Hachiko (Il tuo migliore amico)

La storia di Hachiko è forse una delle testimonianze più incredibili di quanto sublime possa essere l’amore di un cane verso il padrone.

Nato a Odate (Giappone) nel novembre del 1923, Hachiko – il cui vero nome era Hachi, della razza canina Akita, il numero otto, considerato benaugurante – è stato adottato a soli due mesi da Hidesaburo Ueno, professore del dipartimento agricolo dell’Università Imperiale di Tokyo.

Pendolare per esigenze di lavoro, per due anni il professor Ueno è stato accompagnato ogni giorno alla stazione del quartiere Shibuya dall’akita, che ogni giorno ne attendeva anche il ritorno dall’università. Ma il 21 maggio 1925, stroncato da un ictus durante una lezione, Ueno muore improvvisamente, – lasciando Hachiko in attesa alla stazione, a guardare i treni passare e sperando in una riunione che non sarebbe mai avvenuta.

Ogni giorno Hachiko si recava alla stazione di Shibuya dove attendeva invano il suo Ueno.
Con il passare del tempo, il cane attirò l’attenzione dei pendolari e la sua storia iniziò a diffondersi.

Nel corso dei 10 anni successivi, il cane fedele ha continuato ad aspettare il suo padrone ogni giorno, fino a quando morì a 11 anni l’8 marzo del 1935, ritrovato in una strada di Shibuya.

Un po’ di tempo fa è stato proiettato un bellissimo film per televisione.

1 Commento a “Hachiko (Il tuo migliore amico)”

  1. francesco.lia scrive:

    Quella è sicuramente vera amicizia, disinteressata e con amore.

Scrivi un commento

*