Da “Specchio dei Tempi” del 25 febbraio…

Un lettore scrive:
-
«Mi riallaccio alla lettera del lettore che lamentava il servizio del pane a mani nude in un negozio del centro. Personalmente ho più volte constatato,nei banchi di salumi del mercato da me frequentato (corso Cincinnato), la “sana” abitudine di tagliare il prosciutto e accompagnare
la fetta nel contenitore con le mani nude (o al massimo coperte da un guanto); stesse mani che poi prendono i soldi e ti danno il resto. Dopo aver fatto notare tale consuetudine ai vigili del mercato, ricevo da loro l’assicurazione che verranno ricordate agli ambulanti le norme igieniche a cui devono sottostare, come l’obbligo di usare le pinze per i salumi. Sono passati forse due mesi ma i commercianti continuano ad agire nello stesso modo: nulla è cambiato».
M. BRUNO

specchiotempi@lastampa.it

1 Commento a “Da “Specchio dei Tempi” del 25 febbraio…”

  1. Franco scrive:

    Per le norme igieniche sarebbe giusto che si usassero sempre i guanti o le pinze per prendere gli alimenti: Dovrebbero applicare delle sanzioni a chi non lo fa, così dopo si ricordano…

Scrivi un commento

*