spacciatori

Mi chiamo Luciana e sono la moglie di Vemo.
Vorrei segnalare una cosa che avviene nel mio quartiere in modo che chi puo’ cerchi di provvedere, perché è una cosa molto grave e pericolosa.
Tutte le sere in corso Lombardia angolo via Isernia e in corso Potenza angolo via Lucento ci sono gruppi di individui che con notevole faccia tosta spacciano.
Questi personaggi sono una piaga gravissima per i nostri giovani.
Ma io non mi sento di condannare solo gli spacciatori, che sono certo condannabilissimi, ma anche chi si serve da loro.
I nosti giovani si drogano ben sapendo quello che fanno, hanno tutte le informazioni da ogni parte, media, televisione, radio, giornali e quantaltro, ma lo fanno lo stesso, forse li spinge il gusto del proibito, continuano ad abusare di droga fumo e alcool.
Vorrei dire la mia in proposito.
Ragazzi non buttate la vostra giovane vita, spendete il vostro tempo e la vostra gioventù in cose più piacevoli, come dialogare con le persone, specialmente i più anziani, quelli che hanno imparato come vivere all’università della vita.
Saprebbero come superare le difficoltà e imparare il bel vivere.
Anche le persone più semplici hanno qualcosa da insegnare!
Questo mio pensiero è una goccia nel mare, ma se servisse a rischiarare, anche di poco la mente di un solo ragazzo, sarei già contenta, sarebbe un inizio illuminante.
Eschilo disse: La saggezza si conquista attraverao la sofferenza.

Questo invece lo dico io: drogarsi è una vigliaccheria, è come sfuggire le difficoltà della vita.

Luciana.

Scrivi un commento

*