- TATTOO -


Tattoo, è il termine inglese che sta per tatuaggio. Le sue origini risalgono agli albori della storia.
Però, vediamo che in questi tempi il tatuaggio sia diventato purtroppo uno strano fenomeno di massa. Oggi ne vediamo di ogni forma e dimensione; trasgressivi, molto insignificanti, mini, grandi, brutti a vedersi o belli e artistici.
Sembra che questo marchio personale sia come una vera richiesta di attenzione, penso anche che all’origine di questo desiderio sia l’esibizionismo del proprio essere, oltre che una esigenza personale ci sia anche una forma psicologica ben definita, chi sta dietro a questa ha bisogno di evidenziare il proprio…IO.
Si fa senza il principio del sapere, bisognerebbe essere consapevoli dei rischi e delle implicazioni che a lungo termine si potranno verificare. Anche se ora, sei tatuati su dieci si trovano pentiti e sognano di cancellare questi indelebili disegni.
Attualmente, come gli alti livelli artistici e le tecniche impiegate, fanno si che il tatuaggio sia come una forma di pittura sul corpo, come una ricerca di un particolare linguaggio espressivo. La caratteristica fondamentale rimane comunque il “supporto” usato, il fatto cioè che l’artista disegna e colora una “tela” parte del corpo che ha la propria vita, che finita l’opera si alza, e se ne va.

3 Commenti a “- TATTOO -”

  1. Beppe Luchin scrive:

    Le misure foto per me sono ok con bella bionda tatuata

  2. Franco scrive:

    Adesso è una moda quella di farsi dei tatuaggi. Tanti si pentono di averli fatti e rimuoverli sono molto difficili.

  3. francesco.lia scrive:

    oggi sembra che sia una tela bianca il corpo umano, qualcuno lo trasforma in un foglio dove disegnare, ma dimentica che non esiste una gomma che cancella cio che non ci piace più.

Scrivi un commento

*