Tempo di crisi.

La borsa è in altalena, tendente fortemente al basso, tanti rischiano il posto di lavoro, altri l’hanno già perduto, le famiglie stentano ad arrivare alla fine del mese, chi aveva qualche risparmio in banca si è trovato con il bicchiere mezzo vuoto.
Questa è la CRISI!

CRISI durissima che investe tutto il globo, tranne poche eccezioni.
IO, insieme a molti altri mi domando: come mai? cosa succede? perche?
In fondo la situazione non è dissimile a come era un anno fa.
Secondo quello che ci dicono, tutto è cominciato in AMERICA con la crisi dei mutui.
Gli Americani, ma non solo loro, si sono indebitati oltremisura, hanno vissuto al disopra delle proprie possibilità e alle prime difficoltà è venuta meno la fiducia, ecco fatta la frittata!
La FIDUCIA è una gran cosa, se manca quella tutto si ferma.
La fiducia, ma come si fa ad avere fiducia se siamo continuamente bombardati da ogni fonte di informazione, come un bollettino di guerra: CRISI. CRISI. CRISI.
La conosciamo benissimo, anche sulla nostra pelle! ma mi pare che si esageri.
Mille guru dicono la loro ricetta, bla bla bla, e continuano a farci calare la pressione.
Non se ne può più! Mamma mia che magone!

Ci sarebbe bisogno che qualcuno ci tirasse su il morale, un poco di ottimismo,una speranza, se non per quelli come me che già hanno percorso un bel tratto di strada, ma per i nostri figli e nipoti.
Secondo me per uscire da questo pantano è necessario che chi ha la possibilità (ce ne sono ancora tantissimi!) venga incoraggiato a spendere in modo da far ripartire l’economia, tanto meglio se poi comprano cose fatte da noi.
Basta con le cassandre!
W l’ottimismo! anche se non è del tutto giustificato.

Scrivi un commento

*