Archivio di aprile 2021

ZENIT (ex gruppo danzaterapia)

venerdì 30 aprile 2021

dalla Stampa del 30 aprile 2021

COOP.ZENIT

Trovare un’occasione per chiacchierare, raccontarsi, fare amicizia e, allo stesso tempo, offrire un po’ di sol-lievo a un’altra persona rimasta sola, soprattutto durante i mesi di lockdown e di emergenza sanitaria. Si chiama «Il filo comune» l’iniziativa messa in piedi dalla cooperativa sociale Zenith, che da tempo opera soprattutto nei quartieri di Borgo Vittoria e Pozzo Strada: un servizio di supporto tele-fonico che vuole accorciare le distanze e mettere in relazione le persone over 65 che vivono in tutta la città. «L’idea è nata da una semplice richiesta che era stata fatta da un cittadino ai nostri operatori, quella di poter essere messo in contatto con altre persone che avevano bisogno di ascolto e compagnia – spiegano – Così abbiamo deciso di dare vita a questa piccola ini-ziativa di comunità». Per potervi prendere parte basta telefonare al nume-ro 366.67.11.794.Nelle settimane passate la cooperativa ha avviato an-che una serie di azioni per dare un aiuto ai «nuovi poveri»: quelle fasce di torinesi messi in ginocchio da pandemia e crisi economica. In questo caso si tratta di una campagna di raccolta fondi per acquistare tablet, scatole e pacchi alimentari oppure il biglietto per partecipare a iniziative culturali orga-nizzate sul territorio. «Si tratta di un’iniziativa di so-stegno che passa attraverso doni concreti come prodotti essenziali per la casa, accom-pagnamenti assistiti e espe-rienze di socializzazione e svago» spiegano da Zenith. Per prendere parte alla campagna è possibile consultare il sito della cooperativa, dove è presente una sorta di lista della spesa stilata in favore delle perso-ne in difficoltà. D.MO

Sicilia

giovedì 29 aprile 2021
Noi siciliani siamo tutti neri come le teste di moro.
Bianchi come il sale di Trapani e le rocce candide della Scala Dei Turchi.
Arabi come la Zisa.
Greci come il tempio della Concordia di Agrigento.
Normanni come le nostre splendide cattedrali, e ancora, Fenici, Spagnoli e Bizantini.
Siamo i discendenti dei popoli del mare,
Siamo la terra dei Ciclopi.
Siamo la terra delle Piramidi dell’Etna.
Siamo la terra di Colapesce e i primi palombari.
Siamo la terra delle grotte magiche e delle trovature.
Siamo la terra della bellissima e incantevole Aretusa e del folle amore di Alfeo.
Siamo la terra delle tre ninfe, Capo Peloro, Capo Passero e Capo Lilibeo.
Siamo la terra della principessa Sicilia.
Siamo la terra del Vespro e dell’onore.
Siamo la terra di Scilla e Cariddi il terrore dei marinai antichi.
Siamo la terra dei giganti e di Tifeo.
Siamo la terra che ha fatto della multiculturalità la sua fortuna e la sua bandiera, un mix straordinario di culture e diversità custodito nel nostro patrimonio genetico, che ci accompagna in qualsiasi parte del mondo noi ci troviamo.
Salutiamo gli sconosciuti baciandoli.
Se hai bisogno nessuno si tira indietro, l’ospitalità per noi è sacra, non abbiamo paura di ciò che è diverso da noi, perché noi stessi siamo diversi, noi siamo SICILIANI!

QUARTIERI SPAGNOLI

giovedì 29 aprile 2021

GUARDATE QUESTO ARTICOLO   CLICCATE    SU  QUI LA CULTURA NON E MAI TROPPA.

Annacati

giovedì 29 aprile 2021

ABBANDONA LA TRISTEZZA E FAI FINTA CHE NON CI SIA.

CIAO MILVA…….

sabato 24 aprile 2021

Una mattina mi son svegliato,
O bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
una mattina mi son svegliato
e ho trovato l’invasor.

O partigiano, portami via,
O bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
o partigiano, portami via
che mi sembra di morir.

E se io muoio da partigiano,
O bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
e se io muoio da partigiano
tu mi devi seppellir.

E seppellire lassù in montagna,
O bella ciao, bella ciao, bella ciao, cia,o ciao,
e seppellire lassù in montagna
Sotto l’ombra di un bel fior.

Ma verrà un giorno che tutti quanti,
O bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
ma verrà un giorno che tutti quanti
lavoreremo in libertà,
ma verrà un giorno che tutti quanti
lavoreremo in libertà.

