*** VILLAGGIO LEUMANN ***

Un villaggio da fiaba alle porte di Torino

L’origine del villaggio risale al 1875, quando gli imprenditori svizzeri LEUMANN trasferirono nel territorio di Collegno la loro attività tessile del cottone, avviata intorno alla metà del secolo a Voghera.  L’esigenza di utilizzare le esperte maestranze già alle proprie dipendenze indusse alla costruzione di un complesso abitativo attorno allo stabilimento, gli esiti di una  progettazione approdarono per una realizzazione di numerose casette a due pian i fuori terra, una palazzina per gli impiegati e un convito per le operaie, affiancati da edifici di utilizzo collettivo, come bagni, la scuola elementare e l’ufficio postale. Casette ispirate al modello dello chalet di importazione svizzero-tedesco adottato nel primo nucleo, sono approntate a un sobrio gioco floreale, a cui si contrappone la fantasia in sintesi di stile liberty e dal revival neoromanico  della chiesa dedicata a Sant’Elisabetta. Come attesta la presenza di tali servizi, la borgata fu concepita quale comunità produttiva autonoma, dotata di iniziative protese a disciplinare la classe operaia e favorirne un miglioramento delle condizioni di vita, all’insegna di un organico che pone il “Villaggio Leumann” fra le più interessanti esperienze germinate nel settore, insieme a quel insediamento particolare dell’epoca.

La singolarità del patrimonio edilizio conservato e del programma che vi era correlato rendono l’area uno dei principali siti dell’Ecomuseo della cultura materiale della Provincia di Torino.

4 Commenti a “*** VILLAGGIO LEUMANN ***”

  1. francesco.lia scrive:

    Lo visitato diverse volte , anche se solo perché vi è dei locali adibiti alle vendite di abiti per donne /uomini e binbi, certo è un complesso particolare per l’Italia, invece in Svizzera e in Austria ne ho visti alcuni, per loro quelle strutture erano la norma. Di concreto é che il vecchio proprietario era Svizzero.

  2. Franco scrive:

    Caratteristiche queste casette a due piani nel Villaggio di Leumman stile Liberty nel territorio di Collegno dove ci sono stati i primi trasferimenti delle attività tessili del cotone. (Correggo la parola cottone)

  3. Beppe Luchin scrive:

    Purtroppo qualche lettera abbonda o manca, niente male e solo una mia conseguenza geriatrica, forse. Ciao Franco, hai un (bon occio) -

  4. Iris scrive:

    Nel 1903 veniva terminata nel comprensorio ovest del Villaggio la costruzione dell’edificio delle scuole che ospitava al piano terreno l’”asilo infantile Wera”,

Scrivi un commento

*