Pace_multilingue

pace_multilinguemodificata-350x419.jpg

 

In questi giorni di lutto per i morti a Kabul (Afganistan), dove oltre ai nostri militari muoiono anche tanti civili, finchè ci sarà questa guerra senza senso che dura da otto anni ci saranno sempre dei morti, l’unica speranza che si faccia la pace il più presto possibile. In questo momento sono vicino all’immenso dolore di queste famiglie.

Leggete questa poesia di Gianni Rorari.

Dopo la pioggia

Dopo la pioggia viene il sereno

è come un ponte imbandierato

e il sole vi passa, festeggiato,

è bello guardare a naso in su

le sue bandiere rosse e blu,

però lo si vede – questo è il male -

soltanto dopo il temporale,

non sarebbe più conveniente

il temporale non farlo per niente,

un arcobaleno senza tempesta

questa sì che sarebbe una festa,

sarebbe una festa per tutta la terra,

fare la pace prima della guerra.

 

Gianni Rodari

Scrivi un commento

*