FELICITA’

sabato 17 aprile 2021

Potrebbe essere un'immagine raffigurante fiore e il seguente testo "Cos'è la felicità? La felicità è tante cose. La felicità è quando sorridi e non te ne accorgi. È tua canzone preferita che capita casualmente in radio. Eun un caffè con un'amica. È qualcuno che guardandoti capisce tutto, senza che tu gli abbia detto niente. È' un abbraccio affettuoso che arriva alle tue spalle. È un messaggio inaspettato che arriva al momento giusto. Autore sconosciuto"

MOZART PER LA FELICITA’

“Buone notizie”

mercoledì 14 aprile 2021

Se riuscite leggetelo tutto: Interessante per gli Over 70.

Il direttore del Medical College della George Washington University afferma che il cervello di una persona anziana è molto più plastico di quanto si creda comunemente. A questa età, l’interazione degli emisferi destro e sinistro del cervello diventa armoniosa, il che espande le nostre possibilità creative. Ecco perché tra le persone con più di 60 anni puoi trovare molte persone che hanno appena iniziato le loro attività creative.
Naturalmente, il cervello non funziona così velocemente come nella giovinezza. Tuttavia, vince in flessibilità. Ecco perché con l’età prendiamo le decisioni giuste più velocemente e siamo meno suscettibili alle emozioni negative. Il picco dell’attività intellettuale umana si verifica a circa 70 anni, quando il cervello inizia a lavorare a piena capacità.
Alla fine, aumenta la quantità di mielina nel cervello, una sostanza che promuove il rapido passaggio di un segnale tra i neuroni. A causa di ciò, le capacità intellettuali aumentano del 300% rispetto alla media.
E *il picco di produzione attiva di questa sostanza si verifica all’età di 60-80 anni.* Interessante anche il fatto che dopo 60 anni una persona può usare 2 emisferi contemporaneamente. Questo ti permette di risolvere problemi molto più complessi.
Il professor Monchi Uri dell’Università di Montreal ritiene che il cervello degli anziani scelga il percorso meno energivoro, riducendo il superfluo e lasciando solo le giuste opzioni per risolvere il problema. È stato condotto uno studio a cui hanno partecipato diversi gruppi di età. Durante i test i giovani erano molto confusi, mentre gli over 60 hanno preso le decisioni giuste.
E ora consideriamo le caratteristiche del cervello all’età di 60-80 anni. Sono davvero arcobaleno.
*PECULIARITÀ DEL LAVORO DEL CERVELLO ANZIANO*
1. I neuroni nel cervello non muoiono, come dicono tutti intorno. La connessione tra loro scompare semplicemente se la persona non è impegnata nel lavoro mentale.
2. La disattenzione e l’oblio appaiono a causa di un eccesso di informazioni. Quindi non è necessario concentrarsi per tutta la vita su piccole cose inutili.
3. Dall’età di 60 anni, una persona non utilizza un emisfero, da giovane, ma entrambi contemporaneamente quando prende decisioni.
4. Conclusione: se una persona conduce uno stile di vita sano, si muove, ha una ragionevole attività fisica e ha una piena attività mentale, le capacità intellettive non diminuiscono con l’età, ma solo CRESCONO, raggiungendo un picco fino a 80-90 anni.
Quindi non aver paura della vecchiaia. Sforzati di svilupparti intellettualmente. Impara nuovi mestieri, suona musica, impara a suonare strumenti musicali, disegna immagini! Danza! Interessati alla vita, incontra e comunica con gli amici, fai progetti per il futuro, *viaggia il più possibile.* Non dimenticare di andare a negozi, caffè, concerti. Non chiuderti in solitudine: è dannoso per chiunque. Vivi con il pensiero: tutto il bene è ancora davanti a me!
Un ampio studio negli Stati Uniti ha rilevato che:
▪ L’età più produttiva di una persona va dai 60 ai 70 anni.
▪ Il 2° stadio più produttivo di una persona è l’età da 70 a 80 anni.
▪ 3° stadio in termini di produttività 50 e 60 anni.
▪ La persona non ha ancora raggiunto il suo apice.
▪ L’età media dei vincitori del Premio Nobel è di 62 anni.
▪ L’età media dei presidenti delle 100 maggiori società del mondo è di 63 anni.
▪ L’età media dei pastori delle 100 chiese più grandi degli Stati Uniti è di 71 anni.
▪ L’età media dei padri è di 76 anni.
▪ Ciò conferma che gli anni migliori e più produttivi di una persona sono tra i 60 e gli 80 anni.
▪Questo studio è stato pubblicato da un *team di medici e psicologi nel NEW ENGLAND JOURNAL OF MEDICINE.*
▪ Hanno scoperto che all’età di 60 anni raggiungi l’apice del tuo potenziale emotivo e mentale, e questo dura fino all’età di 80 anni.
▪ Quindi, se hai 60, 70 o 80 anni, sei al miglior livello della tua vita.
*- FONTE:* New England Medical Journal.

