentare il metabolismo ed inoltre influenza positivamente il sistema circolatorio in quanto alimenta gli elementi vitali nella struttura delle cellule capillari, vene, arterie ed aiuta inoltre a regolare la pressione arteriosa portandola ai livelli normali.

Ci sono tantissime varietà che si distinguono rispetto al relativo indice di piccantezza della scala Scoville.

Peperoncini più piccanti

Tra le specie più piccanti troviamo i peperoncini appartenenti al Capsicum annuum come il jalapeno. Molto piccante è anche l’habanero caratterizzato da una forma arrotondata ed infine la varietà più popolare è il tabasco, molto utilizzato anche in Italia.

Peperoncino

il peperoncino è tra le cose più naturali e preziose che esiste. Per quando è possibile aumentiamo l’uso e il consumo? Io li coltivo personalmente sul balcone nei vasi.