METEORITI, FRAMMENTI DELL’UNIVERSO

QUESTE FOTOGRAFIE SONO ESEMPI                                                                                                                                         10/05/2016

Sin dai primordi dell’umanità “ le pietre cadute dal cielo “ hanno costituito per chi le ha osservate un mistero affascinante. Nei testi antichi cinesi, greci, romani si descrive del fantastico spettacolo della pioggia di meteoriti caduti sulla crosta terrestre.

Dal 700 in poi si sono fatti grandi progressi sulla conoscenza del fenomeno, con i progressi della scienza, astronomia e migliori dell’osservazione diretta e più specifiche analisi chimiche sui frammenti ritrovati hanno stabilito che provengono dal cosmo. Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di asteroidi o comete che potrebbero creare al nostro pianeta e a noi molti problemi, tenendo presente che solo pochi corpi raggiungono la terra, per quelli è stato coniato il nome Meteorite.

La fantascienza ci ha abituato ad avventure straordinarie e impensabili, ma la realtà corta con sé da migliaia di anni, le tracce dei pianeti e delle stelle dell’universo. Le tracce più tangibili dell’esistenza di un universo intorno al nostro pianeta, al di là dell’osservazione diretta compiuta in campo scientifico e astronomico, sono rappresentate dai meteoriti, frammenti non sempre piccoli, che a volte hanno lasciato sul suolo terrestre evidenti segni.

I meteoriti sono frammenti di materia solida che entrando nell’atmosfera terrestre ad una velocità molto elevata (pari a 70 Km al secondo) tale che rende incandescenti gli strati più esterni dei frammenti di meteoriti che quando entrano nell’atmosfera evaporano e si disintegrano senza raggiungere la superfice terrestre, invece alcuni di dimensioni decisamente più consistenti (pochissimi) riescono ad oltrepassare l’atmosfera disintegrandosi solo parzialmente e quindi a raggiungere il suolo del nostro pianeta.

Nel 2010 è stato aperto sul web un sito che fornisce informazioni su eventuali conseguenze ad un impatto con la terra, nell’ultimo anno sembra che siano aumentati gli avvistamenti di oggetti non proprio definiti, tendo presente che nello spazio sopra la nostra testa vi è una quantità non indifferente di frammenti di vecchi satelliti. Le cifre relative al numero di meteoriti che viaggiano nei cieli sono impressionanti, fortunatamente la maggioranza a dimensioni ridottissime.

Le Comete a differenza dei meteoriti sono composte di masse di ghiaccio e polvere di frammenti di roccia, diventano visibili ai nostri occhi quando giungono in vicinanza del sole, le cui radiazioni causano il loro riscaldamento e la formazione di un gas nel loro nucleo.

La cometa più conosciuta è Halley e riconoscibile per la sua luminosità e alla coda lunghissima, inoltre appartiene al gruppo di comete periodiche, la sua e di circa 70 anni.

Alcuni anni fa, in Russia si sono verificati degli eventi importanti, fonte della NASA dice che nelle regione degli Urali si è abbattuto uno sciame di meteoriti creando scie luminose e esplosioni in cielo, invece nella Russia centrale un piccolo asteroide entrò nell’atmosfera terrestre colpendo una cittadina e generando un’onda che distrusse edifici, scardinò finestre e ferì parecchie persone.

Quello che l’uomo ne ha traccia sicura, fu quello che cadde nel nord dell’Arizona almeno 50.000 anni fa, il grosso frammento precipitò nel Canyon Diablo causando un grande cratere che venne scoperto alla fine del milleottocento e classificato.

In conclusione la terra porta con sé il mistero dei meteoriti, ma la ricerca continua a progredire, per poter giungere a una più approfondita conoscenza, un dato e che ancora oggi le ricerche dell’uomo difettano di spiegazioni.

2 Commenti a “METEORITI, FRAMMENTI DELL’UNIVERSO”

  1. Franco scrive:

    Interessante quest’articolo di Astronomia che parla di Meteorite e Comete…

  2. luciana.incons scrive:

    Questo argomento è sempre molto interessante e misterioso!!! Grazie Francesco per averlo proposto! Luciana

Scrivi un commento

*