MOLE ANTONELLIANA 10 APRILE 1889-10 APRILE 2021

domenica 11 aprile 2021

DAL WEB

“La Mole Antonelliana è un edificio monumentale di Torino, situato nel centro storico, simbolo della città e uno dei simboli d’Italia. Il nome deriva dal fatto che, in passato, fu la costruzione in muratura più alta del mondo, mentre il suo aggettivo deriva dall’architetto che la concepì, Alessandro Antonelli.

La forma della Mole è unica nel suo genere e questo perché frutto della singolare tecnica architettonica messa in pratica da Alessandro Antonelli. La parte inferiore è tutta in muratura con una basa quadrata superiore ai moduli poi sovrapposti. L’ingresso è tipico dei templi dell’antica Roma con colonne in stile prettamente neoclassico.”

BUGIARDINO

mercoledì 7 aprile 2021

DA LA STAMPA BUONGIORNO DI MATTIA FELTRI

“.Il bugiardinoJanet Yellen, alla guida del Tesoro americano, al Chicago Council on Global Affairs ha indicato che gli Usa intendono discutere al prossimo G20 – oggi e domani con la presidenza italiana – la proposta di una tassa minima sui profitti delle società concor-data a livello globale. L’Italia dovrebbe sostenere l’introdu-zione della tassa minima: basta dare uno sguardo a quel che è successo negli ultimi decenni al livello medio di tassazione sui profitti delle società. – P. 13La scuola è la locomotiva del Bel Paese: se riparte lei, col suo vec-chio ciuf ciuf di campa-nelle e ricreazioni, aule e cortili, buoni e brutti voti, ci svegliamo tutti dal torpore, dall’apatia e dalla depressione riuscendo a trovare la forza per scrutare un nuovo arcobaleno di fede, speranza e carità. – P. 11Effetti collaterali di un farmaco senza ricetta che talvoltaprendo per il mal di schiena. Fino a un caso su dieci: mal di testa, vertigini, capogiri, nausea, vomito, diarrea, dispepsia, dolori addominali, aumento transaminasi, eruzione cutanea. Fino a un caso su cento: palpitazioni, dolori al torace, insufficienza cardiaca, infarto. Fino a un caso su mil-le: reazioni allergiche gravi, ipotensione, collasso, sonno-lenza, asma, gastrite, sanguinamento di stomaco e intestino, vomito con sangue, ulcera dello stomaco e dell’intestino con perforazione, sangue nelle feci, epatite, colorazio-ne gialla di pelle e mucose, ittero, disturbi del fegato, orticaria, edema. Fino a un caso su diecimila: basso numero di piastrine, riduzione dei leucociti, riduzione dei globuli rossi, anemia emolitica e aplastica, sangue nelle urine, reazione a pelle e mucose, disorientamento, depressione, insonnia, incubi, gravi alterazioni mentali, reazioni psicotiche, alterazioni della memoria, convulsioni, ansia, alterazione della membrana del cervello, ictus, fischio all’orecchio, perdita dell’udito, aumento pressione sanguigna, infiammazione dei vasi sanguigni, polmonite, infiammazione del colon, colite, stomatite, stomatite con ulcere, restringimento dell’intestino, glossite, pancreatite, epatite fulminante, necrosi del fegato, compro-missione delle funzioni del fegato, reazioni della pelle da lievi a fatali, necrolisi tossica, insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, necrosi renale. (Casi di trombosi nel Regno Unito dopo il vaccino Astrazeneca, uno su trecentomila; casi mortali, uno su due milioni e mezzo).

poi i medici dicono di non leggere il bugiardino……..però quando sentiamo dei sintomi ci allarmiamo e legggendo il bugiardino troviamo che corrispondono….( il più strano che ho trovato è quello che dice che potrei fare dei brutti sogni???)

GIPO FARASSINO

sabato 3 aprile 2021

Addio Gipo, siamo in pochi a sapere chi sei,

ma rimarrai per sempre nei nostri cuori.