oggi 20/03/2020

PRESO DA SENTIREASCOLTARE.

Oggi 20/03/2020 inizia l’equinozio di primavera, ma!!!!

La quarantena si fa sempre più severa perché la conta dei contagiati e dei deceduti non subisce flessioni ( anzi negli ultimi giorni il numero dei contagiati è triplicati), anzi i gruppi di runner nei parchi sono stati messi al bando, nel frattempo si studiano sistemi di controllo di massa (con i cellulari), anche perché sono ormai moltissime persone a venir multati per trasgressioni di vario tipo, l’obbligo di stare a casa, costantemente richiamato, e altre limitazioni.

Però fa effetto vedere gli streaming delle video conferenze, i canti dai balconi e altre iniziative, nel contempo, leggere delle quantità di defunti che vengono trasportati dai furgoni dell’esercito verso l’ultimo sentiero, senza essere accompagnato da nessuno dei suoi cari. (E’ un bollettino di guerra, e sembra che ci sia un compiacimento nel comunicare l’incremento dei defunti giornalieri). Fa effetto sapere che i dati sui quali la protezione civile si basa per emettere il proprio bollettino siano forniti da regioni che seguono propri metodi e regole nell’effettuare tamponi per l’individuazione dei contagi e nella conta dei decessi, certo la situazione è drammatica ma anche caotica, è lo sarà ancora per un periodo che oggi non possiamo prevedere e nemmeno fare calcoli.

Oggi è imperativo #restoacasa, così chiusi nelle nostre case, come delle prigioni (invece i carcerati veri vengono messi in libertà) almeno non tutti. Meno male.

Un ringraziamento, con il cuore, a tutti coloro che si attivano, anche a costo della loro incolumità per aiutare tutti a superare questo flagello.

Bisogna fare un grande ringraziamento alla CINA, nei suoi vertici, “perché” hanno nascosto e tardato di almeno un mese l’annuncio del virus (lo sapevano già da 19/11/2019), e di conseguenza il nostro paese ne è stato investito, con il servizio sanitario impreparato creando le condizioni peggiori per la salute pubblica.

1 Commento a “oggi 20/03/2020”

  1. Franco scrive:

    Esprimo la mia solidarietà e vicinanza a tutte le persone che in questo momento si trovano a combattere questa emergenza. Il mio ringraziamento va a tutti i volontari, medici e infermieri che anche a rischio della vita contribuiscono a salvare persone umane. Un piccolo filo di speranza che tutto questo finisca presto.

Scrivi un commento

*