” L’ETA’ DEL POLLO “

Rassegniamoci ad essere ricordati come esseri umani  dell’età del pollo, e nei prossimi millenni i futuri ricercatori e geologi leggeranno la nostra civiltà.

Il pollo odierno racconta la storia del nostro tempo, esattamente come la plastica e la variata moltitudine dei rifiuti. Oggi nel mondo, si fa stima che vengono consumati 65 miliardi di polli all’anno, le cui ossa finiscono nelle discariche a mummificarsi, questi resti nel tempo probabilmente diventeranno dei fossili.

Il pollo viene addomesticato circa ottomila anni fa, e da allora la specie ha subito profondi cambiamenti, in particolare  con l’evento  degli allevamenti intensivi del XX secolo, ne ha selezionato le caratteristiche più convenienti. La vita di questo gallinaceo domestico da carne è di al massimo di nove/dieci settimane, dopodiché viene macellato. Del resto i polli attuali sono quattro volte più grandi dei polli domestici degli anni 50, possiedono una mutazione genetica che li rende insaziabili per mettere su peso velocemente, lasciando nelle sue ossa una firma chimica caratteristica  e significativa  dell’era.

2 Commenti a “” L’ETA’ DEL POLLO “”

  1. francesco.lia scrive:

    Proprio cosi’, è il pollo non è l’unico, l’uomo è sempre stato insaziabile di carne, pertanto tutti gli animali commestibili (per noi) sono allevati all’ingrasso,chissa con cosa?, speriamo bene.

  2. Franco scrive:

    Si fa in fretta a farli diventare grandi… C’è da augurarci che il mangime dell’alimentazione non nuoce alla salute…

Scrivi un commento

*