” Bike The Nobel “

E’ risaputo che il chimico svedese Alfred Nobel è stato l’inventore della dinamite, che a causa di una vicissitudine alquanto strana e dalla conseguenza al caso  che nel 1901 istituì questo nobile premio, da elargire ogni anno a chi abbia bene apportato   “Considerevoli benefici alla Umanità”.

‘Caterpillar’ nel programma di RAI 2, ha proposto come prossimo candidato al “Premio Nobel per la Pace”, proprio il mezzo più usato nel mondo, “La bicicletta”. Perché questo mezzo è uno strumento di pace, è un mezzo di spostamento più democratico che ci sia a disposizione dell’Umanità.  Permette di muoversi a tutti, poveri e ricchi, riduce le differenze sociali.  La bicicletta è un contributo sociale che elimina le distanze fra i popoli, ed è un mezzo che comunica rispetto e avvicina le persone e le culture.  E’ la regina delle strade e dello sport ciclistico, che nelle forti competizioni adorna festosamente con molto entusiasmo le folli popolari. Sempre a disposizione con semplicità, eleganza, leggera e molto aggiornata dalle nuove tecniche, sportiva al servizio per lo svago, economica per il lavoro.  La bici non ha controindicazioni, pedalare fa bene al cuore, aiuta a stare bene e riduce i rischi di malattie e ai sistemi sanitari dai costi delle cure.  Chi va in bici sorride, pensa, canticchia, fischietta, crea sempre il buon umore ed è in sintonia col mondo esterno.  La bicicletta,  (il suo nome viene spesso abbreviato in “bici)   è di categoria Velocipedi.  E’ un veicolo azionato a pedali con la forza muscolare delle gambe e la velocità e basata sulle diverse possibilità.  E’ costituita da un particolare telaio in cui sono vincolate due ruote allineate una dietro all’altra, è dotata di un sistema meccanico per la trasmissione della potenza alla ruota motrice posteriore.

Ha un lodevole e risaputo pregio ecologico  “ NON E’ INQUINANTE ”.    Riduce di molto quel bisogno di petrolio ed i conflitti che si fanno per questa materia.

Insomma la bicicletta non ha mai deluso, molto ecologica, silenziosa,   sempre economica, socialmente aggregante e merita il “Nobel per la Pace”.

2 Commenti a “” Bike The Nobel “”

  1. Franco scrive:

    Bravo Luchin, ancora qualche piccolo ritocco e poi sei sulla strada giusta. Interessante l’articolo “Bike The Nobel”

  2. Iris scrive:

    dai Luchin ci prendiamo un Tandem e via………. tanti auguri.

Scrivi un commento

*