Crisi = grassi

Stiamo vivendo in un periodo di transizione, quel passaggio tra le due condizioni, quella dell’abbondanza che ci aveva indirizzato verso il troppo facile consumo e quello che avviene nel momento attuale portandoci alla ponderatezza verso i consumi.
Dal titolo “Crisi uguale grassi” si può capire che è l’attuale crisi che ci fa grassi, perché a fine mese mentre il portafoglio si svuota ci si allarga il girovita.
Dai carrelli della spesa sempre meno pieni, spariscono molti indispensabili alimenti, questi vengono rimpiazzati da alimenti confezionati e più ricchi di grassi e zuccheri molto più convenienti, ma con un serio risultato che possiamo dire: “obesi da fine mese”.
Questo è il paradosso della crisi economica, più gli Italiani tirano la cinghia più ingrassano, tutta colpa del nuovo modo di fare economicamente la spesa, che tiene conto più dello scontrino che della salute.

Beppe.

Scrivi un commento

*