“Visite mediche” oggi……..

Richiedere oggi visita medica tramite Asl, è diventata una cosa impossibile; le liste d’attesa sono diventate lunghissime. La Costituzione italiana prevede il diritto alla salute di ogni cittadino, ma ci si chiede che questo diritto alla salute che fine abbia fatto. Perché, per una visita bisogna prenotare e poi attendere quasi per un anno e in alcuni casi anche di più, e se vuoi una visita in intramoenia bisogna pagarla, anche se il costo per quanto contenuto si aggira ai 200 €. cifra che non tutti si possono permettere?

Per ovviare ai disaggi e ritardi delle prestazioni specialistiche e di diagnostica strumentale, e previsto che, se i tempi superano quelli stabiliti dalla Regione di appartenenza, il malato può pretendere che la prestazione sia fornita in intramoenia senza costi aggiuntivi. Cosa che non succederà mai.

Voglio riferirmi a una frase detta qualche tempo fa da un noto politico, che secondo lui: Oggi l’Italia ha la miglior assistenza sanitaria del mondo. Non ne dubito, l’assistenza sanitaria ospedaliera è ottima in ogni punto di vista, manca soltanto la coordinazione delle prenotazioni ambulatoriali e l’assistenza medica e strumentale più velocizzata.

3 Commenti a ““Visite mediche” oggi……..”

  1. Franco scrive:

    Le prenotazioni mediche tramite le ASL lasciano un po a desiderare e i tempi di attesa sono molto lunghi… Invece a pagamento si trova subito il posto…

  2. francesco.lia scrive:

    Non è che esistono un’infinità di società private che forniscono a pagamento le visite specialistiche , e che hanno degli accordi con le regioni e la Asl nazionale atte a sopperire (si fa per dire) alla cronica carenza delle strutture pubbliche. Oppure gli accordi tra pubblico e privato viene fatto sulla pelle dei cittadini.

  3. luciana.incons scrive:

    Durante una prenotazione per una visita a un anziano , le fu ciesto la sua età, perchè l’ attesa era talmente lunga che volevano valutare che fosse ancora in vita.

Scrivi un commento

*