Val Sabbia La più grande centrale Fotovoltaica d’Europa.

Costruita a nord di Brescia è composta di 24000 pannelli solari,fornisce 7,8 milioni di kv all’anno,come si può capire leggendo l’articolo,  volendo si può trovare una alternativa al nucleare o almeno tentarci, invece di fare tante parole per lo più(a mio avviso inutili) rinboccarsi le maniche,come hanno fatto gli amici di Brescia non sarebbe meglio che ne dite?

4 Commenti a “Val Sabbia La più grande centrale Fotovoltaica d’Europa.”

  1. Franco scrive:

    La centrale di Val Sabbia a nord di Brescia dovrebbe essere presa come esempio in questo periodo che si discute di nucleare.

  2. Carlo scrive:

    Nell’ormai lontano 2004, un lungimirante studioso americano, nonché Presidente della Foundation on Economic Trends di Washington e docente presso la Wharton School of Finance and Commerce, dissertava a 360° sul rapporto fra l’evoluzione della scienza e della tecnologia e lo sviluppo economico, l’ambiente e la cultura. Per non farsi irretire tra le varie scuole di pensiero che ormai pullulano su tutte le terre emerse di questo pianeta, sarebbe utile conoscere il pensiero di questo importante scienziato, che tra l’altro ha tenuto convegni, partecipato a programmi televisivi e rilasciato più interviste in numerose città, non solo americane, ma anche Europee. E’ un formidabile analista dotato di visioni illuminate che dovrebbero far riflettere, e conseguentemente agire, chi oggi gestisce i governi della nostra terra. Non è il solito e gratuito catastrofista, ma colui che scientemente e scientificamente indicò le problematiche che stavano soffocando la nostra civiltà e, come un buon medico di campagna ne indicava diligentemente le possibili cure. Per questa sua peculiarità, ormai assurta, grazie alla pubblicazione delle sue opere e alle sue conferenze, a “guru” mondiale. Vorrei, e credo di non cadere in una facile retorica infantile, che ad un certo momento questi fosse ascoltato nelle sedi internazionali prima che qualche nuovo ed inaspettato cataclisma socio-economico si scateni lacerando il mitico “Sogno americano”, figlio del mito della frontiera e modello di vita per molte generazioni di diversi paesi, declini del tutto, affinché nessuno possa poi affermare a disastro avvenuto: Rifkin l’aveva detto.
    Il tema della centrale fotovoltaica italiana rappresenta uno degli innumerevoli studi da questi compiuto quali ipotesi alternative sia alle centrali atomiche come alle centrali alimentate da carbone, petrolio o gas. Credo seriamente valga la pena conoscerne l’opera e divulgarla a tutte le latitudini.
    Per chi volesse documentarsi, elenco alcuni titoli delle sue opere principali:
    – L’ERA DELL’ACCESSO. LA RIVOLUZIONE DELLA NEW ECONOMY (2001);
    – ECOCIDIO. ASCESA E CADUTA DELLA CULTURA DELLA CARNE (2002);
    – IL SECOLO BIOTECH. IL COMMERCIO GENETICO E L’INIZIO DI UNA NUOVA ERA (2003);
    – ECONOMIA ALL’IDROGENO. LA CREAZIONE DEL WORLDWIDE ENERGY WEB E LA DISTRIBUZIONE DEL POTERE
    SULLA TERRA (2003);
    – IL SOGNO EUROPEO. COME L’EUROPA HA CREATO UNA NUOVA VISIONE DEL FUTURO (2004);
    – LA FINE DEL LAVORO (2005);
    – ENTROPIA (2004);
    – LA CIVILTA’ DELL’EMPATIA. LA CORSA VERSO LA COSCIENZA GLOBALE NEL MONDO IN CRISI (2010).

  3. secondo scrive:

    Innanzitutto grazie del commento Carlo,anche se in questo periodo non puoi essere presente al Blog vedo che segui attentamente i nostri post,e intelligentemente li commenti.
    Interessante questo sig.Rifkin,penso che valga la pena di approfondire quello che dice nei suoi libri.

    Comunque Carlo quando avrai un po di tempo libero ci farà immenso piacere vederti.

  4. Carlo scrive:

    Grazie delle gentili parole che mi hai rivolto.
    Credo che se farete un Happening-Pizza cercherò di esserci anch’io perché ho proprio voglia di rivedervi tutti. Quindi attendo, da te, la data del rassemblement.
    Carlo.

Scrivi un commento

*