“Caro tempo che fuggi via”(Poesia)

Caro tempo che fuggi via.

A fatica sento la tua eterna presenza,
il tuo battito a scandire la vita.
Il tuo passare è silenzioso e impalpabile,
eppure così diverso
ora che i solchi
di memoria e di rughe sul viso
sono più profondi.

Mi sorprende questa tua diversità.
I tuoi passi che sembravano talmente lenti
che quasi ti prendevo per mano per trascinarti
si sono inspiegabilmente affrettati
tanto che a stento ora ti vengo dietro e non ti fermi.

Non vedevo l’ora, impaziente,
che scorressi come la piena di un torrente.
Poi un giorno ho capito che mi hai ingannato
che senz’accorgermene sei sfilato,
che non perdona il tuo passare.
Lasci solo le tracce d’impronte
dove il passo non può tornare.

DINO BUZZATI

2 Commenti a ““Caro tempo che fuggi via”(Poesia)”

  1. Iris scrive:

    molto bella……..ma tanto malinconica.

  2. luciana.incons scrive:

    Il tempo inesorabilmente fugge via.

Scrivi un commento

*