corso grosseto sistemazione

da LASTAMPA  del 13/09/2020

“Addio ai cantieri Corso Grosseto respira dopo tre anni di lavori Aperto il primo chilometro di strada senza sopraelevata
1972. Bisogna tornare indietro di quarantotto anni per immaginare corso Grosseto senza cavalcavia.
dal sottopasso all’incrocio con corso Potenza, fino alla nuova galleria ferroviaria Torino-Ceres. Ora, dopo tre anni di lavori, corso Grosseto si scrolla di dosso una parte dei cantieri e torna a respirare.

Da questa settimana è riaperta la carreggiata centrale da parco Sempione a via Casteldelfino. Un assaggio di quella che sarà la nuova viabilità del corso una volta finiti i lavori. Il tratto è lungo poco più di un chilometro ed è diviso in otto corsie di cui due destinate ai bus. La riapertura presto toccherà anche ai controviali. «A breve il via alla sistemazione delle carreggiate -spiegano da Scr, l’azienda che si sta occupando dei cantieri per conto della Regione-

Partiremo dall’isola che va da parco Sempione a via Ala di Stura».

Proseguono intanto i lavori per garantire i nuovi collegamenti che porteranno al pensionamento delle stazioni Dora e Madonna di Campagna. Da fine agosto il treno Sfma si ferma a Venaria e non fa più capolinea a Torino. E Gtt, in accordo con l’Agenzia Piemontese della Mobilità, ha predisposto un servizio di navetta sostitutivo: l’SF2 che collega la stazione di Venaria con Porta Susa. Nel frattempo, è in costruzione la nuova fermata Grosseto che rappresenterà l’unica stazione ferroviaria Gtt di Torino integrata con il sistema di trasporto di superficie. Per garantire l’innesto tra la vecchia e la nuova galleria sono in corso i cantieri all’altezza di via Confalonieri.

Mentre a novembre ci saranno delle nuove modifiche alla viabilità per largo Grosseto, in modo da garantire il proseguimento dei lavori nel sottopasso. Qui nell’ultima fase del crono-programma sorgerà un nuovo incrocio semaforizzato all’avanguardia, che permetterà sia alle automobili che ai tram di muoversi contemporaneamente all’interno dello slargo.

L’incrocio tra via Lulli e via Cardinal Massaia, che negli scorsi mesi ha creato numerosi ingorghi, continuerà a rimanere chiuso………
. Una buona notizia che cozza con l’attesa per la fine dei lavori. I cantieri per il nuovo tratto ferroviario dovevano durare tre anni e l’inaugurazione era prevista per questo mese. È slittata alla fine del 2022. A confermarlo l’Agenzia Mobilità Piemonte, Regione e Gtt in un comunicato sullo stato dei lavori.

Un’agonia infinita per il commercio di zona e per i pendolari che viaggiano tra l’area metropolitana Nord e la città. Che forse verrà ripagata dalla nuova viabilità che promette di ridurrei tempi di percorrenza sia per chi viaggia in treno che per chi sceglie i mezzi su gomma. — © RIPRODUZIONE RISERVATA”LA STAMPA del 13/09/2020

osservazione: che Dio ci protegga e ci dia ancora tanta forza per sopportare questi suplizi.
per la cronaca.

2 Commenti a “corso grosseto sistemazione”

  1. francesco.lia scrive:

    Brava Iris come sempre sei completa nella spiegazione e nel pensiero, spero di poterci vedere presto per riprendere le nostre chiaccherate.

  2. Franco scrive:

    In questo paese… i lavori vanno sempre per le lunghe… Speriamo almeno che alla fine ci sia un miglioramento della la viabilità…

Scrivi un commento

*