“Il cuore nero di Torino”

Piazza Statuto, nelle credenze della Torino Magica. La potenza negativa di questa piazza sarebbe da attribuire al fatto che era un luogo dove venivano uccisi i condannati a morte, come testimoniano dalla antica necropoli ritrovata  nel sottosuolo durante gli scavi per la costruzione della ferrovia. Questa piazza ospita anche due altri simboli, che gli esperti di esoterismo attribuiscono alle forze  oscure. Per primo troviamo il Monumento al Fréjus, omaggio ai minatori caduti durante i lavori del traforo, che equivale come primo simbolo esoterico ad elogio della Ragione. Per secondo simbolo, sempre per gli esperti di esoterismo sarebbe l’Angelo, che si trova in cima del monumento ed è Lucifero, con il volto riverso verso est, che guida le fasi delle oscurità che sfidano l’Oriente, il sole, la luna.

Oltre a questo monumento del Frejus, nella piazza si trova anche l’obelisco geodetico, detto anche “Guglia Beccaria” sulla cui sommità sorge l’astrolabio, che secondo gli esperti di magia, indicherebbe il cuore della potenza maligna della città,

2 Commenti a ““Il cuore nero di Torino””

  1. francesco scrive:

    Bello l’articolo, sul monumento Fréjus e la piazza, l’esoterismo nella città di Torino è sempre stato un fatto assodato.

  2. Franco scrive:

    Questo monumento è un omaggio ai minatori caduti durante i lavori del traforo…

Scrivi un commento

*