I parenti non sono sempre serpenti

TORINO
Una lettrice scrive:

«Ho da poco perso l’ultima zia novantatreenne, nubile, la più rispettata in famiglia. Tutti i parenti si sono, come da sempre, prodigati per lei, dando disponibilità per ogni desiderio e necessità.
«Negli ultimi anni un “gentile vicino” di casa si insinuava nella vita della zia. Inizialmente con piccole cortesie, un giorno un pomodoro, l’indomani un po’ di insalata dall’orto fuori città, giorno dopo giorno da scaltro predatore appunto, “seduceva la sua preda”.
«Ultimamente quando la zia, sia per l’età, sia per gli inevitabili acciacchi, era più vulnerabile, il “vicino” diventava più invasivo.
«A 93 anni giunge il momento del trapasso. A esequie avvenute il “gentile vicino”, che la sera prima continuava a ripetere “voi nipoti pensate solo all’eredità”, con disprezzo consegna ai nipoti, una busta aperta contenente il testamento della zia che lo eleggeva “erede universale”. In questo modo il “gentile vicino” ha ottenuto un consistente patrimonio con anche un bell’appartamento colmo di oggetti e fotografie, che per noi nipoti rappresentano la nostra infanzia, la nostra storia, che non potremo più rivedere né accarezzare poiché un estraneo se ne è impadronito.
«Attenzione anziani soli, ricordatevi che i parenti non sono sempre serpenti, sono parte del vostro essere e non è giusto che vengano cancellati da chi, approfittando della vostra vulnerabilità, defrauda la vostra famiglia con gentilezza».

3 Commenti a “I parenti non sono sempre serpenti”

  1. francesco.lia scrive:

    Mi spiace per la vostra perdita, oltremodo con una fine sicuramente inaspettata, ma purtroppo oggi il mondo sembra affamato non solo di cibo ma anche dei sentimenti altrui.
    ANCORA, CONDOGLIANZE SINCERE.

  2. Franco scrive:

    Quando ci sono degli interessi, qualche furbetto cerca sempre di approfittarne…

  3. aldo scrive:

    Be dalle mie parto lo chiamano scherzo da prete, scherzo il mondo e pieno di veri sciacalli
    sino estranei vicini di casa ma anche parenti che si impossessano di tutto ciò senza nessuna vergogna.

Scrivi un commento

*