…….e per Pasquetta vi regalo la “Torta Pasqualina”….. (peccato che sia solo virtuale ah ah )


La storia della Torta Pasqualina

torta Questa torta dalle origini assai antiche (ne è attestata l’esistenza nel XV secolo), è una famosa specialità genovese, chiamata così perchè si usava (e si usa) prepararla e mangiarla soprattutto a Pasqua.
Questa torta salata si prepara anche con i carciofi, ma la tradizionale torta Pasqualina è fatta solo con le bietole, poiché nel periodo pasquale i carciofi non erano a buon mercato, mentre le umili bietole di campagna erano in pieno germoglio e tutti potevano permettersi di acquistarne in quantità. Tradizione vuole che i fogli di pasta che compongono la torta pasqualina siano esattamente 33, in ricordo degli anni di Gesù, ma in pratica ci si “accontenta” anche di meno. Non solo: come spesso accade nei piatti tipici di origini molto antiche gli ingredienti della torta Pasqualina, uova e formaggio, erano alimenti pregiati che venivano consumati solo nelle grandi ricorrenze.
In Liguria, al posto della ricotta, si utilizza la prescinseua, una sorta di cagliata di latte molto leggera, reperibile in alcune gastronomie particolarmente fornite.
Il segreto della riuscita della ricetta sta nella preparazione della pasta che va fatta senza uova e dev’essere veramente sottilissima. La torta Pasqualina è buona sia tiepida che fredda.”

e eccovi la ricetta….

1 Commento a “…….e per Pasquetta vi regalo la “Torta Pasqualina”….. (peccato che sia solo virtuale ah ah )”

  1. Secondo scrive:

    Ragazzi a forza di vedere tutti questi dolci mi fate ingrassare fra colombe,torte pasqualine èh insomma mi capite vero e poi qualcheduno mi dice che mi sta venendo la pancietta.

Scrivi un commento

*