dalla “LA STAMPA”

da specchio dei tempi del 23 giugno 2016

Una lettrice scrive:

«Ci lamentiamo sempre dell’indifferenza dei vicini dei grandi condomini, delle grandi città spersonalizzate, dove si consumano abusi e veri e propri crimini dietro le mura domestiche. “È possibile che nessuno se ne sia accorto prima? ……….Eppure cerchiamo di raccontarvi in breve la nostra personale esperienza.

Un vicino di casa ha iniziato un lento declino da quasi un anno a causa della demenza senile. Non ha mai avuto buoni rapporti con i figli che abbiamo cercato quando abbiamo notato le prime avvisaglie (fuochi lasciati accesi, prime cadute, stato confusionale, ossessioni). Risposta, ovvia, di un figlio: “Non ne voglio sapere!”. Poi la situazione peggiora. Il signore in questione avrà avuto anche un caratteraccio, lo conosciamo da anni, ma ha tutti i mezzi economici per garantirsi l’accudimento di questi ultimi anni. Di pagare una o due badanti, di cercarsi un istituto. Ha lavorato per questo, ha risparmiato per questo e per comprare le case ai figli. La figlia, dopo anni che rifiuta di vederlo, decide di “occuparsi di lui” ufficialmente. Lo accudisce come si fa con un gatto: per tre volte al giorno viene a dargli da mangiare e a cambiarlo. Per il resto del giorno, questo signore neanche troppo anziano, è chiuso in un letto con le sbarre. Passa il giorno a urlare “Aiuto!” seguito dal nostro cognome. Quando la figlia arriva, le urla raddoppiano, gli urla: “Bastardo, non sei ancora morto?” e altri insulti, impossibili da trascrivere. Altri vicini hanno chiamato assistenti sociali, vigili e vigili del fuoco.

Quando, dopo una giornata di “Aiuto!” strazianti, decidiamo di chiamare la polizia, la risposta dei due agenti che sono intervenuti è stata: “Insonorizzate il muro oppure compratevi quelle cuffie che usano quelli che lavorano con i martelli pneumatici”. Com’è possibile che si consigli di rispondere al disagio di una persona tappandosi le orecchie?……………………………..

Q.

2 Commenti a “dalla “LA STAMPA””

  1. Biagia scrive:

    tappandosi le orecchie?……si e proprio mal messi anche dalle istituzione

    dovrebbero portarlo subito in un ricovero che Dio ci assiste……………

  2. Franco scrive:

    E impressionante come un genitore possa essere trattato in modo così disumano proprio da sua figlia… che Dio ci aiuti…

Scrivi un commento

*