La mia giornata all’EXPO.

Il viaggio Torino-Rho/Milano è stato facile, comodo e veloce con Trenitalia Freccia Rossa. Per prima cosa spiegherò cos’è l’EXPO Milano 2015. Sarebbe l’Esposizione Universale che l’Italia ospita, ed è il più grande evento mai realizzato sull’Alimentazione e la Nutrizione. Per sei mesi Milano si è trasformato in una vetrina mondiale, associandosi a quei paesi del mondo desiderosi di mettere alla mostra il meglio delle loro culture.  Arrivato all’ingresso di questa immensa struttura, c’è l’obbligo tassativo del check-in, entro poi nell’affollatissimo Decumano, il viale principale lungo 1.500 mt.  Tutto sovrastato da una copertura di vele bianche, dove su entrambi i lati si affacciano i padiglioni dei Paesi Partecipanti.  E da qui che si avvia la mia avventura in una infinita marea di gente, i più informati sono alla ricerca dei padiglioni più gettonati, che per visitarli dovranno immettersi in tortuose e lunghe code senza fine.  Tanto per incominciare scelgo un padiglione a caso, quello del Nepal, oltre un’ora di coda per vedere nel finale un Buddha.  Dopo questo lungo tempo perso ho deciso di provare la via più facile e sbrigativa, visitando soltanto quei padiglioni di meno importanza o dove ci si può trovare meno gente.  In tutto questo multiforme luogo, dove tradizioni e sapori si incrociano con architetture straordinarie, c’è un mondo intero con  l’infarinatura dalle più vaste culture, dei costumi, dei prodotti, delle loro economie.  Camminare in questa vasta area espositiva e passando davanti a questi padiglioni dalle diverse nazionalità, può sembrare di fare il giro attorno al nostro pianeta.  Magnifiche sono tutte queste strutture architettoniche, alcune sono a tema altre meno ma importanti, monumentali capolavori, sono il frutto di più progetti studiati e messi in opera dai più famosi architetti del mondo.  Nel complesso è tutto da vedere, molto bello ed interessante, uno plauso va a tutta l’organizzazione per la efficienza e sicurezza del sito.  E dopo otto ore di piccoli passi, concludo la mia lunga giornata all’EXPO, molto esausto ma in fondo soddisfattissimo per esserci stato.

3 Commenti a “La mia giornata all’EXPO.”

  1. Franco scrive:

    Bravo Beppe, hai descritto molto bene la tua giornata passata all’EXPO, poi ho visto che in qualche modo sei riuscito anche ridimensionare la foto prima di inserirla e mi fa piacere che quando ti dico qualcosa riesci a capirla. Si potrebbe fare un pochettino meglio, sia con la foto che nella disposizione del testo. Ma questo lo approfondiremo un po tutti insieme nei prossimi incontri a cominciare da Mercoledì. Porta dietro un quaderno e una biro per prendere gli appunti, quel blocchetto che avevi Mercoledì scorso non va tanto bene, perchè a lungo andare si staccano le pagine da sole. Comunque vedi che scrivi bene e ti meriti un bravo per tutto ciao Franco!!!

  2. Secondo scrive:

    Sempre in giro Giuseppe bravo….

  3. AMY scrive:

    BELLO

Scrivi un commento

*