Uomini del nord.

Io sono un tifoso sfegatato della Ferrari.
Vedendo un Gran Premio alla televisione mi esalto o soffro per le vicende che avvengono nello svolgimento della corsa.
Vorrei sottolineare un episodio avvenuto nel recente GP in canada.
Dopo un incidente è uscita in pista la Peace Car, tutti in fila aspettando il via libera, poi tutti insieme ai box a fare rifornimento. I meccanici Ferrari sono stati i più lesti, pertanto Kimi è stato il primo a ripartire, si infila nella corsia di rientro ma si deve fermare per aspettare il via libera dal semaforo, dopo un istante (danneggiare una Ferrari è una cosa cosa orribilissima e di gravità inaudita) viene tamponato violentemente da Hamilton, che nella foga non si era accorto del semaforo, tutti e due fuori gara.

Mi agito urlo impreco, do dell’imb….., ma mi muoiono le parole in bocca vedendo cosa fa Kimi, che sceso di macchina fa un cenno ad Hamilton facendogli notare il rosso. Null’altro, poi si allontana come se la cosa non lo riguardasse minimamente.
Io sinceramente, anche se non rinuncio al mio spirito latino e alle mie emozioni, ammiro sinceramente questi uomini del nord, impassibili e razionali.
Veramente UOMINI di GHIACCIO.

Scrivi un commento

*